.
contributo inviato da team_realacci il 28 aprile 2010
''La discarica si conferma la forma piu' diffusa di smaltimento di rifiuti urbani'' anche se e' ''l'opzione meno adeguata dal punto di vista ambientale''. Nel 2008 sono finite in discarica 16 milioni di tonnellate di spazzatura, pari al 45% di quella complessivamente gestita. Il Lazio e' in assoluto la regione che smaltisce in discarica la maggior quantita' di rifiuti: oltre 2 milioni e 800 mila tonnellate corrispondenti all'86%. Soltanto il Comune di Roma ne invia quasi 1,5 milioni.
Questi alcuni dati sulla gestione dei rifiuti urbani rispetto al conferimento in discarica contenuti nel rapporto 2009 dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. In ogni caso, segnala l'Ispra, c'e' una riduzione - rispetto al 2007 - di 930.000 tonnellate (-5,5%) che e' imputabile soprattutto alla riduzione del 9% del conferimento in discarica per il Sud e del 7% per il Nord. Il Centro, invece, aumenta di 75.000 tonnellate la quota smaltita in discarica (+1,5%). La Lombardia e' la regione piu' virtuosa mandando in discarica solo l'8% del totale dei rifiuti con un miglioramento del 14%. Va bene anche il Friuli Venezia Giulia con il 16%, il Veneto con il 22% e il Trentino Alto Adige con il 36%. Le maglie nere per lo smaltimento in discarica vanno al Molise con il 90% di conferimento, alla Sicilia con l'89% e alla Puglia con l'80%.

Fonte: Ansa
28 aprile 2010
TAG:  RIFIUTI  SMALTIMENTO  URBANI  RAPPORTO  ISPRA  DISCARICA  LAZIO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork