.
contributo inviato da Marianna Madia il 20 aprile 2010
La notizia che il tribunale fallimentare di Roma ha rigettato la richiesta di concordato presentata dal gruppo Omega, disponendo il commissariamento dell’azienda, rappresenta un positivo e importante passo in avanti. L’amministrazione straordinari, richiesta fortemente dalle organizzazioni sindacali dai lavoratori e auspicata in questi mesi dal Partito Democratico, può rappresentare la ripartenza dell’azienda. Se al contrario l’Agile ex Eutelia fosse tornata nelle stesse mani che hanno contribuito a creare l’attuale disastrosa condizione finanziaria e industriale, si sarebbe posta una seria ipoteca sul suo futuro. Ora l’azienda può ripartire per riconquistare e tutelare il suo patrimonio tecnologico e di commesse e, soprattutto, ridare sicurezze ai suoi lavoratori.
TAG:  LAVORO  CRISI  OMEGA  EUTELIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 4
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
7 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork