.
contributo inviato da cristina1950 il 7 aprile 2010

Prendendo spunto da un bel contributo di seamusbi, vi propongo un nuovo tema.

Vi prego di essere il più possibile concisi e rimandare ad altri post eventuali battibecchi.

Grazie a tutti e continuiamo a lavorare. Anche questo, se pur modesto, è un piccolo contributo per il cambiamento del nostro paese (soprattutto di noi stessi).

Buon lavoro.

Cristina

TAG:  PD  MESSAGGIO  PAESE  LAVORO DEL GRUPPO. 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
x claudio fondelli. La sinistra non è appetibile perchè richiede sacrifici?
allora incominciamo anche noi a fare questi discorsi:
volete voi che eliminiamo le tasse?
volete voi che troviamo la cura per il cancro entro 3 anni?
volete che vi raddoppiamo lo stipendio?
volete che reintroduciamo la bigamia?
volete il segreto per l'immortalità?

Allora date il voto al partito qualunquista populista della pagnotta PQPP.

A volte penso che quando gli autori di Asterix traducono S.P.Q.R. con Sono Pazzi Questi Romani, l'unico errore che fanno è che invece di Romani devono scrivere Italiani!
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
x seamusbl
Che Prodi lavorasse x Goldman lo sappiamo tutti, però non sono del tutto sicuro che quelli della DC avrebbero fatto meglio: Prodi è la DC!

Per quello che riguarda il valore dell'euro forse si poteva svalutare meno la lira, ma gli economisti pensavano che così facendo le nostre esportazioni si sarebbero avvantaggiate.
Se c'è stata una truffa è stata quella dei commercianti, che già il giorno dopo dell'entrata nell'euro, vendevano quello che costava mille lire a un euro.

Poi come ho scritto nella mia nota "la malattia del denaro" gli stessi commercianti hanno chiuso in massa in favore dei centri commerciali, perchè la gente (obnubilata), tardi, ma ha capito di essere inculata!

commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
Cavolo seamusbl inizio a pensare che la pensi come me per quello che riguarda l'economia, se hai un pò di tempo leggi qua, e poi dimmi che ne pensi.

http://fabiomarinelli.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2465515

Ovviamente l'invito è rivolto a tutti.

commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"if you wish i could care your sexual appetite and balance your mood"

yeah, that does turn me on,
A little less conversation, a little more action please
All this aggravation aint satisfactioning me
A little more bite and a little less bark
A little less fight and a little more spark
commento di claudio fondelli inviato il 8 aprile 2010
Stare a "sinistra" richiede dunque una consapevole disponibilità a rinunciare (in potenza) a qualcosa di proprio a favore di tutti (privilegiando una relazione interpersonale cooperativistica e di mutuo soccorso). Si tratta dunque di una scelta (e non di un'istinto naturale) che può dunque avvenire solo se si ha la consapevolezza necessaria a farla.
Per questo in un'altro post (l'analisi del voto) ho posto la questione della "cultura" come mezzo per far crescere nei cittadini-elettori la consapevolezza delle loro scelte. Consapevolezza che se resterà - come oggi - appannaggio di una minoranza di cittadini (il cds "ceto medio riflessivo") non potrà che comportare la perpetua sconfitta della "sinistra" anche nei rari casi di vittoria (temporanea) elettorale.
commento di claudio fondelli inviato il 8 aprile 2010
Senza voler sminuire il valore delle critiche (per lo più oggettive) rivolte alla classe dirigente del centrosinistra (che occorre dunque rinnovare culturalmente, qualitativamente e nella composizione, senza tuttavia cedere alla tentazione della "tabula rasa" che non farebbe altro che il "gioco" dell'avversario), vorrei ci si soffermasse maggiormente a riflettere sulle differenze intrinseche ed entrinseche tra ciò che per sintesi si può definire "destra" e tra ciò che si può definire "sinistra". Invitando, per chi ha l'opportunità di farlo a leggere un'interessante saggio di qualche anno fà - di Raffaele Simone - dal titolo "Il mostro Mite" (sottotitolo: perchè l'occidente non va a sinistra) che - a mio avviso - evidenzia con relativa chiarezza la "naturalità" della "destra" (dunque di maggiore identificazione/adesione) rispetto all'"artificialità" (intesa come non naturale, che richiede una scelta consapevole) della "sinsitra" e come questa richieda - ai fini della sua adesione - una "rnuncia" rispetto a ciò che potremmo - egoisticamente ed individualmente - disporre a differenza della "destra" che "offre" senza chiedere alcuna contropartita (anche se s tratta prevalentemente di un'illusione).
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"commento di fabio1963
hanno svenduto la rete autostradale ai Benetton, hanno svenduto la rete telefonica e adesso stanno svendendo quella degli acquedotti (ecc. ecc.), però"

Hanno disintegrato l'industria pubblica nazionale per fare i paggi di dio Goldman (i cui funzionari vengono mantenuti per le pubbliche relazioni).
Ah beh certo non sono stai i soli, ma che razza di consolazione e'? Semmai una aggravante per non votarli mai piu' dato che sono dissimulati.

"Poi bisognava entrare in Europa e non si poteva farlo certo in quelle condizioni..."

Infatti adesso per salvare i ladroni speculatori i governi iniettano immense quantitat' di denaro per socializzarli.
Il debito pubblico continua stellare, ma una sinistra seria non farebbe del terrorismo in merito.
l'ultima cosa infatti che preoccuca gli americani oggi e' il debito: non come i paggi di dio Goldman

"Ma siamo entrati in Europa per il rotto della cuffia e truccando i conti, quindi forse non si poteva fare meglio!"

Pensare che possa esistere una Europa Unita senza Italia e' una illusione. E doppia illusione pensare che Germania e Francia l'avrebbero tenuta fuori. Si sono inventati i parametri per mettere in deflazione l'Italia e annichilirla, altro che lasciarla fuori.

A creare i problemi all'Europa sono invece i tedeschi, che da crucchi imbalsamati osteggiano ogni iniziativa che sia intelligente e la frana cominca.

Bastava lasciar fare ai democristiani intelligenti e si sarebbe entrati meglio, invece...
commento di jasmin66 inviato il 8 aprile 2010
x seamusbi

you get better and better! ...if you wish i could care your sexual appetite and balance your mood! sto scherzando

vedi che se vuoi puoi essere simpatico! ciao torniamo all'argomento......
commento di maxo7533 inviato il 8 aprile 2010
Deve dire la verità sulla situazione economica, l'Italia stà fallendo e questo Governo contribuisce alla bancarotta.

Cosa sarà delle povere persone che fino ad oggi hanno tirato la cinghia per mandare avanti questo Paese?

Il PD ha il compito di non nascondere niente agli italiani altrimenti anche Loro saranno complici di questo Governo e verranno additati come colpevoli o peggio ancora, come incompetenti.

Quello che stà accadendo in Italia è vergonoso e un'opposizione seria deve informare i cittadini, le riforme necessarie al nostro Paese sono quelle economiche e prima di tutto la riforma fiscale o il federalismo fiscale, le altre riforme sono secondarie.

Perciò,spingere la Lega (unica interessata al federalismo) a questa riforma e portare in Parlamento le deleghe attuative, non possiamo aspettare molto, alla regia economica esiste un signore Che nel 2006, fece una finanziaria senza zeri e costrinse il Governo Prodi a fare una manovra correttiva da 20 miliardi nel Giugno 2007, oggi parlano di un buco di 5 miliardi, smentita prontamente dal Ministro Tremonti, ma chi ci crede? è possibile che in un paese normale l'opposizione non sia informata dei conti pubblici? ed allora si ritorna al discorso iniziale.
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"Inizio a pensare che per la terza cosa potresti essere anche contento purtroppo!"

yeah, e posso anche votarlo ma non adesso, e' troppo pericolosamente decadente.

And yeah i am waiting to be hired by him and maybe he should, at least i wouldn't screw him like his fucking bitches.

commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
In effetti seamusbl hai ragione per il neoliberalismo:
hanno svenduto la rete autostradale ai Benetton, hanno svenduto la rete telefonica e adesso stanno svendendo quella degli acquedotti (ecc. ecc.), però non è stata sempre la sinistra a farlo.
Poi bisognava entrare in Europa e non si poteva farlo certo in quelle condizioni in cui lo Stato deteneva tutte quelle imprese e aveva un debito pubblico stellare!
L'unica cosa da dire è che si doveva vendere a prezzi più alti o non vendere.
Ma siamo entrati in Europa per il rotto della cuffia e truccando i conti, quindi forse non si poteva fare meglio!
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"x seamusbi.

Hai dei grossi problemi. Se sei sempre cosi' offensivo che sembri un vero fascista.

O beota???!!! se vuoi migliorare il Pd potresti gia' cominciare da te...

ciao"

Oh Jasmin ti riveli meno intelligente di quanto appaia ad attaccarmi sul piano personale.
Non sono un fasciata anche se te lo ha detto il cialtrone fascistone Bocca.
i am just a sexual addict in search or already involved in no ordinary love.
So by love nature crazy.
Take care and have fun.
commento di Pino1954 inviato il 8 aprile 2010
Jasmin, intanto tutta la mia solidarietà per i tuoi problemi di lavoro.
Non vorrei poi che mi avessi interpretato in chiave troppo critica nei tuoi confronti per l'uso di quel termine. Comprendo benissimo e condivido sia l'incazzatura che l'incredulità. Io stesso in questo network in molte occasioni mi sono espresso con termini molto più decisi dei tuoi. A volte sono incontrollabilmente sanguigno, anche se cerco di moderarmi.
Mi premeva solo sottolineare che di questi connazionali dobbiamo farcene una ragione , non possiamo cambiarli a forza, dobbiamo capire dove sbagliamo noi nel farci capire (perchè e un fatto che noi sbagliamo molto), e trovare la via per scardinare il meccanismo. Ciao
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
Allora seamusbl come spieghi queste 2 cose sugli italiani?

1) al sud danno il voto alla destra che è alleata della Lega che vuole diminuirgli i soldi a pioggia;

2) al nord anche i dipendenti con bassi stipendi danno il voto alla destra che premia chi non paga le tasse; (http://partitodemocratico.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=post&pid=2467600)."

Caro Fabio1963 tu metti il dito nella piaga, ed io ho gia' spiegato ampiamente le ragioni in altre occasioni.

Il problema non e' neppure tanto del PD, che in qualche modo si carica pero' dell'eredita' (nefasta in vari aspetti) della sinistra.
Chi vota lo fa sulla base di una aspettativa, relativamente fondata o illusoria-non ha grande rilievo- di migliorare il proprio status o per lo meno di non franare.
La Lega riesce a trasmettere una idea magari ampiamente illusoria, di partito popolare, legato alla gente comune e ai suoi interessi. Illusione che Berlusoni ha trasmesso, non il suo partito di ruffiani e puttanieri e ladri, che infatti non miete molti consensi.

La sinistra, che e' stata la cinghia di trasmissione usata dalle elite per far accettare al popolo tutti i sacrifici, e' stata priva di una visione economica e sociale che non fosse il mainstream neoclassico, tradendo di fatto il popolo.
Da neofiti sono stati gli ultras neoliberali.

La gente ormai lo sa e non si fa piu' illudere, se devono e necessitano rincorrere illusioni si attaccano ad altri ritenuti piu' seri.
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
In effetti seamusbl pur non avendo del tutto torto nelle tue analisi graffianti pecchi in 3 cose:
1) hai un modo di scrivere sibillino, con dei periodi sconclusionati, e faccio fatica a comprendere il significato di quello che dici;
2) sarebbe meglio lasciare da parte le offese (che ti pare che noi non le sappiamo tutte le cazzate che hanno fatto Prodi, Bocca, D'Alema ecc. ecc.);
3) se continui così, c'è il rischio che il ber*lusca ti assuma come ha fatto con Sgarbi e soci urlatori.

Inizio a pensare che per la terza cosa potresti essere anche contento purtroppo!
commento di jasmin66 inviato il 8 aprile 2010
x seamusbi.

Hai dei grossi problemi. Se sei sempre cosi' offensivo che sembri un vero fascista.

O beota???!!! se vuoi migliorare il Pd potresti gia' cominciare da te...

ciao
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"Questo giocava tutto a nostro favore...E che ti fanno gli italiani?
Ridai fiducia alla destra... Ma allora significa che il paese è contento della situazione ? Che quelli che stanno peggio o sono insoddisfatti sono una parte minore?"

Eh Jasmin devi essere una donna passionale, come piacciono a me, solo che gli italiani non sono fessi.

Chi sono stati i piu' zelanti zeloti neoliberali in Italia, forse il grande papi delle troie (povero ignaro e rincitrullito) e Tremonti treconti, l'apostolo della cartolarizzazione qualche anno fa, o la politically correct sinistra?

Il sottosviluppato mentale Prodi non ti dice nulla...ma la lista e' lunga.
commento di jasmin66 inviato il 8 aprile 2010
x continua.

infine si vorrei dire che io non mi rassegno e che in qualche modo nel mio piccolo smuovo gli animi tutti i giorni.
Il PD comunque si , deve diffondere cultura, non cultura elitaria ma idee sane, nuovi progetti. Essere un veicolo di idee.
La gente va stimolata a riflettere altrimenti si va verso l'indifferenza totale.
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
Allora seamusbl come spieghi queste 2 cose sugli italiani?

1) al sud danno il voto alla destra che è alleata della Lega che vuole diminuirgli i soldi a pioggia;

2) al nord anche i dipendenti con bassi stipendi danno il voto alla destra che premia chi non paga le tasse; (http://partitodemocratico.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=post&pid=2467600).
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"Sono passato per alcuni innamoramenti, la Resistenza, Mattei, il miracolo economico, il centro-sinistra..."

Il citrullo omette di essere stato fascistone, perche' lui gli innamoramenti li ha passati davvero tutti, e cosi' i ricordi sono selettivi, tutti quelli che gli rimpinguavano il portafoglio.
Un cretino che si meriterebbe solo un palo in culo, invece dopo avere rintronato gli italiani per decenni adesso non soddisfatto li chiama di congeniti fascisti. Un vero fascista. E i coglioni da lui rintronati magari lo applaudono pure.
commento di matteo.g.k. inviato il 8 aprile 2010
Produrre cultura costa, e se si vuole farlo, seriamente, oggi si e' nelle condizioni peggiori possibili. Non a caso, i soliti noti (veri mascalzoni progettuali, i piduisti sanno cosa fanno e perche' lo fanno), tagliano i fondi per la cultura alle piccole associazioni e imprese culturali che fanno lavoro di base, tagliano partendo dal basso, dalla formazione degli artisti giovani, ad esempio, dalle piccole produzioni teatrali e musicali, dove, loro lo sanno, spesso nascono non solo critica e dissenso, ma anche idee, sogni, aspirazioni ad un mondo migliore.
Cosi', nel deserto di progettualita' culturale della sinistra... pote' molto piu' Mike Buongiorno (con tutto il rispetto), che mille discorsi politici, nell'acculturare la nuova Italia.
Eccezioni singole, tipo il Nicolini anni '80/'90, non bastarono a colmare il gap enorme tra arte e Paese.

Per ora, pero', non vedo nessun segnale di una spinta, verso un rivoluzionamento dell'azione culturale nel paese (il Pd sembra davvero occupato in chissa' cosa altrove).
La mancanza di un progetto culturale della politica, la si sente fortissima quando si va in un assessorato a discutere di partecipare alle attivita' di un comune, e si scopre che si ha davanti a se' un politico che "si vede" solo come un erogatore di soldi, (e qui nasce, infatti, il clientelismo imperante anche in questo settore) e che non ha mai nessun interesse al merito culturale di un progetto, perche', appunto, non ha come assessore un proprio disegno politico al quale un progetto puo' o meno corrispondere.
E agli italiani, le fasce meno acculturate in primis, non resta che guardare la Tv...
commento di jasmin66 inviato il 8 aprile 2010
risposta x pino1954.

Popolo beota.
E' ovvio che la mia è una esagerazione.

E' che ho un umore altalenante: a volte sono presa dal fuoco della passione politica e penso che prima o poi la gente tornera' ad apprezzare i valori sani della sinistra. E continuo a credere nel progetto del PD anche se c'è da lavorarci tanto.

Per come era il clima prima delle elezioni mi aspettavo piu' maturita' da parte dell'elettorato: la destra ha dato il peggio di se stessa, ha cercato di rimediare ai propri errori manipolando le leggi, ha fatto un casino con le liste elettorali sbagliate, ha insultato noi, ha fatto maninifestazioni di piazza demagogiche, ha tarpato l'informazione. C'è stato un po' di tutto.
la crisi economica continuamente negata.
Questo giocava tutto a nostro favore...E che ti fanno gli italiani?
Ridai fiducia alla destra... Ma allora significa che il paese è contento della situazione ? Che quelli che stanno peggio o sono insoddisfatti sono una parte minore?

Oppure chi non era contento ha deciso di non votare e questo è stato un danno.
Anche questo è un dato importante: dobbiamo recuperare i delusi.

Io in questo periodo ho avuto un problema con il lavoro( caso omega), ho fatto scioperi per 100 giorni nella mia citta', nella regione e a roma davanti a ministero dell'economia e a palazzo chigi. Ho conosciuto per le piazze tanta gente come me e come voi di tutta italia milano, torino, novara ...con gli stessi valori.

Ho incontrato tutti i politici o quasi del PD e ci ho parlato: Bersani per la strada di Roma che era venuto a darci solidarieta', Damiano, la Rosy Bindi è venuta a trovarci nelle ns sede occupata ,è venuto anche Di Pietro.
La regione toscana e i dirigenti del pd erano sempre da noi a darci supporto e solidarieta' anche la sera dopo cena passavano per parlarci quando non c'erano le telecamere delle tv locali.

Io ho fiducia nel Pd, visto come si muovono da noi non capisco perche' in altre z
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"Inutile presupporre che il popolo non capisca perchè è beota. Sarà anche vero in qualche misura, ma tant'è.
Se abbiamo poco di convincente da dire o se non riusciamo a farci capire, il problema è solo nostro."

Queste sono parole sagge, non quelle dei citrulli che incolpano il popolo in astratto, cosi' patetici e idioti da credere di ergersi al di sopra.

Anni di cialtroni e moralisti pseudointellettuali di sinistra, coltivatori del proprio portafoglio e agio, hanno diseducato il "popolo di sinistra" e ostilizzato gli altri specialmetne quelli ntelligenti.
L'attaccamento al bollettino delle troie ha fatto il resto.

Il PD parte quindi con un deficit di idee e di educazione storico , e in aggiunta in un contesto recessivo-depresivo mondiale, a tinte fosche per l'occidente, per cui organizzare una convincente e responsabile visione del mondo non e' facile e richiederebbe intelligenza e un minimo miglioramento del materiale umano.
Invece la scorciatoia e' stata seguire il bollettino fascista delle troie e demonizzare Berlusconi, come se gli italiani fossero tutti dei deficienti.
commento di lancillotto8777 inviato il 8 aprile 2010
Buongiorno sig.ra Cristina 1950 e un saluto ad ANPO

Se mi permette le dò un mio parere dall' "esterno" da elettore Forzanovista essendo anch'io all'opposizione di Berlusconi così come lo sono stato di Prodi.

Il mio giudizio è disinteressato in quanto non voterò mai il Pd e quello che rappresenta ovvero l'antifascismo di professione e fazioso, il catto-progressismo, il buonismo su certi temi ecc.

Dato che ho amici PD le dico quello che ho detto a loro.

Il PD se proprio dovrà salire un domani deve presentarsi come partito popolare con chiara connotazione verso il sociale, deve liberarsi degli affaristi e degli opportunisti che ha al proprio interno e denunciare chiaramente i poteri forti come le banche e gli altri agglomerati sovranazionali che strangolano i Popoli d'Europa con la scusa dei parametri da rispettare.

Questo però credo non avverrà mai perchè il centro-sinistra con Prodi, Amato, Ciampi ha sempre difeso gli interessi della grande industria, degli amici degli amici di capitalisti nostrani e i poteri forti antinazionali a cui hanno svenduto il 48% delle aziende pubbliche.

commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
«Sono certo che morirò avendo fallito il mio programma di vita: non vedrò l’emancipazione civile dell’Italia. Sono passato per alcuni innamoramenti, la Resistenza, Mattei, il miracolo economico, il centro-sinistra. Non è che allora la politica fosse entusiasmante, però c’erano principi riconosciuti: i giudici fanno giustizia, gli imprenditori impresa. Invece mi trovo un paese in condominio con la mafia. E il successo di chi elogia i vizi, i tipi alla Briatore».
Bhè in effetti Bocca in questa intervista all'Espresso del 2007 omette di dire che è stato fascista anche lui. Però proprio perchè è stato fascista sa cos'è il fascismo. Ricordiamoci anche che tutti gli italiani che adesso hanno dai 90 ai 70 anni hanno fatto quei pochi anni di scuola elementare sotto il fascio, dove, pur lasciandoli semi-analfabeti, gli è stato fatto un lavaggio del cervello. Quindi ci troviamo diversi milioni di anziani che hanno fatto una scuola all'incontrario (ed è l'unica scuola che hanno fatto), gli hanno insegnato la superiorità della razza, l'orgoglio dell'Impero, l'autarchia e tutte quelle cazzate che si insegnavano alle elementari dal 1922 al 1943.
Quindi ci troviamo di fronte ai giovani che gli hanno lavato il cervello con la TV e ai vecchi con la scuola. E si parla di una grossa fetta della popolazione!
Questo discorso è molto importante, ma nessuno mai lo dice: poi adesso stanno provando a fare revisionismo sui libri di scuola in modo che i nostri bambini delle elementari siano ipnotizzati più facilmente dalla TV!
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
Giorgio Bocca dice parole molto sagge:
"...una buona parte degli italiani è antidemocratica, è stata fascista e lo è ancora...il fascismo è nel DNA degli italiani,"

Giorgio Bocca e' uno dei mediocri opportunisti e citrulli che hanno infestato moralisticamente l'Italia per decenni, disinformato e fatto carriera con l'anticonformismo conformista facendo rincretinire gli italiani e denigrando i grandi della DC. Un vero antiitaliano del cazzo come invero si apostrofava.

Ora di fascismo lui, e quello del bollettino delle troie, se ne intendono parecchio, perche' ne fecero parte.
Pero' distribuisce la patente di fascista agli italiani e si attacca a presunti geni italiani del fascismo. Solo perche' i suoi amici fascisti non sono riusciti a turlopinare del tutto gli italiani.

Un emerito cretino, da inculare democraticamente per dargli il giusto premio.
commento di Pino1954 inviato il 8 aprile 2010
Jasmin, credo che dare del beota al popolo (anche se la tentazione di darti ragione è forte) ci aiuti poco a risolvere il problema.
Dobbiamo prendere atto che la situazione è quella che è e con questa dobbiamo confrontarci.
Meglio illudersi, magari più del lecito, di poter combattere una guerra con qualche speranza , che arrendersi alla situazione.
L'importante è farlo con convinzione e con pragmatismo.
Il pragmatismo mi porta a valutare l'appeal dei messaggi del PD e non sono d'accordo con te sul fatto che questi siano PD chiari.
Io sarò tardo, non lo nego, ma faccio fatica a capire quale sia il possibile programma di azione (non dico di governo) del PD. Stento addirittura a farmi una idea convincente e stabile su quali siano le sue idee di fondo, perchè ricevo continuamente messaggi contadditori su molte questioni.
Se poi questo nulla viene anche comunicato male, abbiamo davvero un grande problema.
Inutile presupporre che il popolo non capisca perchè è beota. Sarà anche vero in qualche misura, ma tant'è.
Se abbiamo poco di convincente da dire o se non riusciamo a farci capire, il problema è solo nostro.
commento di inviato il 8 aprile 2010
A che servono le intercettazioni,il legittimo impedimento,la riforma della giustizia?? A lui.Da 16 anni è il menu appestato che ci presenta il governo berlusconi.E sempre di questo menu il Pd deve occuparsi mentre il paese va a rotoli,tra disoccupazione,perdita silente di posti di lavoro,reddito che diventa sempre più esangue per tutti,mentre pochi si arricchiscono spaventosamente.Di questo deve occuparsi il Pd ,non di leggi e riforme ad personam che garantiscano una discendenza ad eredi,parenti ed amici degli indisturbati predoni della res pubblica italiana,i bossi,i berlusconi ,e via discorrendo.Il Pd sarà travolto se continua ad accettare il menu governativo.E meglio che si occupi dei broblem i reali del Paese e lo gridi con determinazione,in tutte le occasioni
commento di ErlKoniG inviato il 8 aprile 2010
Abbiamo dato milioni e milioni alle banche che stanno continuando a strangolare le PMI e i privati. Questi aiuti (a loro, che alla fine fanno utili) dovrebbero tramutarsi in altrettanti pacchetti azionari in mano allo Stato (cioè a noi). Gli aiuti di Stato (cioè nostri) devono tramutarsi in qualcosa che renda a noi. Sottolineare che lo Stato non è un nemico, ma siamo NOI tutti. Berlusconi attraverso Brunetta ha fatto passare il concetto che lo Stato è predatore, mette le tasche negli italiani, è fannullone, tira a fregare. Ma lo Stato siamo noi, quello che facciamo per lo Stato ci ritorna in servizi, istruzione, sanità eccetera. Noi diamo soldi (come se non bastasse il signoraggio...) alle banche, alle scuole private e alle imprese? Azioni, peso decisionale all'interno degli istituti scolastici privati che siano aperti a tutti, dato che le rette gliele strapaghiamo già in contributi, e la FIAT col cavolo che porta la produzione in Polonia. Ho letto dell'idea della lega di far eleggere dal popolo i giudici (leggasi: partiti politici, lobby e multinazionali), qual'è la posizione piddina su questo, dato che sembra non voler prendere parte (con il solito leonino coraggio) ad un referendum IDV per abrogare il legittimo impedimento (che correrò a firmare)?
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
Giorgio Bocca in questa intervista dice parole molto sagge:

http://vodpod.com/watch/2643736-giorgio-bocca-un-video-per-il-no-b-day

"...una buona parte degli italiani è antidemocratica, è stata fascista e lo è ancora..."
Sono convinto che "buona parte" significa "maggior parte".
Quindi non facciamoci illusioni: il fascismo è nel DNA degli italiani, per cambiarli bisogna fare oltre che una psico-terapia anche una terapia genica!

Mettiamocela tutta e può darsi che per motivi anagrafici (Bos*si e Berl*usca ormai hanno parecchi anni e uno sta pure male), o per altri motivi si venga a creare un vuoto di potere nella destra. A quel punto bisognerà avere le idee chiare e impedire che gli italiani si innamorino di un altro racconta frottole: pena altri 20 anni di ber*lusconismo-fascismo-populismo!
GLI ASTERISCHI servono a neutralizzare i motori di ricerca, ricordatevi "il nemico ci ascolta" e legge quello che scriviamo, copia e prende le contromisure!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
22 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork