.
contributo inviato da Achille_Passoni il 20 aprile 2010

Ci risiamo. Ancora una volta Berlusconi attacca chi scrive della mafia, chi cerca di fare luce su quella criminalità organizzata che tiene in ostaggio una parte rilevante del nostro Paese ed è ancora circondata da un insopportabile alone di omertà. Secondo il Premier, la mafia non è tanto potente, ma è l’organizzazione criminale più conosciuta al mondo “per i film e le fiction che ne hanno parlato, come le serie della Piovra e in generale la letteratura, Gomorra e tutto il resto". 

E' persino superfluo sottolineare la stupidità di una tale affermazione. Berlusconi dimostra di non avere alcun rispetto per chi vive tutti i giorni sotto il giogo del pizzo, dei ricatti, delle minacce, e per chi, come Roberto Saviano, è costretto a vivere sotto scorta per sfuggire alla vendetta di criminali senza scrupoli. Saviano ha il grande merito di aver raccontato pubblicamente quello che tutti sanno ma di cui nessuno parla, facendo nomi e cognomi; ha reso consapevoli gli italiani del potere economico della camorra, di quel sistema di smaltimento illegale dei rifiuti che avvelena la Campania con la connivenza di molte imprese del Nord. Il suo libro ha riportato al centro del dibattito italiano ed europeo il dramma di un’Italia dimenticata, dove lo Stato non esiste e i cittadini sono in balia di un’organizzazione criminale che avvelena l’ambiente, l’economia, la politica, la vita.

Il ministro Maroni si vanta spesso dei risultati ottenuti nella lotta contro la criminalità organizzata, ma la mafia non si combatte soltanto con operazioni di polizia: serve innanzi tutto una battaglia culturale, proprio come quella che Roberto Saviano combatte tutti i giorni per abbattere quel muro di omertà e quella mentalità “negazionista” di cui proprio il Premier si fa portavoce. Berlusconi dovrebbe vergognarsi e chiedere scusa, non soltanto a Saviano ma, come ha ricordato lo stesso scrittore, ai parenti di tutti coloro che hanno perso la vita per raccontare e denunciare la criminalità organizzata. Qualcosa mi dice che, come al solito, non lo farà.

TAG:  SAVIANO  BERLUSCONI  MAFIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork