.
contributo inviato da andrea.volpi il 8 marzo 2010
Chi pensa che le Mafie sono solo problemi del sud, si sbaglia. Da parecchi anni si è insediata anche nel Bresciano, in particolar modo sulle rive del nostro lago e la industriosa Val Trompia. L’incontro con l’On. Leo Luca Orlando svoltasi al ristorante Rustichello di Lonato del Garda, ha confermato questo che prima era solo un ipotesi. Il tema della serata, raccoglie esattamente il senso “Mafia ed Economia da Sud a Nord” che coinvolge l’economia attraverso banche, finanziarie, attività imprenditoriali, aggiudicandosi appalti. Ricicla denaro sporco. Pratica traffici illeciti (rifiuti, droga, prostituzione, edilizia, commercio, industria, racket). Alla convention, oltre all’On. Orlando, era presente Scarlata Fernando, promotore del Comitato Antimafia di Brescia “Pepino Impastato”, autore di “Tentacoli, la Criminalità Mafiosa Bresciana” nel suo racconto fa nomi di Mafiosi coinvolti nella malavita che operano sul nostro territorio. Risultano implicate mafie (albanese, nigeriana, romena, russa, ucraina, cinese), ndrangheta, camorra. E ognuno di loro è specializzata nel suo campo, occupando territori diversi per non contrastarsi. E tutte sotto il consenso delle mafie nostrane. Il fatto sconcertante che emerge, è che molti credono che il nostro territorio è immune da questo tipo di criminalità. I fatti di cronaca dimostrano il contrario. Tanto per ricordarne alcuni: “l’Operazione Pandora del 1991 che sgominò un traffico internazionale di beni trafugati da siti archeologici” - “Novembre 2004 scoperto traffico di prostituzione con 30 arresti di cui 20 bresciani.” - “Novembre del 2005, arrestati 42 affiliati alla 'ndrangheta per racket nel Bresciano e nella Bergamasca” – “Gennaio 2009, 40 arresti in flagranza di custodia cautelare nell’operazione “Centauro” effettuata dai Carabinieri di Gardone Val Trompia. La ndrangheta trasportava decine di kg di cocaina negli apparati riproduttivi delle mucche”. On. Orlando: “La Giustizia viaggia su due ruote” – LEGALITA’ e CULTURA – “la Legalità è fatta processi arresti ecc.” – “la Cultura è fatta di conoscenza, informazione e partecipazione dei cittadini”. Se funziona una sola ruota la Giustizia ruota su sé stessa e non va avanti. Se non si restaura questo giro virtuoso fra Legalità e Cultura, porterà sempre il mafioso a decidere sul da farsi. C’è qualcuno che ancora ha qualche dubbio che la mafia sul nostro territorio non esiste? Giovanni Falcone: “La mafia è un fatto umano e come tale ha un inizio, un'evoluzione e una fine. Il nostro compito è quello di accelerare la sua fine.

Alessandro Iodice
fonte: bresciapoint.it
TAG:  MAFIA 
Leggi questo post nel blog dell'autore pdgarda
http://pdgarda.ilcannocchiale.it/post/2451882.html


diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork