.
contributo inviato da pierluigi bersani il 22 aprile 2010
Cari cittadini e cittadine di Montichiari,

ho appreso dalla lettura dei giornali che la giunta della vostra città ha negato la possibilità di celebrare il 25 Aprile e il Primo Maggio sospendendo, di fatto, un diritto sancito dalla nostra Costituzione. Questo è molto grave, ma ancor più grave è l’intenzione di voler cancellare con un divieto una memoria che deve essere considerata patrimonio comune di tutto il popolo italiano.

I valori del 25 Aprile sono scritti nella nostra Carta Costituzionale che è la più bella del mondo, e lo è perché sancì un patto tra uomini e donne di idee e convincimenti anche profondamente diversi tra loro, ma che li vide uniti dall’idea di disegnare un futuro comune e libero per tutti gli italiani.

Questo esempio e questa memoria dovrebbero rappresentare un orientamento di fondo per chi è chiamato, a tutti i livelli di responsabilità, a ricoprire un ruolo al servizio del bene comune. Tanto più nel momento in cui le forze politiche affermano di volersi impegnare per rinnovare quel patto. Rinnovare, perché di questo si tratta. Rinnovare un patto per costruire una nuova unità dell’Italia. Rinnovare per sentirci cittadini di un unico paese. Rinnovare per rendere vivi quei valori che non possono cambiare perché la libertà, l’uguaglianza e la dignità, insieme alle idee di pace, di fraternità e di comune umanità di tutti gli uomini e le donne del mondo non sono nella disponibilità di nessuno. E’ questo il senso profondo del 25 Aprile.

La democrazia è una scelta che va rinnovata ogni giorno, anche pagando qualche prezzo, di certo infinitamente minore rispetto a quello che altri hanno pagato prima di noi, altrimenti diventa un’abitudine. E, se è un’abitudine, può succedere che in forme anche nuove rispetto al passato ci si lasci portar via pezzi di libertà un po’ per volta, senza nemmeno accorgercene. Ci siamo detti molte volte che la storia non si ripete mai, ma ci possono essere molti modi per tradire quei valori che sono fioriti nel sangue di tante sofferenze.
Può accadere se prevale l’indifferenza e la mistificazione verso la nostra storia. Può accadere se di fronte alle difficoltà, di avere una democrazia che funzioni, capace di prendere decisioni rapide ed efficaci, si pensa di prendere la via breve dello svilimento dei meccanismi di partecipazione democratica per favorire una deriva populista e scelte autoritarie nella società.

Allo stesso modo togliere la possibilità di festeggiare il Primo Maggio significa voler negare un ruolo al lavoro inteso oggi nella sua estensione più larga e più alta possibile. Il lavoro come bene comune e come promozione tanto della dignità quanto del merito di ogni singolo individuo. E la nostra Costituzione, anche su questo tema dimostra di essere più attuale che mai perché promuove il lavoro in tutte le sue forme e, insieme, ci impegna a rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana.

Valori profondi, quindi, consegnati a noi perché rinati dalla primavera del 25 Aprile e che noi abbiamo il dovere di portare nel futuro come una fiaccola preziosa da trasmettere alle nuove generazioni. Questo è il nostro compito, questa è la nostra responsabilità. Viva il 25 Aprile, viva la Costituzione.

Pier Luigi Bersani
TAG:  MONTICHIARI  RESISTENZA  LIBERAZIONE  LAVORO  25 APRILE  1 MAGGIO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di alessandroruditus inviato il 25 aprile 2010
la costituzione è una coperta che tirate a destra ed a manca a seconda della convenienza, se vale per il 25 aprile dovrebbe valere anche per i tempi della giustizia e modi della giustizia che fanno schifo e sui quali i non pochi magistrati che si danno alla vostra politica si guardano bene dal fare ammenda, e tanto altro, siete voi e quelli che da voi si fanno condizionare (destra o sinistra) che alimentate una confusione che diventa caos, perchè solo sul caos potete governare o fare opposizione, siete troppi e divisi fra bravi (pochi), inutili e nocivi,(tanti), cominciate a sfoltire le file invece che accogliere sempre nuova costosa truppa,
commento di viola16 inviato il 24 aprile 2010

I CITTADINI DI UNA NAZIONE DEBBONO SAPERE QUALI SONO, OLTRE I DOVERI NATURALMENTE,

I DIRITTI CHE Da loro la carta costituzionale,che sono diritti fondamentali dell'uomo: la liberta' di cui abbiamo goduto e che vorremmo continuare ad avere nasce dal sacrificio,dal sangue, di tante persone,non difenderla significa annullare questo grande atto d'umanita'e di generosita'.

e' inflazionata lo so,ma:UN POPOLO CHE NON HA MEMORIA DEL PROPRIO PASSATO,NON HA FUTURO...la prima volta che lessi questa frase era attribuita a cesare pavese,in seguito ho ascoltato altre versioni rivedute e corrette.

un augurio ai cittadini di montichiari:che questo 25 aprile non passi sotto silenzio.
commento di viola16 inviato il 24 aprile 2010


IN FRANCIA NON SAREBBE MAI ACCADUTO CHE DEI CITTADINI(UNA COMUNITA'),VEDENDOSI PRIVATA DI UN DIRITTO COSTITUZIONALE LASCIASSERO PASSARE TUTTO QUASI SOTTO SILENZIO.

CI SIA O NON CI SIA IL PARTITO DEMOCRATICO,COSA VE NE IMPORTA?SIETE VOI ,SOLO VOI A DOVERVI CONQUISTARE LA SOLIDARIETA' DI TUTTI.
commento di Maufree inviato il 23 aprile 2010
Salve,vorrei dire la mia.
E allora visto che e' un'ordinanza illecita perche' Voi PD non prendete la palla al balzo e fate, come avete lasciato fare alla Lega fino ad adesso, qualcosa di sinistra. Dovete svegliarvi!, la gente che si sente abbandonata dalla politica "lontana" ha bisogno di vedere atti tangibili di vicinanza. Che so'.... andate all'entrata del paese il 25 Aprile e 1 Maggio e mettete un gazebo , fate una mini festa dell'unita' (vi riuscivano tanto bene!), spendete 5000-10000€ o quello che volete voi e organizzategli una festicciola con tanto di illustrazioni e significati di queste date. Insomma fategli capire che ci siete e che possono contare su di voi , che non siete fantasmi, che il voto alle elezioni lo danno a qualcuno che e' vicino a loro ( ne avrebbe bisogno tutto il paese)e che quando ne hanno bisogno si fa' vedere e toccare!!.
In questo momento in cui anche la destra e' in difficolta' , DOVETE !! mordere sul collo, non nascondervi in mille pensieri filosofici sui motivi delle sconfitte ( a Roma si dice " farsi le pippe mentali") . Un consiglio spassionato da uno che aspetta da tempo qualcuno che valga la pena votare....... FATEVI USCIRE LE PALLE !!!!!!!
Saluti.
commento di viola16 inviato il 23 aprile 2010
la difesa dei valori sui quali si basa la nostra repubblica e' bene non dimenticarli mai,anche i cittadini devono adoperarsi perche' questo accada,e devono altresi' vigilare su chi li governa e pretendere che operi in modo chiaro e trasparente e nell'interesse della comunita'.
mi dispiace giulio, per la situazione della sua citta',che peraltro e' comune a molte altre,ma credo che il dissenso,se c'e', debba farsi sentire,troppo comodo contare le parole di bersani e non urlare il proprio sdegno.

siete cittadini di questa repubblica o no???? quindi: DATE E PRETENDETE!!!

ALLE VOLTE BISOGNEREBBE CHIEDERSI SE SIAMO DEGNI DI QUESTA COSTITUZIONE E DEL NOSTRO 25 APRILE.
commento di Pino1954 inviato il 22 aprile 2010
Gentile Bersani,

Concordo su quanto dice e sul fatto che quanto accade a Montichiari è male.
Ma perchè, se celebrare il 25 aprile è un diritto garantito dalla costituzione, non troviamo da lei nessuna indicazione concreta per contrastare a norma di legge un atto palesemente anticostituzionale ?
Invece che tante parole, perchè non anche una indicazione diretta, concreta, su come opporsi all'ordinanza e contrastare un reato ?
Una piccola iniziativa , utile magari a far sospettare che l'opposizione c'e' ancora ? Lei crede che al posto del PD la Lega sarebbe stata a guardare ?
Mah. Sa cosa le dico ?
Alla fine penso che questo è quello che hanno voluto i cittadini di Montichiari con il loro voto. Se lo godano , se gli piace.
E penso che purtroppo questo è anche quello che ha voluto l'attuale classe dirigente del PD.
Invece che continuare ad abbaiare alla luna, dovreste rendervi conto che la responsabilità di questo sfacelo ricade in gran parte sulle vostre spalle.
Dovreste avere almeno il pudore di stare zitti. E se non sapete che pesci pigliare, andatevene a casa e lasciate crescere chi deve crescere.
commento di Giulio Montichiari inviato il 22 aprile 2010
Gentile Pier Luigi
hai scritto 527 parole per dire che la costituzione nel mio paese non viene rispettata, grazie.
Nel frattempo a Montichiari hanno devastato costituzionalmente il territorio per cielo (decine di voli in piena notte) per terra (+ di 10.000 milioni di tonnellate di rifiuti, metà tossici e nocivi) per acqua (falde dove si trova di tutto e non si dice di niente) e per aria (anni di miasmi vari passati e futuri).
Viva la costituzione, per chi ne ricava miliardi di euro, non per noi.

informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork