.
contributo inviato da MarcoBorciani il 30 marzo 2010

Il day after di queste Regionali, deve far riflettere il PD (perché forse altri che dovrebbero non lo faranno mai).
Innanzitutto, dobbiamo riflettere sulla presentabilità delle persone: faccio solo i nomi di De Luca e Loiero per dire tutto quello che penso. In due regioni in cui sapevamo di perdere mesi e mesi fa non era possibile scegliere personaggi dubbi o di poco appeal, biosgnava tentare il tutto per tutto.
Poi, su come si siano spesi in campagna elettorale i nostri portavoce. PARLARE AD UNA SOLA VOCE NON VUOL DIRE CHE PARLA SOLO UNO, MA CHE IN TANTI DICIAMO LA STESSA COSA!!!! Se il PD non impara dal PDL, in cui x ogni cosa parlano almeno in 7 o 8 (da Bocchino a Capezzone, passando per Bonaiuti & compagnia (va)ca-ntando), non riuscirà mai a farsi notare. In questo, poi, Cota ha costruito un successo: lui ogni 3x2 parla, e parla di Federalismo Fiscale (quell’oscuro figuro di cui a destra parlano tanto, ma che poco conoscono), e a forza di parlare qualcuno che lo stesse a sentire anche in Piemonte l’ha trovato….
Una missione fortissima che il PD si deve dare, da oggi alla prossima tornata elettorale (che temo sia nel 2013) è quella di intercettare e accalappiarsi i voti del Movimento dei grillini. Quel voto di protesta (che nella rossa Emilia ha portato a casa un bottino del 7%!!!) va capito, ascoltato, recepito ed elaborato: quei voti sono nostri e ce li dobbiamo riprendere!
Ancora, l’UDC ha avuto una batosta di non poco conto. Anche in Emilia dove, appunto, col suo 4,1% è sonoramente dietro a Grillo. Che forse sia finita l’epoca in cui potesse attecchire la politica ideologizzata di Andreotti?
Avanti. Al Cavaliere con macchia e senza remora (perché macchie – giudiziarie – ne ha parecchie, paura assolutamente, forse nemmeno del Soprannaturale) paga sempre la politica del vittimismo facile, dell’assalto mediatico e volgare all’avversario. Pagano le bassezze, pagano le offese, paga la tracotanza (quella per cui nella mitologia greca antica ci si attirava sempre l’ira degli dei, oltre che quella umana), pagano le falsità e le offese gratuite a chiunque. Ma soprattutto, paga l’ignoranza! (e qui mi fermo…)

Il misero 7 a 6 che il centrosinistra porta a casa è una vittoria dimezzata. Ancor più se si pensa a cosa si è perso. Personalmente, non mi disgusta la sconfitta in Campania e Calabria: voglio vedere alla prova dei fatti come il centrodestra saprà distruggere e far regredire ulteriormente queste due regioni martoriate sia da un Governo locale non eccelso che da forme tumorali societarie inestinguibili, ahimè.
Mi tormenta nell’intimo e mi dilania la sconfitta in Piemonte e Lazio: due regioni così, pur per poco, non erano da perdere! E pensare che in Lazio la (s)Polverini non vantava l’appoggio del PDL a Roma!!! Abbiamo perso anche senza una lista loro: anche qui ha pagato il loro piagnisteo che ci accusava di averli interdetti e ostacolati con la giustizia: nel migliore dei mondi possibile (cui l’Italia non appartiene), chi è causa del suo mal dovrebbe piangere se stesso, non accusare gli altri….e invece, chi è stato causa del suo male ha urlato agli altri e ne ha tratto pure beneficio!.... E in Piemonte, qui sì che c’è da piangere e piangere su di sé, non abbiamo avuto la forza di sostenere ad hoc l’uscente Bresso! Che pena! E non sto ad accusare la becera e logora “ironia” vomitevole del premier (p volutamente piccola): quella non sposta un voto!
Quello che so, come mi dice un’elettrice affezionata e cara, oltre che più saggia di me, ogni popolo ha il governo che si merita. Io non credo di meritarmelo, ma se la maggioranza degli italiani si sente di meritarselo a pieno…che se lo tengano! La distruzione del Paese può andare avanti su questa direzione. Quando capiremo dove stiamo andando, sarà tardi!!!

PS: Feltri dovrebbe tagliarsela quella lingua che si trova tra i denti!!! O quella mano con cui scrive!!! Ma si vergogni di attaccare la povera Pezzopane, accusandola della polemica delle carriole…che indecenza!!! Nemmeno il rispetto dei morti hanno a destra!!! Si vergognassero seriamente!!! Le macerie che stanno nel cuore dell’Aquila non sono un’invenzione!!! Sono una realtà autentica, drammatica, straziante! A un anno dal terremoto di azioni fatte se ne sono viste poche. Di parole e parolone, di promesse, di cerimonie… tante tantissime, infinite!!!!!!!! Feltri, ma facci il piacere….di andartene!

TAG:  REGIONALI  PD  PDL  LEGA  LAZIO  PIEMONTE  CAMPANIA  CALABRIA  FELTRI  PEZZOPANE 
Leggi questo post nel blog dell'autore Borcio
http://Borcio.ilcannocchiale.it/post/2464331.html


diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork