.
contributo inviato da Achille_Passoni il 19 aprile 2010
Ho presentato un'interrogazione volta a verificare il contenuto di una circolare interpretativa riguardante la procedura di emersione dei rapporti di lavoro domestico irregolari che sarebbe stata emanata dal Capo della Polizia Antonio Manganelli. La circolare sarebbe l'ennesima beffa contro i diritti dei lavoratori immigrati: in pratica, vanificherebbe la sanatoria sul lavoro domestico varata dal governo soltanto l'estate scorsa, in base alla quale è possibile regolarizzare colf e badanti con una semplice dichiarazione di emersione e il pagamento di 500€.

Il principio alla base della norma è che l'accettazione formale della domanda e la stipula del contratto di soggiorno estinguono tutti i reati pregressi, sia per quanto riguarda il datore di lavoro che per il lavoratore immigrato. Secondo la legge, la regolarizzazione è impedita soltanto in presenza di reati gravi, come il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Sembrerebbe una norma chiara, eppure l'interpretazione fornita dalla circolare Manganelli la complicherebbe sino a renderla inapplicabile e discriminatoria: sarebbe infatti possibile applicare la sanatoria ai lavoratori immigrati che hanno ricevuto un semplice decreto di espulsione, mentre sarebbe impossibile regolarizzare chi è stato condannato per non aver rispettato l'ordine di espulsione ricevuto dal questore.

Tale interpretazione creerebbe una discriminazione incomprensibile, equiparando stranieri effettivamente responsabili di reati (che non possono usufruire della sanatoria) e stranieri formalmente condannati soltanto a causa della loro permanenza irregolare nel nostro Paese, condizione che proprio la procedura di emersione avrebbe dovuto sanare! La circolare Manganelli trasformerebbe dunque la sanatoria in una specie di boomerang: le famiglie italiane in buona fede rischierebbero di favorire l'espulsione del lavoratore che avrebbero voluto regolarizzare.

Oltretutto, in questo modo si verrebbe a creare una confusione interpretativa gigantesca: come è facilmente prevedibile, il principale risultato della circolare Manganelli sarebbe l'aumento esponenziale dei ricorsi al Tar da parte delle famiglie che si vedranno respingere la richiesta di regolarizzazione, con l'effetto di congestionare ulteriormente il lavoro dei giudici amministrativi.
TAG:  LAVORO  IMMIGRATI  MANGANELLI  INTERROGAZIONE  BADANTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork