.
contributo inviato da giancarlo il 12 giugno 2010
 

Dopo vent'anni di centro-destra a Colleferro, dopo giunte e sindaci che hanno governato grazie alle divisioni interne della sinistra ed alle solide maggioranze costituite più da cartelli economici che da alleanze politiche, ora ad un anno dal voto, occorre preparare al più presto una speranza di Rinascita per la comunità di Colleferro e per l'ambiente in cui vive.

I battibbecchi sui giornali, il formicolio che attraversa gli addetti ai lavori e lo sfaldamento evidente della coalizione che oggi governa e siede nel municipio di Piazza Italia devono essere letti come i segnali chiari del "basso impero", dell'ultimo atto del pessimo modello di governo Moffa-Catoni-Cacciotti.

Non si può dimenticare che questi sono stati anni pieni di attentati all'ambiente (dagli inceneritori alla discarica), di disinteresse verso il lavoro e le professionalità, di privilegio degli affari dei pochi a scapito dei molti, di promesse da marinai e clientelismo becero.

Questo sistema però non funziona più. L'emergenza sanitaria che attraversa la comunità sta facendo calare drasticamente il consenso di chi ha sempre negato l'aumento delle malattie per sedare il rischio di un calo degli affari immobiliari.

L'emergenza lavorativa dovuta alla pigra gestione della crisi dell'industria sta facendo emergere la fine del collocamento fatto con la pacca sulla spalla e la falsità di tante promesse e scambi. E' evidente come la linea politica adottata dal centro destra sia stata quella delle mani sulla città favorendo solo alcuni consociati soprattutto negli affari più lucrosi della speculazione edilizia.

Sono dinanzi agli occhi di tutti le grandi contraddizioni di questi Pilato che ci hanno imposto il bollino blu, poi un'inversione del traffico durata 15 giorni per evitare il linciaggio, poi la chiusura di via xxv Aprile a metà dello scorrimento, ora il divieto d'accesso nella zona A ma permettono la costruzione della turbogas al Quarto Chilometro, la riapertura degli Inceneritori dopo gli scandali, gli arresti e le indagini della Magistratura, l'ampliamento della discarica dinanzi la quale hanno costruito una scuola.

Troppo ci sarebbe da dire e da scrivere se non fosse per il fatto che il tempo delle parole sta per scadere ed occorre al più presto che tutte le forze del centro sinistra, partiti e movimenti radicalmente alternativi al centro destra si incontrino per preparare la Rinascità. Una Rinascità delle idee, della classe dirigente e della nostra politica, fallimentare in passato ma che se riuscirà ad essere unitaria, coinvolgente e nuova potrebbe risultare finalmente quella giusta.

E' fondamentale definire al più presto i punti cardine attorno ai quali costruire il programma al quale vincolare qualsiasi percorso di aggregazione e di coalizione così da giungere già in autunno alle primarie per la scelta del nostro candidato sindaco evitando che sia sottratto al popolo del pd e di tutto il centro sinistra il diritto a scegliere democraticamente.

Facciamo uscire la politica dalle stanze segrete del potere, non è più possibile delegare le scelte al solo ceto politico; per ricunquistare la fiducia di una comunità disorientatà e in crisi occorre coinvolgerla, renderla protagonista e partecipe, ascoltarla ed incontrarla in tutti i luoghi e le occasioni possibili. Solo così, creando un movimento cittadino ed un fervore nella città si potrà invertire la rotta e avviare la Rinascita.

                                                                                                    Pierluigi Sanna
                                                                                        
membro della segreteria regionale pd

TAG:  MOFFA  COLLEFERRO  PIERLUIGI SANNA  CACCIOTTI 
Leggi questo post nel blog dell'autore SEGNI
http://SEGNI.ilcannocchiale.it/post/2498166.html


diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di protoni inviato il 13 giugno 2010
CIAO...vengo saltuariamente a colleferro....e siccome la conosco ti auguro di riuscire nell'impresa di scalzare quelli che tu chiami cartelli economici...la vedo dura per il centrosinistra...quando ci sono di mezzo affari e errori nostri a partire dagli anni ottanta....ora inventarsi un esercito e un progetto vincente che abbia la capacita' di imporsi e poi governare e realizzare....non e' impresa da poco non basteranno gli appelli generali..... anche se tutto fa' brodo quando si e' in gara....AUGURI......ciao a presto...PROTONI...
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
21 giugno 2009
attivita' nel PDnetwork