.
contributo inviato da CondizioniAlContorno il 9 marzo 2010

Sarà una proposta scandalosa... e già mi immagino le vostre risposte. Siate clementi (-:

Io la faccio lo stesso.

Siamo in emergenza democratica, per cui ci vogliono iniziative d'emergenza:

alle prossime elezioni politiche, bisognerebbe provare con una coalizione così composta: PD-IDV-UDC-Finiani. A me potrebbe andare bene anche con Fini candidato alla Presidenza del Consiglio. Le forze democratiche devono essere tutte coalizzate per impedire la "dittatura" e per salvare l'Italia.

Mi sembra inutile stare qui a dire che i programmi non potrebbero essere compatibili (ma avete visto le differenze negli ultimi anni?), che le nostre idee di società sono diverse, ... che la destra sta di là e noi siamo di qua. Questa storia alla fine è il motivo principale per cui ci stiamo tenendo B. al governo... è infatti la sua ideologia, l'unica che possiede: io faccio il capo, perché sono il migliore e la "maggioranza" degli italiani è con me.

Facciamogli chiaramente vedere che le cose non sono così!

Passati 5 anni con B. all'opposizione (e finalmente facendo le leggi che impediscano a chi possiede tutti i mass media di candidarsi alle elezioni e tutte le altre leggi che mancano per impedire di nuovo che i "dittatori" e i "mafiosi" governino)... tutti di nuovo a competere con le loro idee di governo...

Pensateci un pò, prima di bocciarla subito.

Per batterlo, bisogna usare la stessa fantasia che riesce ad usare lui quando è in difficoltà. Ci vogliono proposte che mettano in movimento la situazione.

Roberto Zanrè

TAG:  ELEZIONI  BERLUSCONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di CondizioniAlContorno inviato il 15 marzo 2010
Infatti si tratta proprio di questo. Riuscire a neutralizzare B. Poi, ognuno per la sua strada.
commento di pinocc inviato il 13 marzo 2010
secondo me invece Condizionial contorno dice una cosa giusta; solo che il governo da lui previsto non dovrebbe durare piu' di 2 anni, o meglio 1; fare velocemente leggesul conflitto di interessi, legge elettorale tedesca, magari togliere il reato di clandestinita' e ronde e poi al voto ognuno per la sua strada
commento di nicoli marco inviato il 12 marzo 2010
Per sostenere l'ipotesi di una grande coalizione (o ammucchiata?) avremmo bisogno di un leader carismatico, capace di garantire per tutti. Berlusconi è ciò che riesce a fare nel PDL e nei rapporti con la Lega, anche perché dove non arriva con le idee e la politica ci arriva con il denaro. Quanti sono coloro che lo assecondano solo per una convenienza personale in termini economici (uno dei più fulgidi esempi é Capezzone, che è giunto addirittura a rinnegare se stesso e le sue battaglie radicali...)?
Lo so anch'io, adesso sarebbe il momento di "RESISTERE" alle minaccie, nemmeno tanto velate, di un megalomane che pensa di governare un Paese complesso come l'Italia solo con l'arroganza del despota. Ma non è facile mettere tante teste insieme!! Il mio pensiero torna sempre alle sciagurate contrapposizioni, per lo più massimaliste, che hanno affossato due governi Prodi, nati da altrettante sconfitte elettorali di Berlusconi e del centro destra. L'opposizione che invochiamo è fatta a "pezzi e bocconi", non soltanto per colpa del PD, come qualcuno vuol far credere, ma di tutti i partiti che invece di competere tra di loro, allo scopo di "acchiappare" qualche voto nell'orto del vicino, dovrebbero trovare almeno un indirizzo programmatico comune, dettato dall'emergenza democratica che sta attraversando il nostro Paese. La vedo dura !! Ognugno tende più che altro a difendere il proprio posticino con i privilegi che ne derivano, piuttosto che impegnarsi seriamente per la Nazione.
commento di Anpo inviato il 12 marzo 2010
Sono d'accordo con Scientia.
E noto che De Luca non perde occasione per dimostrare che cavolata sia stata candidarlo alla Regione. Ma del resto Dopo che Bertinotti come presidente della Camera, molto poco istizionalmente lodava il Cavaliere, e criticava Prodi non mi dovrei stupire.
commento di scinteia inviato il 12 marzo 2010
Constato che nel PD prende sempre più piede l'ipotesi di "via omeopatica all'alternariva", cioè l'idea che per battere la destra "cattiva" bisogna allearsi con la destra "buona".
E in questo senso mi pare che la candidatura di De Luca in Campania (un personaggio che si definisce di destra e ammiratore di Berlusconi) sia un sintomo di questa folle deriva.
Io sono convinto che Berlusconi e il berlusconismo si possano battere solo se la sinistra torna a fare il suo mestiere, ossia rappresentare gli interessi di milioni di lavoratori, precari, cassintegrati, disoccupati, di tutti coloro che stanno pagando la crisi di un modello liberista che ha devastato la società.
L'illusione che si possa separare la questione democratica da quella sociale, puntando ad alleanze con partiti che hanno sostenuto il berlusconismo fino a ieri dimostra la strutturale incapacità di questo centrosinistra di costruire una vera alternativa, la conferma di una sua subalternità alle forze moderate.
Le alleanze che bisogna costruire non sono quelle con Fini, Casini e Cuffaro, ma con quei settori sociali che sono stati abbandonati dal centrosinistra e che per disperazione si sono astenuti o hanno direttamente votato Lega Nord.
Leggere certi commenti su un sito del PD è veramente una cosa triste.
commento di amphioxus inviato il 12 marzo 2010
Berlusconi indagato a Trani
con Minzolini e Innocenzi
Scoppia caso premier- Agcom
Il Fatto cita intercettazioni, ipotesi è concussione: per bloccare Annozero pressioni su Innocenzi, membro dell'Authority. Le proteste per la presenza di Mauro e Scalfari in tv. Al direttore del Tg1: "Direttorissimo...". Richieste sul pentito Spatuzza. Di Pietro e il Pd: dimissioni

clicca qui per continuare a leggere su repubblica.it
commento di cristinasemino inviato il 12 marzo 2010
Non penso saranno i nostri dirigenti a mandare a casa berlusconi e la sua ghenga. Credo che fra non molto ci sarà un'implosione del pdl, perchè a suon di corrompere a destra e a manca, il giocattolo esploderà loro in mano: a prescindere da berlusconi, che agli occhi di tutti (anche dei suoi sodali), ha fatto il suo tempo. Forse anzi molti dei suoi non vedono l'ora di liberarsene. Ma il pdl senza berlusconi è come il vino senza l'uva: non esiste!
Il problema semmai è sapere se i "nostri" sarebbero in grado di sostituirlo al governo del paese e di cambiare il volto a questa Italia corrotta e mafiosa: le allenze ora hanno poco senso se poi non durano tutta la legislatura. Esse vanno costruite su poche regole condivise, prima fra tutte il cambiamento della struttura stessa del nostro parlamento e delle sue attuali regole.
commento di viola16 inviato il 12 marzo 2010
le coalizioni vanno fatte oltre che per vincere, per governare,le persone hanno bisogno di politici seri,che tutelino la salute, l'ambiente,i diritti umani,che creino le condizioni perche' crescano cittadini consapevoli di cio' che e' uno stato di diritto e quello che significa esserne parte. in questo momento c'e',intendo oggi,una leggera flessione del PDL,cerchiamo di non commettere errori e stacchiamoci dai vaneggiamenti di berlusconi, sarebbe facile se potessimo mettere in campo un buon programma ma ho l'impressione che si sia talmente convinti dell'invincibilita' di quest'uomo da risultare sempre impreparati davanti alle occasioni.
commento di Anpo inviato il 11 marzo 2010
Ci ho pensato ma a parte le evidenti difficoltà pratiche come si fa a stare con chi solo ieri ha votato la fiducia ad una norma oscena come il leggittimo impedimento?
Fini a chiacchere è messo bene ma quando si va ai fatti fa sempre il bravo soldatino.
commento di viola16 inviato il 11 marzo 2010
hai proprio ragione: e' una proposta scandalosa, anzi indecente. anche se fini ha trascorso gli ultimi anni cercando di far dimenticare la sua provenienza ,e in parte riuscendoci,e' un uomo di destra,e non uno qualunque ma l'erede di almirante: uno che inneggiava al fascismo. per me i morti,sono tutti uguali,ma c'e' chi e' morto dalla parte giusta, e chi dall'altra , i valori nati dalla resistenza e che abbiamo dimenticato,direi in fretta,visto che i francesi vivono ancora su quelli della rivoluzione, sono i valori che mi hanno aiutato a capire da che parte stare e come me molti molti altri,un'intera generazione. oggi fini e' un uomo delle istituzioni e puo' essere solo un interlocutore,niente altro
e dobbiamo smetterla di dire quanto e' bravo,quanto e' saggio,solo perche'pronuncia delle ovvieta' assolute. mai potrei pensare di averlo alleato,ma so che l'ossessione di togliere di mezzo questo signore puo' far venire strane idee......
so che
commento di bender inviato il 11 marzo 2010
caro Roberto Zanrè,
stasera mi faccio una zuppa di gamberi e zenzero. Sai perchè? Perchè sono stufo di sorbirmi sempre la stessa minestra. Cioè la tua.

Ma secondo te: dopo il disastro della precedente santa alleanza, ce la farebbe a rimanere in piedi la "coalizione" che proponi?

Io, personalmente, sono stufo delle sante alleanze perchè ormai, e così penserebbe nell'urna il 50% + 1 degli italiani, si squagliano come meduse sugli scogli.

Te lo ricordi il carrozzone 2006-2008? Era come vedere Prodi che cercava di fare la valigia ma questa, fin troppo piena perchè tutti volevano metterci qualcosa, non si chiudeva. E allora dai, saltaci sopra, e ogni volta che ti usciva un calzino Di Pietro di qua o una mutanda Diliberto di là.

Per me partito democratico = prepariamoci con calma al prossimo appuntamento elettorale, se gli elettori sono stufi di B e noi avremo un programma che parli, perchè no, anche alla pancia degli italiani, voteranno PD altrimenti no
commento di F.Rosso inviato il 10 marzo 2010
x antiberlu
Guarda, non so se le mie punteria vanno bene o meno, so però che ogni volta che vedo La torre e Baffino in TV mi viene da vomitare più che se vedo Fini.
Io ho precisato che farei la super coalizione SOLO SE l'intento è cacciare il Banana per sempre, e dopo ognuno per se (nel senso che anche il PD dovrebbe rigenerarsi: la sinistra è una cosa, i vari Baffo & c. sono altro..)
Come l'8 settembre: resuscitare la democrazia morta per mano di Silvio e dei suoi complici.
Ho il dubbio, però, che il super governo di transizione non sarebbe sufficiente ad uccidere il berlusconismo che ha invaso la nazione e, purtroppo, in parte anche il centro sinistra (vedi Violante, per esempio...).
commento di F.Rosso inviato il 10 marzo 2010
L'impresa di convincere i suoi (del banana) elettori a non votarlo (parlo delle persone oneste che lo votano, e ce ne sono, non dei truffatori e delinquenti vari) mi pare ardua, almeno con questa opposizione semi-dormiente.
Io incontro gente (brave persone, ripeto) che, pur deluse dal governo, sono convinte davvero che sia comunque meglio del "mortadella" (come lo chiamano loro) perché, udite, "almeno non alza le tasse...."
Cioè, davvero credono alla favola che la pressione fiscale non sia aumentata, e si attaccano a questa piccola "certezza" (per loro) pur di non ammettere il fallimento totale.
E fino a quando i media rimarranno di Sua proprietà (grazie alla mai nata legge sul conflitto si interessi), sarà difficile fargli cambiare idea, sottoposti come sono al bombardamento di cazzate a reti unificate.
commento di paola71 inviato il 10 marzo 2010
CARO ON. BERSANI, IO LASCEREI STARE L'UDC E FINI COI SUOI FINIANI. NON METTIAMO IN MEZZO GENTE E PARTITI CHE HANNO SEMPRE AVUTO UN'IDEOLOGIA DIVERSA DALLA NOSTRA, TROPPO FINTO-CATTOLICA, TROPPO DI DX.
ABBIAMO VISTO TUTTI CHE FINE FANNO LE COALIZIONI ETEROGENEE, FATTE SOLO CON LO SCOPO DI BATTERE E/O ANNIENTARE LA CONTROPARTE, MA CHE NEL LORO INSIEME NON POSSONO REGGERE PERCHE' OGNUNO TIRA L'ACQUA AL PROPRIO MULINO E SCARTA A PRIORI QUELLO CHE DICE O PROPONE L'ALTRO.
IL GOV. PRODI E' CADUTO PROPRIO PER QUESTO MOTIVO.
AVEVA CON SE' MASTELLA E DINI CHE GLI HANNO TAGLIATO LE GAMBE, ANCHE SE A TRADIRLO, (CON MAGGIOR GRAVITA' PERALTRO), E' STATA L'ESTREMA SX GIUSTAMENTE PENALIZZATA E SPERIAMO SIA SPARITA PER SEMPRE.
A MIO AVVISO SAREBBE GRANDE COSA COLLABORARE CON DI PIETRO E I RADICALI, PERCHE' IL PRIMO DICE LE COSE CHIARE, CHIAMANDOLE COL PROPRIO NOME, SENZA AVER PAURA DI AFFRONTARE CHI COMMETTE NEFANDEZZE POLITICHE, (E NON), FOSSE ANCHE IL PRES. DELLA REPUBBLICA, CHE IN FONDO... I SECONDI, NELLA PERSONA DI EMMA BONINO,LOTTANDO PER QUELLO CHE CREDONO, DIMOSTRANO DI AVERE A CUORE I LORO PRINCIPI, IL CHE AL GIORNO D'OGGI NON E' COSA DI POCO CONTO. POSSONO ESSERE STRANI NEL LORO MANIFESTARE, MA SOPRATTUTTO EMMA E' FORSE L'UNICA VERA POLITICA DONNA CHE L'ITALIA ABBIA. BENE HA FATTO IL PD A SOSTENERLA NEL LAZIO E SPERIAMO CHE POSSA FARCELA, CONTRO LA POLVERINI CHE STA' PRENDENDO LE STESSE PIEGHE DEL BERLUSCA.
LE FALSE COALIZIONI PORTANO SOLO ALLA DISFATTA; E POI VALLA A CONVINCERE LA GENTE CHE QUESTA ACCOZZAGLIA DI GENTE SERVIVA PER UNA BUONA CAUSA!!
commento di nuvolenelcielo inviato il 10 marzo 2010
io penso che per mandare a casa Berlusconi bisogna prima di tutto far capire a chi lo vota - esclusi quelli a cui evidentemente fa comodo - che razza di persona è. L'impresa è dura perchè se è vero che molti sono delusi dai politici è per me altrettanto vero che la politica di oggi rispecchia la società ormai vuota di valori e di senso morale. Credo che per questo a molti vada bene il nostro premier. Cosa fare per fare riacquistare fiducia e senso
morale? Credo innanzi tutto dimostrare di essere diversi come partito e gli
sforzi in questo senso devono essere molti. Alleanze solo per mnadare a casa
Berlusconi? Non mi sempra che in passato abbiano dato buoni risultati.
commento di maxo7533 inviato il 10 marzo 2010
Non è necessario, il Berlusconismo stà finendo, oltre a vederlo per l'Italia è nel Parlamento, che non c'è più, sono divisi su tutto, le guerre intestine, hanno sfociato in queste elezioni annullate e anche i pochi fedeli si sentono accerchiati, la Santanchè entrando in Parlamento è stata fischiata dai Suoi, Berlusconi è disperato e stà giocando l'ultima carta rimasta, "la CACIARA" per risalire nei sondaggi, dopo di che, la palla passa, agli elettori.

Il risultato sarà la vita o la morte politica (anche giudiziaria) del Berlusca e Lui lo sà, poi ci sarà la resa dei conti, sè sarà costretto ad uscire di scena, si spalancheranno le porte dei processi e non c'è Ghedini che tenga, tolta la protezione del legittimo impedimento.
Saranno giorni dove Berlusconi stà giocando tutto, riterirà fuori i giudici comunisti, farà del vittimismo, Lui sarà i bene e gli altri il male.

Basta fare come ha fatto fino ad oggi Bersani, rispondere con il sorriso sulle labbra, deve far notare che non soltanto Morgan, assume sostanze proibite e sè Morgan non può andare a Sanremo, perchè qualcuno è a Palazzo Grazioli.

L'ironia distruggerà Berlusconi, Bersani, continua così.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 10 marzo 2010
Io continuo a sperare che i nostri dirigenti si sveglino. Perché mi sembra che stiano "dormendo".

E a voi, cari lettori, vi pongo ancora la solita domanda: vogliamo, o no, liberarci di B.?
Quanto tempo credete ci voglia affinché il centrosinistra ottenga i voti per batterlo? 10 anni? o di più?
Forse qualcuno spera se ne vada per vecchiaia? Con la longevità (politica, ma non solo) dei nostri politici ce lo avremo dentro le istituzioni ancora almeno per 10 anni. Si sarà "salvata" l'Italia nel frattempo? Volete continuare a lamentarvi on line, e non fare nulla di concreto per fare ritornare la democrazia in Italia?
Direi che con un'operazione alla luce del sole e molto trasparente, sconfiggerlo elettoralmente potrebbe essere la parola d'ordine della coalizione di cui ho parlato prima alle prossime elezioni politiche (già quelle troppo lontane per me: altri tre anni sicuri con B. ... AIUTO!)

Cordialità.
commento di matteo.g.k. inviato il 10 marzo 2010
Cari amici del PD,
allora l'appuntamento con la Storia e' arrivato?

E noi, cosa possiamo fare? Se Berlusconi (grazie agli errori dei suoi) avra' l'occasione di alzare il tono dello scontro, gettando la sua piazza contro il resto del Paese, contro le regole e la legalita', qual'e' la cosa piu' saggia da fare per evitare la catastrofe?
Se Berlusconi e' convinto che il clima da guerra civile non puo' che giovargli, abbiamo noi, semplici persone, onesti e soprattutto pacifici cittadini democratici, una qualche voce in capitolo per far si che lo scontro esasperato, cui egli sempre piu' tende con animosita', non avvenga?
Quali leader, sapranno opporsi democraticamente e con la necessaria statura alla Marcia su Roma di Berlusconi?

Se il capitolo finale della storia di questo uomo, un malato (come ben disse la donna che con lui ha vissuto tanti anni) ormai dal viso tanto minaccioso e iracondo, quanto disfatto e cadente, dovra' essere un "muoia Sansone con tutti i filistei", bisognera' trovare il modo di evitare di farci trascinare nel suo delirio di morte e distruzione.

Avete le idee chiare sul da farsi?
Io sento un presentimento di disperazione.
commento di Anpo inviato il 9 marzo 2010
ah orrore!!!!! A parte chel'oppsozione di Fini al premier si ferma alle conferenze stampa (i ministri ex An tutti diligenti a votare il salva liste con La Russa che si traveste pure da "picchiatore" dell'esecutivo) ma quanti tempi importanti anzi temi fondamentali per marcare la differenza fra noi e la destra finirebbero in frigo alleandosi con Casini?

Bersani e Di Pietro pensino piuttosto a dove si può arrivare nel recuperare consensi visto che, piaccia o no al momento nessuno di loro porta via voti alla destra e poi si pò ragionare di alleanze.
commento di ilbrusco inviato il 9 marzo 2010
Mah. io quando sento Latorre dire che non andrà alla manifestazione del 12 marzo oppure Latta prendersela con Di Pietro a prescindere, non noto questa gran differenza fra gli esponenti del PD e Fini.
La proposta non è affatto peregrina,e meriterebbe davvero che fosse estrinsecata: fra l'altro, gente come Granata non mi spiace affatto, anzi...
Basta che teniamo fuori Bocchino, Gasparri, Matteoli e Larussa e mi andrebbe anche bene.
Tutto, pur di mandare a casa Papi

commento di antiberlu inviato il 9 marzo 2010
Ma non dire cazzate!!!Ma hai presente chi è Fini? il fascista in doppiopetto,in ipocrita,un opportunista,uno che non ha il coraggio di uscire dal partito in cui non si ritrova,solo perchè aspetta la morte di Berlusconi per diventare il suo successore naturale.E ogni giorno prega,prega,prega....Ti vuoi alleare con questa gentaglia?Dai una regolata alle punterie del tuo cervello....
commento di F.Rosso inviato il 9 marzo 2010
Non è una ipotesi peregrina... SE serve SOLO a liberarci del Banana e la sua ciurma di delinquenti.
I problemi sarebbero vari, però...
Fino a che punto ci si può fidare di Fini? Sì, a volte pare molto più a sinistra del PD (vabbè, non ci vuole molto...), ma fino a che punto è sincero? Fino a che punto è diverso dal vecchio Fini?
Idem per l'UDC.... sono sempre democristiani, non dimentichiamolo, attaccati al potere solo per il potere!
E' anche vero che, ahinoi, anche nel PD i democristiani abbondano...
Comunque, nonostante questi dubbi, la cosa io non la vedrei male SE il fine è quello detto (e non un vero governo che duri).
Ma il dubbio principale è: siamo sicuri che dopo l'eventuale vittoria, il berlusconismo verrebbe abbattuto o non ritornerebbe dopo le altre, inevitabili, elezioni successive?
IL fascismo fu battuto dalla guerra, e dagli alleati (oltre che dai coraggiosi partigiani), altrimenti sarebbe durato ancora per decenni, conoscendo gli italiani....
Siccome, mi auguro, non ci saranno guerre, io non la vedo così semplice liberarci di più di un decennio di dittatura mediatica, e non, del Banana, che ha distrutto gran parte del patrimonio politico e democratico faticosamente costruito per decenni nelle menti degli italiani.

informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
16 febbraio 2010
attivita' nel PDnetwork