.
contributo inviato da pdbergamo7circ il 18 aprile 2010
           Scarca QUI il documento in PDF da stampare o girare via email.

Venerdì scorso con una lettera a l’Eco di Bergamo ilPresidente della 2° Circoscrizione GiuseppeEpis (Lega Nord) ha evidentiato giustamente la necessità di fermare lasempre più dilagante situazione di insicurezzain cui vivono i cittadini, sollecitando interventi rapidi ed efficaci.

E'una richiesta che non può non trovare tutti d’accordo: tutti siamo cittadini etutti vorremmo vivere in luoghi sicuri. Il punto è che la lettera delPresidente Epis denuncia “tagli su tuttii fronti” e una sicurezza che “cola a picco”.

Vorremmo sapere come il Presidente Epis giustifica aicittadini della sua Circoscrizione, ai bergamaschi e agli elettori della Legaquesti tagli, visto che sono la conseguenza di decisioni prese dal suo stesso partito a livelli più alti.

Ilgoverno PDL-Lega (con il leghistaRoberto Maroni ministro dell'Interno)  hainfatti tagliato le risorse per le forzedell'ordine utilizzando le ronde come uno specchietto per le allodole. Labergamasca era e rimarrà all'ultimo posto in Italia per quanto riguarda ladotazione di agenti di polizia in rapporto alla popolazione. Sempre il governoPDL-Lega ha tolto importanti risorse ai Comuni – a partire dall'ICI sulla primacasa -  regalando soldi ai Comuni “amici”come Catania (140 milioni di euro), Palermo (150 milioni) e Roma (500 milioni)lasciando tutti gli altri in gravi difficoltà, anche sul fronte delle politichedi sicurezza urbana. Cosa è successo? Roma non è più ladrona quando governa laLega?

Siala regione Lombardia, sia la Provincia, governate entrambe da PDL e Lega Nord,faranno pagare ai bergamaschi il prezzo della riduzione delle risorse tagliandoimportanti servizi pubblici.

Il Presidente Epis ritiene che in Regione e inProvincia ci sia al potere una Lega diversa dalla sua?

Giovedì15 Aprile 2010 è stato votato in 2a Circoscrizione il parere al bilancio diprevisione 2010 del Comune di Bergamo, un documento segnato da un immobilismosconfortante, anche per quanto riguarda le politiche per la sicurezza affidateall'assessore Invernizzi (Lega Nord, lo stesso partito di Epis). Su questostesso bilancio il Presidente Epis ha dato parere positivo, senza una criticache sia una all’operato della maggioranza che governa il Comune di Bergamo, laProvincia, la Regione e l'Italia.

Non ci capacitiamo, per questo, di come Epis possa ilgiorno dopo chiedere una maggiore attenzione alla sicurezza.

Per noi la sicurezza non èfatta solo di repressione ma anche di un tessuto sociale coeso, che determinauna buona qualità della vita.Non solo le forze dell'ordine, dunque, ma anche i servizi alla persona sono fondamentali per ottenere un migliorcontrollo del territorio e di conseguente un migliore risultato in termini disicurezza. Di questa idea di sicurezza non c'è traccia nel bilancio di previsionedel Comune di Bergamo.   

Su questi temi vorremmo sentire meno chiacchere e più fatti, e vorremmo sollecitare il PresidenteEpis e il suo partito (la Lega Nord) ad una maggiore coerenza e assunzione di responsabilità, considerando chela Lega governa ormai da tempo in tutti i livelli istituzionali.

 

 

i Consiglieri del PartitoDemocratico

della Seconda  Circoscrizione di Bergamo


TAG:  PD  LEGA  DEMOCRATICO  SICUREZZA  BERGAMO  CIRCOSCRIZIONE  AIROLDI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
24 aprile 2009
attivita' nel PDnetwork