.
contributo inviato da cristina1950 il 7 aprile 2010

Prendendo spunto da un bel contributo di seamusbi, vi propongo un nuovo tema.

Vi prego di essere il più possibile concisi e rimandare ad altri post eventuali battibecchi.

Grazie a tutti e continuiamo a lavorare. Anche questo, se pur modesto, è un piccolo contributo per il cambiamento del nostro paese (soprattutto di noi stessi).

Buon lavoro.

Cristina

TAG:  PD  MESSAGGIO  PAESE  LAVORO DEL GRUPPO. 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di frapem inviato il 9 aprile 2010
Caro Clint, il tuo no al presidenzialismo è motivato nel modo più folle possibile. Tu enumeri una serie di tragiche tipicità italiane, compreso Berlusconi, tutte figlie di questo sistema dalla Costituzione "interpretabile", macchinosa e inattuata, dal bicameralismo perfetto affollato e iper pagato, dalle istituzioni pazzesche, comuni da 46 abitanti altri da un milione e passa, veri covi del malaffare. Non vado oltre perchè il tuo ragionamente moltiplica la mia produzione di bile. Sappi camunque che per imporre un parlamentare ogni 560mila abitanti come in America, occorrerebbe assediare per parecchi mesi i palazzi del potere, io mi acconteneterei di uno ogni 250mila.

In quanto alle tasse da me proposte, esse sarebbe ben accettate dalla stragrande maggioranza degli italiani perc chè non colpirebbe i redditi medio bassi ma il tenore di vita.
Ricordo che il governo Prodi perse consenso non perchè tassò i ricchi ma perchè tasso il ceto medio basso, operai, impiegati, piccoli commercianti e piccoli imprenditori cioè la maggioranza degli italiani. Infatti la fascia irpef tassata al diciannove percento, fu spostata al 23% 4punti in colpo solo...sic.
commento di fabio1963 inviato il 9 aprile 2010
x fare una sintesi dei miei interventi in questo post il punto debole dell'impalcatura della destra è questo:

1) al sud danno il voto alla destra che è alleata della Lega che vuole diminuirgli i soldi a pioggia;

2) al nord anche i dipendenti con bassi stipendi danno il voto alla destra che premia chi non paga le tasse; (http://partitodemocratico.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=post&pid=2467600)."

Questa profonda contraddizione esploderà con il federalismo (ieri sera Tremonti ad Annozero si è ben guardato da trattare questo nonsense degli italiani).
Quando i sudisti si accorgeranno che la Lega gli toglierà i soldi finalmente apriranno gli occhi e diranno "ci hanno inculato!".
A quel punto il patto che tiene in piedi gli smandrappati populisti della destra crollerà come un castello di carte.
La sinistra deve prepararsi a questo avvenimento, deve fare un programma etico di solidarietà ed equità fiscale, ma soprattutto deve arruolare degli esperti in comunicazione, psicologi di massa e psichiatri per comunicare quali sono le sue riforme agli italiani.
Perche agli italiani non gli devi dire: facciamo un programma etico di equità fiscale per aiutare i più bisognosi, che significa togliere un poco ai ricchi per aiutare i più poveri (Robin Hood), agli italiani devi dire:
volete voi che eliminiamo le tasse?
volete voi che troviamo la cura per il cancro entro 3 anni?
volete che vi raddoppiamo lo stipendio?
volete che reintroduciamo la poligamia?
volete il segreto per l'immortalità?
Allora date il voto al partito qualunquista populista della pagnotta PQPP.
Da non sottovalutare che lo smottamento della destra è già incominciato con Fini: Vauro l'ha sintetizzato con la vignetta di D'Alema che dice a Fini: "Te l'avevo detto che porta sfiga dire agli italiani qualcosa di sinistra".
commento di viola16 inviato il 9 aprile 2010
per fare le riforme ci vogliono quattrini..risorse una sana GUERRA CONTRO L'EVASIONE, la vogliamo fare si o no? come giustamente si domanda quella persona squallida che e' feltri vedendo e fotografando le lunghe file in autostrada per le feste pasquali:a questi chi li da i soldi per mantenere questo tenore di vita? la risposta e' fin troppo semplice:noi.come del resto li diamo a lui,ma questa e' tutta un'altra storia.
commento di clint333 inviato il 9 aprile 2010
UN NO SECCO AL PRESIDENZIALISMO.
Oltre a quanto affermato da Di Pietro (niente finché ci sarà Berlusconi in vita), i motivi che rendono assurda l'ipotesi sono ben più seri.

In uno stato piegato sotto il potere del crimine organizzato, in un'era in cui i media devastano il 60% di menti deboli, creare le condizioni per concentrare in una sola persona il potere è suicida: tanto vale consegnare subito le chiavi del paese a Riina o a uno dei suoi eredi.

La seconda ragione sta nel fatto che in un paese dove non si applicano leggi antitrust nemmeno sui media, e in cui i giornalisti sono, unici in occidente, un ordine !, è meglio essere garantiti su ciò che accade ma anche sul potere di decidere da più persone possibile.
commento di maxo7533 inviato il 9 aprile 2010
Diciamo la verità, per rimettere in piedi questo Paese, serve una cura da cavallo e non possiamo raccontarla in campagna elettorale, come possiamo dire che l'Italia và rivoltata come un calzino, nessuno ci darebbe il voto.

Allora l'unica sistema per prendere voti è impaurire le persone del disastro imminente, mancano 5 miliardi, per un minor gettito dell'IVA, soprattutto evasa, i conti non tornano e sè l'opposizione tace, le persone sono tranquille, l'azzezzagarbugli, và martellato e sbugiardato in Parlamento.
commento di maxo7533 inviato il 9 aprile 2010
Credo che nessuno abbia una ricetta miracolosa per dare speranza a questo Paese lasciando le cose come sono, l'unica che oggi ci riesce è la Lega, sventolando la protezione del territorio, da la sicurezza contro il diverso e promette meno tasse con il federalismo, lasciando tutto come prima. l'idea è affascinante.

Allora rimane solo, puntare sugli sbagli dell'avversario, accentuandoli, il punto debole di questo Governo è l'economia, incalzare Tremonti, darli del bugiardo e impaurire le persone sulle catastrofi possibili con questo Ministro all'economia, (vi ricordate di Visco, la campagna che fù fatta, comprese anche un Generale delle fiamme Gialle).

Altrimenti, non avendo altro, ai cittadini non resta che votare PDL, non fà paura, lascia tutto com'è, gli evasori sono contenti, la Lega recupera gli scontenti del PDL e rivincono facilmente.
commento di alexbellotti inviato il 9 aprile 2010
Vivo tutti i miei giorni aspettando Godot (non me ne voglia Claudio Lolli). Aspettiamo, viola, aspettiamo...
commento di maxo7533 inviato il 9 aprile 2010
no-rating , tu l'hai buttata lì la separazione lega-pdl, ma non è tanto campata in aria, basta infilarsi nelle riforme, il federalismo è il cavallo di battaglia della Lega ed oggi il PDL, ha molti più problemi di ieri nell'approvarlo, poichè molte Regioni del Sud sono andate alla destra e i Parlamentari di quelle Regioni hanno più problemi ad approvare il Federalismo della Lega, Noi possiamo infilarci in quel varco, per cercare di far vedere tutte le contraddizioni di quell'alleanza.

Non sono le spese dei Parlamentari che possono sistemare i bilanci, la spiegato molto bene Travaglio, la spesa del Parlamento dal 2008 quanndo c'era la sinistra 4 milioni, siamo passati 5,3 milioni dopo 2 anni e gli stipendi sono 1 milione di euro, le vere spese sono gli sprechi.

Una cosa però possiamo dirla, i nostri Parlamentari, quando gli critichiamo, ci ascoltano, (i voli dei Parlametari con Prodi diminuirono perchè il paese si indignò, Berlusconi ci porta letterine,escort,cantanti, ecc.ecc.)
commento di alexbellotti inviato il 9 aprile 2010
A fine legislatura il PD dovrebbe presentare un piano serio riguardo alcuni punti essenziali per consentire al paese di vivere. Penso sia una questione di vita o di morte.
Riassumendo, ritengo che, per recuperare risorse finanziarie indispensabili e spenderle in modo appropriato i punti principali possano essere:
Energia, costi della politica e della pubblica amministrazione, grandi opere, pensioni e welfare, sanità, scuola, caste inutili e dannose
Energia: basterebbe ispirarsi alla Germania. Ricordo che la Confindustria Tedesca ha sul tavolo una piano per RISPARMIARE il 40% di energia entro il 2020. Questo obiettivo sarà unito ad una crescita che anche quest'anno sarà 4 volte quella italiana. Come fanno e faranno i tedeschi a consumare meno e a crescere molto di più che gli italiani ? Ce lo dica Bersani. Come faranno ? La risposta la sa, on. Bersani ?
Sono questi i veri temi che a fine legislatura consentiranno di perdere o vincere le elezioni.
Il vero tema vincente è quindi lo sviluppo in tutte le direzioni dell'Italia.
La vera domanda che, cari amici, ci dobbiamo porre è:
gli uomini che oggi guidano il PD, sapranno indicare agli elettori la via dello sviluppo a 360° ?
Sviluppo vuol dire crescita economica, culturale, etica.
Sviluppo vuol dire anche efficienza, organizzazione, giustizia, uguaglianza, servizi degni di un grande paese, informazione libera.
Ci dia delle risposte, on. Bersani, su questi temi.
I punti che ho messo in evidenza sono quelli che oggi ci hanno fatto precipitare nelle varie classifiche mondiali, indipendentemente da chi governa.
I punti di cui sopra ci fanno amaramente affermare che l'Italia è un paese sottosviluppato.
Si dia da fare, segretario, altrimenti continuerò a non votare PD.
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
Volete sapere qual'è la riforma + paradossale che si meritano quel 33% di liberi professionisti scrocconi, che pagano solo il 9% di tasse evadendo il 24%(statistiche cobas-istat) e danno il voto in massa alla destra?
Vogliono fare gli americani col sedere dei lavoratori dipendenti! E allora facciamo come gli americani! Li lasciamo liberi del tutto!
Però si devono pagare, ospedali, scuole, servizi ecc.!
Questa è la sola riforma contro questi scrocconi, e fatevi fare la ricevuta anche x il caffè da questa gentaglia!
commento di viola16 inviato il 8 aprile 2010
c'e' un'aria di attesa....un'atmosfera sospesa..aspettando godot
commento di no-rating inviato il 8 aprile 2010
Per vincere le elezioni deve frantumare il sodalizio lega-pdl. Non e' impossibile. Basta che la Lega si presenti da sola nel 2013 e ce la possiamo fare. Il pdl ha bisogno degli sprechi siciliani (ed ora anche campani-calabresi), la Lega non puo' permettere si facciano durante il suo governo.
Una volta al governo deve:
- tagliare (il giorno dell'insediamento, magari dopo aver firmato un bel contratto mediatico) il costo di parlamento e ministeri: stipendi e non licenziamenti!
- produttivita', produttivita', produttivita'! a costo di inimicarsi tutti gli statali. Anche qui nessun licenziamento (o quasi), solo lavorare meglio!
- sulla competitivita' delle nostre industrie non so cosa possa fare il governo. La cosa sicura e' che bisogna demolire il miraggio dei soldi facili: la finanza NON PUO' RENDERE PIU' DELL'INDUSTRIA. Deve essere urlato a gran voce.
commento di alexbellotti inviato il 8 aprile 2010
continua..
Altri 2 miliardi all'anno per 15 anni per cui siamo già a 17/18 miliardi/anno.
Per le centrali nucleari siamo al ridicolo. Scaiola, che evidentemente ignora cosa significa anche solo la parola 'nucleare', vuole costruire 4 centrali per un totale di 6/7 gwatt. Una miseria per un piano nucleare serio. Tutti i paesei che utilizzano il nucleare hanno almeno il 25/30% del fabbisogno di energia elettrica da nucleare per cui, in Italia, occorrerebbero almeno 15/18 reattori per un totale di 25 Gwatt che, in miliardi di euro, fa oltre 100.
Possiamo anche aprire un tavolo di discussione sul nucleare. Ritengo che la scelta del nucleare sia una follia economica. 120 miliardi di euro, in 25 anni, fanno 5 miliardi all'anno di costi. Poi passeranno altri 7 anni per avere, ALLE CONDIZIONI ODIERNE, un rientro 'energetico' dell'investimento. Alle condizioni odierne, appunto. Fra 30 anni chissà..
E siamo ormai a 25 miliardi di euro...
Evasione fiscale.
I nostri politici sanno perfettamente come si fa recuperare almeno il 30% dell'evasione accertata (altri 30 miliardi di euro).
Non si può, caro frapem, aumentare le tasse, anche se queste colpiscono chi può pagare. Per una volta sono in disaccordo con frapem...
Ecco scovati i 50/60 miliardi di euro.
Sappiamo ovviamente tutti chi evade le tasse e cosa bisognerebbe fare per evitare l'evasione: basterebbe copiare uno dei qualsiasi 'sistemi fiscali' esistenti nei paesi europei evoluti.
Poi occorre avere il coraggio di modernizzare il paese colpendo ad le inutili caste che imperano ormai da decenni: frotte di notai, avvocati, commercialisti. Una specie di cricca in combutta con chi sta in parlamento e negli enti locali. Si sa, sono pochissimi gli ingegneri in Parlamento. (Castelli non porta onore alla categoria...).
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
x frapem. La sinistra non è appetibile perchè richiede sacrifici?
allora incominciamo anche noi a fare questi discorsi:

volete voi che eliminiamo le tasse?
volete voi che troviamo la cura per il cancro entro 3 anni?
volete che vi raddoppiamo lo stipendio?
volete che reintroduciamo la bigamia?
volete il segreto per l'immortalità?

Allora date il voto al partito qualunquista populista della pagnotta PQPP.

Invece tu frapem vuoi rimettere l'ICI, aumentare le tasse, diminuire gli stipendi. Ma allora 6 di sinistra, 6 un comunista. Non vincerai mai le elezioni!
Ovviamente sto scherzando, però abbiamo a che fare con gente così e con elettori con elettroencefalogramma piatto, 6 sicuro che queste tue riforme verranno accettate?
commento di alexbellotti inviato il 8 aprile 2010
Vorrei ancora 'dare i numeri'. Ritengo possibile che si possa recuperare, ogni anno, almeno 50 o 60 miliardi di euro (pari a 2,5 punti di PIL circa).
Vediamo come può essere possibile, in 3 o 4 anni avere risorse cos' ingenti spendibili in parte per ridurre il debito e in parte per modernizzare il paese.
A regime (3 o 4 anni) si potrebbe:
- risparmiare almeno 10/12 miliardi di euro con la progressiva eliminazione delle province, delle comunità montane e con l'accorpamento di comuni vicini con meno di 5000 abitanti.
- risparmiare altri 2 miliardi di euro allineando i costi della politica italiana ai costi della politica tedesca, pesati con gli stipendi italiani. Ad oggi, un deputato italiano costa 1,5 milioni di euro all'anno contro circa 700.000 di una analoga figura tedesca. Visto che gli stipendi medi degli italia9ni (operai, impiegati, statali) sono circa il 60% di quelli dell'analoga figura tedesca, un deputato italiano DEVE costare il 60% di 700.000 e cioè 420.000 costerebbe comunque il doppio di un deputato spagnolo...) Quindi 1 miliardo e passa di risparmi solo con i costi dei deputati. Se estendiamo questo ragionamento ai comuni e alle regioni ecco che i 2 miliardi di euro sono anche pochi.
E si arriva a 15 miliardi di euro.
Ragionando a livello di appalti per grandi opere, Bersani ci deve spiegare come mai la TAV, in Italia, costa 3 o 4 volte quella francese. Bersani non può non sapere.
Ottenute le spiegazioni occorre pensare ai rimedi. Anche crudeli, come affidare gli appalti a compagnie estere e non per forza all'Impregilo di turno.
E' evidente che alcune grandi opere sono anche inutili. Mi riferisco al Ponte sullo stretto (previsti 8 miliardi di euro ma si sa, in Italia si triplica..) e al buco in Val di Susa. Le centrali nucleari meritano più spazio.
E' evidente che altri miliardi di euro si possono risparmiare semplicemte non facedo queste 2 opere che, lo ricordo, costeranno almento 30 miliardi di euro in 15 anni (altri 2 m
commento di maxo7533 inviato il 8 aprile 2010
Basta recuperare l'evasione 300 miliardi di imponibile e non c'è bisogno di nuove tasse.

Sè poi aggiungiamo l'onestà degli amministratori l'Italia diventa la svizzera, oggi siamo la Grecia, frà corruzione ed evasione la superiamo.
commento di NicolasWoods inviato il 8 aprile 2010
Il PD si deve presentare "rinnovato" e al "servizio del cittadino".

Il messaggio che il PD deve dare all'Italia è che il partito è attento ad ascoltare i cittadini e a dare loro delle risposte rapide ed efficaci.

Ovviamente il messaggio sarà credibile se accompagnato da fatti concreti.
commento di frapem inviato il 8 aprile 2010
Subito riforme vere, e in parallelo, senza un prima o un dopo, un pacchetto di quattro o cinque richieste immediate che peschino risorse nel macroscopico mondo della diseguale distribuzione della ricchezza.

Subito una riduzione del venti percento degli stipendi pubbici e parapubblici superiori ai dieci mila euro, del trenta se superano i quarantamila euro e così via raddoppiando.

Ripristino dell'ici sulle case del valore superiore al milione di euro, raddoppio del bollo di circolazione per auto superiore 1800 di cilindrata, aumento dell'iva sullo champagna, i super alcolici, i vini pregiati. Raddoppio delle tasse di ormeggio per grosse imbarcazioni.
Raddoppio della prima tassa universitaria per famiglie aventi redditi superiori ai quindicimila euro procapite. Volantiniamo le città con queste, e magari altre proposte e prepariamo una grande manifestazione, affinchè il governo le accolga.
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
Ad ANNOZERO Santoro sta parlando delle stesse cose che scriviamo noi: incredibile coincidenza!
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"Per questo in un'altro post ho posto la questione della "cultura" come mezzo per far crescere nei cittadini-elettori la consapevolezza delle loro scelte. Consapevolezza che se resterà..."

Magari ti hanno tolto qualche finanziamento culturale e sei incazzato (fosse per me farei tabula rasa considerato il livello di clientelismo e cialtroneria con cui sono gestiti tali finaziamenti che in generale foraggiano somari raccomandati), ma non serve a nulla che cocntinui a ripetere le stesse cose astratte in tutte le salse.

E' evidente che la sinistra dominata dagli pseudointellettuali e culturame attenti al proprio portafoglio ha diseducato.
Il PD deve ripartire da un progetto educativo (occore offrire una alternativa a chi disperatamente (e pericolosamente) si rifugia nel niente della Lega) ma deve essere razionale e credibile, cosi' come urgente e' una scuola di partito e di economia.
Solo che bisogna individuare le idee su cui imperniare il tutto, quello e' il problema (e vi sono grossi interessi da parte per esempio del bollettino delle troie e altri contro le idee intelligenti), li' e' il terreno cruciale di conflitto su cui si definisce la sopravvinza del PD e la sua evenutale scelta popolare, il tuo astrattismo diventa coreografia.
commento di jasmin66 inviato il 8 aprile 2010
altro importante messaggio da dare al paese: RECUPERIAMO L'INDUSTRIA IN ITALIA.

Il governo sta permettendo lo smantellamento di tutte le industrie.
Smantellamento fisico, delocalizzazione delle aziende, speculazioni finanziarie.


Guardate ANNOZERO: fanno un servizio sul Petrolchimico ENI VINYLS a Porto Torres, Ravenna e Porto Marghera.

Come è successo alla AGILE EX EUTELIA , quasi tutti ingegneri ex olivetti che ora sono in balia di una societa' fantasma.

Vediamo cosa dice Tremonti

commento di maxo7533 inviato il 8 aprile 2010
Le privatizzazioni servirono per diminuire il debito pubblico, perchè i parametri di Maastricht prevedevano un debito pubblico più basso, la cosa che è mancata sono le liberalizzazioni, il Trattato di Maastricht fù messo in opera da Andreotti e credo che più democristiano di Lui non si possa.

Per quanto riguarda l'Euro Cianpi voleva un rapporto lira/marco a 1.000 lire ma i tedeschi non accettarono, una lira più svalutata avrebbe aiutato l'esportazioni, cosa è successo quando è entrato in vigore l'euro?
gli industriali non potendo svalutare la moneta, come avevano sempre fatto(invece dell'innovazioni) hanno abbassato gli stipendi con il consenso del Governo Berlusconi (unica liberalizzazione legge Biagi) mentre le altre sono state tutte disattese,anzi oggi hanno tolto anche la lenzuolata Bersani, i commercianti aiutati dal Gevrno Berlusconi hanno alzato i prezzi e il ministro Tremonti la colpa l'ha data all'euro di moneta(lo voleva di carta), ecco chi ci ha governati in questi anni, persone che hanno arricchito il proprio elettorato a scapito dei lavoratori, il fatto è che molti lavoratori votano Destra contro i loro interessi, ha ragione Claudio manca la cultura, altrimenti questi col cazzo, voterebbero PDL.

I commercianti inizialmente guadagnarono raddoppiando i prezzi, ma sè gli stipendi non aumentano, di conseguenza il consumatore è costretto a cercare i prezzi più modici o rinunciare a spese supeflue , per poter arrivare alla fine del mese
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
Scusate mancava un pezzo!
"Più mediocremente Tremonti ultimamente stava pensando di attuare il "demurrage" aumentando semplicemente l'IVA: http://pagni.blogautore.repubblica.it/2010/01/07/se-si-arrabbia-la-partita-iva/, infatti sembra che sia l'unico tipo di tassa che il governo riesca a riscuotere senza grosse evasioni. Ovviamente la prima IVA raddoppiata è stata quella di SKY."
commento di pmarmonti inviato il 8 aprile 2010
Io non so se divago dal tema, ma mi sembra che il conflitto di interessi forse è la cosa principale che deve farsi carico il PD, e attuarlo.
Mi spiace ma se non si risolve quello non se ne esce più da questa situazione, e iniziare a fare riforme, non diamo sempre colpa al popolo.
commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010
Caro lancillotto8777 siamo qui x il bene del Paese e non conta se uno è di estrema destra o sinistra o centro.
Se qualcuno può aiutare x non far affondare la barca, è sempre ben accetto il suo consiglio. Comunque se leggi la mia nota sulla "malattia del denaro", ho scritto molte volte che le teorie economiche che appoggia l'estrema destra a volte coincidono con quelle dell'estrema sinistra (gli estremi si toccano).

"Bisognerebbe tassare di meno i redditi provenienti dal lavoro e tassare di più le rendite capitalistiche.

Qualcuno per provocazione ha riproposto le teorie di Ezra Pound:

- Teoria di Clifford Douglas: ritenne allora che la differenza fra salario effettivamente elargito e potere d’acquisto dovesse essere colmato direttamente dallo Stato con l’emissione corrispondente in carta moneta di un “Credito Sociale”;
- Teoria della “moneta prescrivibile” di Silvio Gesell: mettere una marca da bollo ogni anno sulle banconote per incentivarne la circolazione. Rendendo deperibile anche il denaro viene a cadere il mito del denaro e la sua differenza dalle merci che per lo più sono deperibili. In questo modo il denaro diverrebbe più umano e verrebbe usato per quello che realmente serve (Tra il 1932 e il ’33, riuscì ad emetterla il borgomastro di Wörgl, nel Tirolo, risanando le disastrate finanze del piccolo paese in meno di due anni).
- Teoria di Auriti: esperimento SIMEC (http://it.wikipedia.org/wiki/SIMEC -http://www.youtube.com/watch?v=e3TizWp67WU).

Spiegazione di queste teorie: http://it.wikipedia.org/wiki/Fiscalit%C3%A0_monetaria -http://it.wikipedia.org/wiki/Demurrage_(moneta). Quello che è interessante di queste teorie è che c'è una convergenza dell'estrema destra con l'estrema sinistra (gli estremi si toccano), con proposte di legge simili negli opposti schieramenti.

Più mediocremente Tremonti ultimamente stava pensando di attuare il "demurrage" aumentando semplicemente l'IVA: http://pagni.blogautore.repubblica.it/201
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"La "sinistra" è piu' vicina ai poteri forti del centrodestra.
Non a caso alle riunioni della loggia massonica BILDERBERG è sempre presente anche Prodi, Padoa Schioppa ecc."

Questo e' un dato di fatto (e la DC doveva essere disintegrata per ragioni importanti) e a proposito di messaggio la sinistra non ha saputo minimante presentare una prospettiva diversa dal neliberismo che non fosse quella di agire da chinghia di trasmissione delle elite.In Inghilterra Tony Blair e' stato una farsa, piu' a destra della Thatcher, il problema e' della sinistra in generale, che e' diventata paggio di dio Goldman e ha lasciato la popolazione da sola, e poi quelli hanno lasciato il PD da solo alle elezioni.

Per lo meno i cialtroni e ladroni della sinistra radicale li hanno annientati.
commento di lancillotto8777 inviato il 8 aprile 2010

commento di fabio1963 inviato il 8 aprile 2010

mi scusi se mi intrometto, sono un ForzaNovista vorrei che non mi insultasse.

Le svendite del comparto pubblico e delle aziende italiane a basso costo agli squali della finanza anglo-israelo-americana le ha fatte il centrosinistra con Amato che ha privatizzato pure la Banca d'Italia e gli Istituti Pubblici, Prodi che oltre a dare appalti a società colluse con la Camorra come l'ICLE e la CONDOTTE da presidente IRI per costruire la tratta ferroviaria Roma-Napoli, ha svenduto l'ALFA ROMEO alla FIAT nonostante l'offerta vantaggiosa della FORD, la CIRIO a imprese amiche e Ciampi che ha svenduto a palate i titoli di Stato!

La "sinistra" è piu' vicina ai poteri forti del centrodestra.
Non a caso alle riunioni della loggia massonica BILDERBERG è sempre presente anche Prodi, Padoa Schioppa ecc.

Detto questo anche Berlusconi e Tremonti di disastri ne hanno fatti parecchie (Cartolarizzazioni, Finanza Creativa) ma diciamo che i Poteri Massonici Antinazionali preferiscono un centro-sinistra italiano al governo piu' incline ai loro diktat ed esecutore materiale.

Un saluto
commento di seamusbl inviato il 8 aprile 2010
"Che Prodi lavorasse x Goldman lo sappiamo tutti, però non sono del tutto sicuro che quelli della DC avrebbero fatto meglio: Prodi è la DC!"

Daro' un'occhiata al blog piu' tardi.

Prodi era per modo di dire la DC, tutti i democristiani intelligenti sapevano e sanno che e' uno che ha combinato piu' danni di ravetta, per cui lo trattavano a pesci in faccia e lo avrebbero cacciato a pedate.

Il problema dei commercianti e' molto relativo, un problema secondario. Se non che adesso stanno chiudendo a file.
Ovvio che i furbi ci sono stati e ghiotta era l'idea di far passare un euro per mille lire,almeno si sarebbero dovuti imporre doppi prezzi per un anno.

In pratica pero' da anni vi era una spinta inflazionistica da costi e soprattutto da tasse repressa che in qualche modo, piu' lentamente o velocoemnte si sarebbe manifestata.

L'inculamento degli italiani (e altri europei) non viene tanto dai commericianti, ma dal tipo di politica economica e monetaria deflazionistica e senza futuro scelta. E adesso cominciano le frane.

commento di pmarmonti inviato il 8 aprile 2010
che tristezza, parole,parole e come al solito martellate addosso.
sapete cosa vale le persone? anche quelle indigenti e quelli ignoranti (mafia,Chiesa e potere, hanno sempre vissuto su questo)quello di ieri alle iene che parlava male di un responsabile della CGIL (15min. a parlare male della CGIL, e alla fine 2 secondi per dire che chi ha fatto quello era stato espulso dalla CGIL)cosa si è capito, sindacalisti di sinistra del cavolo.
La prima cosa è il conflitto di interessi.
Secondo portare conoscenza.
commento di cristinasemino inviato il 8 aprile 2010
Grazie dei contributi, ma vorrei che non divagassimo troppo dal tema.
Se evitiamo le solite polemiche e battibecchi tra noi è meglio.
Chi è interessato a proseguire questo impegno (perchè tale è per tutti) lo faccia in modo propositivo.
Se le cose andassero bene nel PD e nella nostra Italia, credo non saremmo qui a "perdere il nostro tempo".

Lancillotto

Sarai anche di forza nuove, ma capisco di più i tuoi commenti di quelli di molti altri. Quello che dici sulla connotazione sociale che il Pd dovrebbe darsi è anche la mia visione del PD. Penso che, se le persone di buona volontà di destra e di sinistra riuscissero a parlarsi come facciamo noi da molto tempo, avremmo un'Italia migliore.
Ciao!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
22 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork