.
contributo inviato da MarcoBorciani il 28 maggio 2010
La maggioranza si è accorta che il Paese è a rischio di tracollo in un contesto di generale rallentamento come quello attuale. E così il duo Tremonti-Berlusconi si è fatto latore di una mesta notizia: DOBBIAMO FARE SACRIFICI.

Ora, non sono i primi a chiederceli e, temo, nemmeno gi ultimi.
E forse, proprio per questo non siamo disperati per questa notizia...

Poi, trapelano voci sulla Manovra (che numericamente ha l'impatto di una Finanziaria di previsione e non di una manovra correttiva), e ti chiedi che sacrifici ci chiedono?

Ad esempio, chiedono a tutti (beh, forse non proprio tutti...), diciamo, chiedono di pagare dazi autostradali rincarati ulteriormente.
Ora, tutti gli anni, da un po' di tempo a questa parte, il capodanno coincide con un aumento dei pedaggi autostradali: cosa c'è di nuovo? Solo che li rincarano, adesso, semestralmente? Capirai che novità....
No, la novità è che si pagherà la Salerno-Reggio.
Sì! L'auotostrada fantasma, è finora stata regalata a tutti gli utenti. Da adesso, forse, ripeto forse, non più. Ma forse....
Delle autostrade siciliane nessuna è a pagamento. E mi pare che nessuno abbia pensato nemmeno stavolta di farle pagare...
Allora io mi chiedo: i sacrifici li fanno sempre i soliti?
Concordo, a questo punto, con l'editoriale della Stampa che dichiara fallito già ora il fantomatico federalismo fiscale, se tutte le Regioni sono equiparate nel fare sacrifici: Lombardia ed Emilia, con Calabria e Sicilia, citando testualmente. Cioè tutti uguali? Eh no, caro Governo!!! Volete il federalismo? Cominciate ad applicarlo subito! Chi non ha mai pagato dazi autostradali cominci da subito a farlo: quanti miliardi entrano in più? Anche in termini matematici: se noi che abbiamo sempre pagato, paghiamo qualche decina di centesimi in più, porteremo più soldi nelle casse dello Stato di quanti non hanno mai pagato un cent e potrebbero iniziare a pagare cifra piena da subito? A me non pare....

Cambiamo argomento, ma sempre nella Manovra.
Le Province.
Un giallo che più giallo non si può....
Se c'era una buona notizia nella Manovra era l'inizio di questo percorso di "ristrutturazione" dell'assetto istituzionale italiano, andando in controtendenza con gli ultimi anni in cui si è cercato di fare aumentare a dismisura le Province, beh ieri sera Mr. Boutade, ha ritirato tutto!
Ma capiamoci!
O le tolgono o no!
Ora, capisco che i Presidenti di Provincia della loro parte si siano messi di traverso, ma tra le 10 potenziali tolte, dei loro ce ne sono quanti i nostri...
E poi, comunque, il taglio della Spesa Pubblica passa anche per mosse come questa! In campagna elettorale, nel 2008 entrambi gli schieramenti si erano spesi a favore dell'abolizione delle Province, per iniziare a risparmiare nella burocrazia italiana. Ma ben venga!!!!
Iniziamo a contenere i costi! A ridurre gli sprechi di poltrone e poltroncine per politici nuovi (pochi) e decaduti (tanti)!!!
Perchè adesso la buona idea è andata nel pattume in meno di 2 giorni?
Cos'è? Lanciamo il sasso poi nascondiamo la mano? Viva viva il Governo dei "lo facciamo" "ma anche no" "ci proviamo, poi se va va, se non va sarà per un'altra volta" "tanto basta far parlare"....
Oooohhhhh! Siamo uno Stato serio o un Paese di burattini? Un siparietto eterno di burloni da bar? (come quello che ieri prima fa il cascamorto politico con la Presidente Marcegaglia, poi cita l'unico personaggio italiano che dovremmo sempre aver paura di rinominare, soprattutto in ambito politico....). Sembra quasi una partita a dadi: vediamo cosa esce, poi decidiamo come fare la Manovra....
TAG:  BERLUSCONI  TREMONTI  AUTOSTRADE  PROVINCE  SACRIFICI  MANOVRA ECONOMICA  MARCEGAGLIA 
Leggi questo post nel blog dell'autore Borcio
http://Borcio.ilcannocchiale.it/post/2492303.html


diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di plt inviato il 3 giugno 2010
Dovremmo concentrare l'attenzione su due semplici ed importantantissimi temi:
fare pagare le tasse a tutti (lotta all'evasione fiscale)
quelli che hanno pagato finora non ce la fanno più, comincino a pagare gli altri.
Basterebbe questo per ricompattare l'opposizione.
Saluti a tutti voi
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork