.
contributo inviato da team_realacci il 12 aprile 2010
Parte la strategia immobiliare del ministero della Difesa che ha deciso di valorizzare o vendere parte del proprio patrimonio.
Nel primo caso i militari hanno individuato 36 strutture da trasformare in spazi capaci di generare reddito. Nell'elenco sono, per esempio, compresi 12 fari, che, pur rimanendo in attività, potrebbero diventare alberghi a più stelle, sull'esempio di quanto gia' fatto in Sardegna nel faro di Capo Spartivento, il piu' antico dell'isola, che e' stato trasformato in un resort di lusso, anche se di notte continua a indicare la rotta ai marinai.
I 36 immobili resteranno di proprieta' della difesa, a differenza di altri 76 che, invece, saranno messi sul mercato e venduti ai privati dopo averne, d'accordo con i comuni interessati, modificato la destinazione d'uso, in modo da aumentarne il valore commerciale.
Sul quotidiano in edicola oggi tutti gli approfondimenti.

Fonte: il Sole 24 Ore
12 aprile 2009
Autore: Antonello Cherchi
TAG:  VENDITA  BENI  DIFESA  CASERME  FARI  ALBERGHI DI LUSSO  CAPO SPARTIVENTO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork