.
contributo inviato da econoliberal il 22 maggio 2010
Tra poche ore si gioca la finale di Champions League tra una squadra, il Bayern Monaco, che negli ultimi anni ha cercato di chiudere i bilanci senza perdite, anche a costo di rinunciare a raggiungere risultati migliori in Europa, e l'Inter che invece ha ricevuto dal principale azionista, Massimo Moratti, decine di milioni l'anno per coprire le perdite e ricapitalizzare la società.

Quanto vale una finale?

Secondo il titolo di un articolo di Repubblica del 21/5 addirittura 100 milioni.

In realtà le cose sono diverse. L'Inter finalista riceve circa 60 milioni tra diritti tv, premi UEFA e incassi. Soldi entrati comunque andrà la finale. Molti di quei milioni sarebbero entrati nelle casse nerazzurre anche se non fosse arrivata in finale.
Invece porterà la finale da sola vale circa 9 milioni per chi vince, 5 se perde, più altri 2/2,5 milioni per la Supercoppa Europea e altri soldi per la partecipazione alla Coppa Intercontinentale.

Ai 100 milioni del titolo di Repubblica si arriva aggiungendo la possibile cessione di un calciatore legato a Mourinho, nonchè il minor esborso per la rinuncia al tecnico portoghere e la penale che pagherà per essere libero di andarsene.

Dunque la finale vale 9 milioni (5 in caso di sconfitta) cui si devono aggiungere eventuali premi degli sponsor.

Che l'Inter pensi a far tornare i conti è sicuramente un bene perchè tra qualche anno non si potrà più iscrivere alle coppe europee chi avrà deficit troppo elevati. Anche per questo motivo alcune squadre che in passato hanno esagerato con i costi (il Manchester United, ad esempio) stanno correndo ai ripari e cedono i giocatori migliori per riequilibrare i conti, ridurre i debiti.

E per quanto qualcuno si possa illudere che davvero una finale valga 100 milioni, la realtà è diversa e non basta una vittoria per ripianare i deficit finora pagati dalle ricchezze personali di Moratti.
TAG:  EUROPA  CHAMPIONS  MORATTI  UEFA  MILIONI  VITTORIA  BAYERN MONACO  BILANCI  DEFICIT  RICAPITALIZZAZIONE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
1 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork