.
contributo inviato da cristina1950 il 7 aprile 2010

Prendendo spunto da un bel contributo di seamusbi, vi propongo un nuovo tema.

Vi prego di essere il più possibile concisi e rimandare ad altri post eventuali battibecchi.

Grazie a tutti e continuiamo a lavorare. Anche questo, se pur modesto, è un piccolo contributo per il cambiamento del nostro paese (soprattutto di noi stessi).

Buon lavoro.

Cristina

TAG:  PD  MESSAGGIO  PAESE  LAVORO DEL GRUPPO. 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di cristinasemino inviato il 7 aprile 2010
Matteo, ho inviato il post a Bersani questa mattina. Diamogli tempo. Spero che risponderà.
commento di cristinasemino inviato il 7 aprile 2010
Tanti auguri a Nina, salvatore. Speriamo di consegnarle un mondo più giusto e più onesto di quello attuale, quando sarà grande.

Per messaggio intendo: cosa vuole proporre agli Italiani il PD per rinnovare il paese e come intende farlo stando all'opposizione.

commento di matteo.g.k. inviato il 7 aprile 2010
Ho letto il post di proposte dal gruppo tema 1.
Molto interessante, per me anche davvero condivisibile, ma.....
Quali risposte dalla Direzione Centrale del Partito?
Si sono forse degnati di parlare con noi?
Bersani ha scritto forse un post di risposta, come se fosse uno di noi?

Ecco, il messaggio di "muro di gomma" che viene dai dirigenti del PD, e' sconfortante, e parla di un PD lontano dalla realta' e dalle persone.
Un vero suicidio.
La Lega gira con i suoi camioncini, porta a porta, tutto l'anno, ecco perche' incassano voti, perche' parlano con la gente.
Ecco, il PD, come messaggio forte al Paese, dovrebbe proprorsi come un luogo politico concreto e reale, con il quale si puo' parlare sapendo di essere ascoltati, non solo pro forma.

E poi....

Il progetto del PD, le idee del PD, quali sono?
Bisogna chiarire almeno tre o quattro cose su cui potere avere certezza.
Al momento, chi vota PD lo fa solo per votare a sinistra, o contro il governo. Io stesso non so piu' cosa vuole davvero realizzare il PD, come politica per l'Italia.

Un auspicio forte....

Portare avanti i giovani del PD, senza indugi, guardare al futuro, subito.
Auspico una operazione di ricambio generazionale, una sorta di nuova Bolognina.
Non c'e' nessuna aria di cambiamento nel PD, al di la' dei tanti commenti sul web che lo invocano, ma che sembrano davvero inascoltati, infatti Bersani non si degna nnemmeno di scrivere un misero post in merito.
Non basta mandare la bravissima Serracchiani in Tv, per farci vedere che le cose cambiano nel PD...

La vicenda Vendola, osteggiato palesemente dal partito, non ha tutt'ora generato NESSUNA AUTOCRITCA nel PD. Il fatto che nel PD sia facilissimo "lanciare il sasso e nascondere la mano", ne mina profondamente la credibilita'.
Come fa un elettore stufo delle solite manfrine politiche, a votare per un PD che mostra di saper dire una cosa e il suo contrario, nel giro di pochi giorni e
commento di cilloider inviato il 7 aprile 2010
Uff !!!

Magari Non questo

commento di salvatore1 inviato il 7 aprile 2010
Cara Cristina, grazie per il tuo lavoro. Purtroppo, a causa della nascita della mia nipotina Nina, ho dato un contributo marginale al dibattito. Provo adesso a dare un contributo concreto,peraltro, coerente, mi pare, con il commento di amphioxus.
Il PD deve essere visibilmente e concretamente il Partito della trasparenza e del lavoro. Questo significa che:
Ai cittadini (a partire dai giovanissimi)deve essere chiaro a quali competenze possano aspirare, grazie a strutture formative, orientative e valutative da riqualificare in profondità.
Il lavoro deve essere COMUNQUE garantito, penalizzando il disimpegno e valorizzando l'impegno, ma COMUNQUE garantito.
Al disoccupato, dopo un tempo ragionevole,deve essere assicurato comunque un lavoro, magari a termine e nella forma di CATEGORIA PROTETTA, nel mentre è assistito a ridefinire obiettivi realistici di carriera.
Deve essere generalizzato il prestito di onore, come strumento di sostegno in prospettiva per ogni transizione (a partire da attività autonoma, casa, etc).
Il PD deve parlare a tutti, compresi i piccoli imprenditori dimenticati, anche quando si illudono di essere artefici del loro successo o attribuiscono agli altri (Cina, sindacato, etc.) le ragioni del fallimento; a tutti deve chiarire, con la PEDAGOGIA POLITICA e con concrete proposte di politica fiscale e di protezione sociale che la produzione della ricchezza è sempre un RISULTATO SOCIALE e che anche la povertà o il fallimento lo sono (vedi i 14 suicidi di imprenditori del nordest, su cui prossimamente vorrei ragionare).
commento di ucinga inviato il 7 aprile 2010
Secondo me il pd dovrebbe fare proposte perchè se si limita a criticare quello che fa il governo(pessime proposte MA LE FA)senza alternative viene automaticamente immedesimato nella mala sanità,pessima P.A.,scuola allo sbando etc.per cui paga dazio.Non servono proposte generiche tipo vogliamo una scuola migliore una buona P.A.,etc. anche perchè non ho mai sentito dire da destra il contrario!!!per cui i guru del partito si sveglino e invece di sprecare le meningi a come assegnare le sedie difendendo i privilegi partitici presentino riformeche si suppone siano di sinistra.Cristofero
commento di Pino1954 inviato il 7 aprile 2010
Al dilà delle formule e delle tecniche comunicative, io penso che prima di tutto il PD deve avere una idea coerente di paese e di società, deve renderla concreta con una base programmatica solida e coperta sul piano finanziario .
Deve avere un progetto degno di questo nome e presentarlo con convinzione e con entusiasmo. Altrimenti di che parla ?
La gente ha bisogno di ideali, di obiettivi e di idee belle su cui impegnarsi. Un programma serio che li realizzi non può non essere vincente.
Sul piano comunicativo concordo con Amphioxus : si e no netti. Nessun tentennamento.
Dissento su Berlusconi. Io da ora in poi non ne parlerei più e mi riferirei, piuttosto in modo asettico all'operato del governo.
Un commento sul Bersani di ieri sera a otto e mezzo (LA7)
Quando parla da tecnico, da economista, da potenziale ministro, è davvero un personaggio di spessore, che dà fiducia di sapere di cosa sta parlando.
Quando fa lo stratega politico, beh...è un'altra cosa.
commento di nonnapapera inviato il 7 aprile 2010
ritengo che il tema principale debba essere quello fiscale, che il PD ha sempre lasciato appannaggio del centrodestra. Quale modello? Dal modello discendono le risorse fianaziarie, scelto il modello quali controlli? E quindi lotta all'evasione e con quali modalità? Come si accellerano i tempi di recupero? Come distribuire le risorse per far ripartire il paese? quali sono le reali priorità? Insomma un discorso serio, pulito, chiaro, comprensibile e condivisibile e realistico. Smettiamola di aspettare per vedere quali saranno le proposte del centrodestra, cerchiamo subito di individuare un eprcorso e percorrerlo fino alla fine senza tentennamenti, distinguo, personalismi.
Sandra
commento di amphioxus inviato il 7 aprile 2010
se per messaggio si intende come porsi per presentare le idee del partito io ritengo che la tecnica di ignazio marino sia la più efficace: si netti e no netti per presentare le proposte...stiamo ad inseguire sempre i capricci di berlusconi...
ritengo che una frase del tipo vada ripetuta come un disco rotto:"berlusconi pensa a questo, mentre sarebbe utile pensare al bene del paese con proposte del tipo del lavoro con proposte ecc ecc..."
alla fine entrano nella testa della gente se fatte fino alla nausea. e lui sarà costretto ad un angolo perchè apriremo un fronte...
d'altronde franceschini all'inizio ci stava riuscendo ricordate con l'assegno di disoccupazione.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
22 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork