.
contributo inviato da silver28 il 31 maggio 2010

Oggi ho commesso il grave errore di farmi un giro dei giornali on line per avere notizie sull'assalto degli istraeliani alle navi di pacifisti.

Sono rimasto veramente disgustato dall'ondata di odio che fuoriusciva dai commenti dei lettori del giornale.it

Lettori che presumo abbiano un minimo di capacità di intendere e di volere, che esultano per le morti di civili perchè pacifisti.

Vi incollo solo 3 di decine se non centinaia di commenti sconvolgenti:

luca64: un po'di pacifinti in meno era ora.peccato che gli italiani l'abbiano scampata anche questa volta

pozzato: per 93labrador: guarda che i pacifisti sono contenti che ci siano le guerre,altrimenti come potrebbero essere dei pacifisti?Comunque,io avrei usato i siluri, e mi sarei giustificato dicendo che loro erano sulla rotta dei siluri.

Boote: Scrivi qui il tuo commento hanno fatto bene. è l'ora di finirla con 'sta gente

Questi 3 rappresentano un "odio" verso chi è pacifista e chi la pensa diversamente da loro che mi fa pensare che forse stiamo rischiando molto in questo Paese. 

Questa Italia mi fa sempre più paura...

TAG:  ISTRAELE  GIORNALE  PACIFISTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di viola16 inviato il 31 maggio 2010
SILVER28 scusami ti prego di non fraintendermi le tue intenzioni sono ottime e la tua indignazione e' quella di tutti noi ne sono sicura,ma francamente quello che mi addolora e' cio' che israele ha fatto,non mi importa di cio' che si dice dei pacifisti ma il fatto che siano sempre abbastanza soli.israele la conosco bene e posso assicurarvi che non va sfidata:e' quella nazione a sfidare costantemente il mondo.
commento di compagno49 inviato il 31 maggio 2010
Io sono inorridito e arrabbiato non contro il popolo israeliano ma contro il governo che compie atti terroristici impunemente .Io che sono un pacifista non voglio le ritorsioni di rappresaglia ma un embargo militare e commerciale.Non si può fare la guerra al terrorismo spacciandola per missione di pace e non fare niente per condannare israele,anche una pacifista israeliana ha detto che i soldati non si aspettavano una reazione di quel genere come dire che è stato un incidente di percorso.per quanto riguarda i commenti su internet non ci darei molta importanza,dovrebbero avere più importanza i commenti del P.D.che si limitano ad una condanna di facciata.(vedi Fassino)!
commento di versoest inviato il 31 maggio 2010
Posso capire che l'estrema visionarietà dell'idea pacifista infastidisca coloro che attribuiscono valore di realtà solo al realismo geopolitico che prevede, appunto, anche la guerra. Essere realisti è indubbiamente una virtù dell'intelligenza, essere cinici e disumani non è altro che barbarie. L'odio, per ora insanabile, che divide lo Stato ebraico dal popolo Palestinese e da tutto il mondo arabo è una tragedia dei nostri tempi. Affermare che Israele deve essere fisicamente distrutta eliminando gli ebrei è intollerabile,vicebersa la situazione dei territori è disumana. Certamente Israele ha il diritto di difendersi dalle agressioni militari e ideologiche nei suoi confronti, ma uccidere dei civili per affermare questo principio non è accettabile. L'affermazione che dalla nave degli aiuti umanitari possano essere giunte minacce armate contro i pattuigliatori Israeliani, oltre a essere ridicola è anche contro ogni logica in quanto i pacifisti sapevano perfettamente che i militari Israeliani non aspettavano che un pretesto per poter intervenire. Si riunirà il Consiglio dell'ONU per l'ennesima e inutile mozione contro Israele, sappiamo tutti che Israele può temere solo ed unicamente gli Stati Uniti dai quali riceve armi, tecnologia e protezione, staremo a vedere.
commento di Anpo inviato il 31 maggio 2010
Questi tre signori difficilmente avrebbero il fegato di scrivere queste cose firmandosi nome e cognome. Del resto anche qui nel forum chi viene solo per insultare si cela prudentemente nell'anonimato di internet.

Si può essere pro o contro Israele ma gongolare per dei morti civili vuol dire non capire un tubo.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
14 maggio 2008
attivita' nel PDnetwork