.
contributo inviato da antefattoblog il 27 aprile 2010

Raccontate le vostre storie a il Fatto Quotidiano

Il presidente Silvio Berlusconi e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti continuano a ripetere che l'Italia soffre la crisi meno degli altri paesi e che il tasso di disoccupazione (8,5 per cento) è inferiore a quello medio europeo. In parte è vero. Ma il conto di questa crisi non è uguale per tutti.

Chi paga questa crisi? Solo gli operai in cassa integrazione? C'è una crisi più silenziosa, che sfugge ai sindacati e alle manifestazioni di piazza: è quella subita dal 28 per cento dei giovani italiani, con un'età compresa tra i 15 e i 24 anni, che è disoccupato.

Eppure il ministro Renato Brunetta li chiama “bamboccioni”, e vorrebbe introdurre una legge per cacciarli di casa una volta raggiunta l'età lavorativa. Ma se il lavoro non si trova, come fanno i giovani a pagare il mutuo? In Italia trovare lavoro è sempre più difficile, e portare a termine gli studi universitari non garantisce un impiego.

Qual è la vostra esperienza? A tutti voi ragazzi che cercate di entrare nel mondo del lavoro chiediamo di mandarci le vostre storie, di raccontarci le vostre difficoltà e gli ostacoli che incontrate.

Scrivete a: disoccupati@ilfattoquotidiano.it

 

TAG:  BERLUSCONI  CRISI  TREMONTI  DISOCCUPATI  BRUNETTA  1MAGGIO  IL FATTO QUOTIDIANO 

diffondi 

commenti a questo articolo 99
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
21 dicembre 2009
attivita' nel PDnetwork