.
contributo inviato da CondizioniAlContorno il 16 febbraio 2010

 Gentili lettori,

vi ricordate i numerosi episodi nei quali il nostro b. si è stracciato le vesti in pubblico per dimostrare il suo scandalo?

Vi ricordate quando Prodi diventò colpevole per i rifiuti di Napoli (operazione probabilmente orchestrata assieme ai clan della camorra, come ormai sta venendo fuori)? O lo scandalo che suscitò in lui l'Alitalia ad Air France? Oppure, meglio ancora, l'immigrazione clandestina e i problemi di Milano (sto parlando di due anni fa... non di oggi, ovviamente).  Oppure se preferite il "regime totalitario in cui l'Italia stava affondando", a causa dei brogli elettorali (i suoi... ovviamente), dei giornali tutti di sinistra, dei centri di potere occupati tutti dalla sinistra, ecc. In quei giorni le tasse aumentavano ogni giorno, la cronaca dei tg era piena di episodi di violenza e di stupri... e si potrebbe continuare all'infinito. Spero che la memoria degli italiani non sia troppo breve... e ricordi il quotidiano e battente "stracciarsi le vesti" del nostro b. In quel momento l'immagine dell'Italia non sembrava interessargli molto...

Non c'è che dire... il nostro "amico" è statista solo quando siede lui sullo scranno del governo. Oggi le notizie sono tutte ovattate, passate in sordina, quando non occultate. Per mesi abbiamo assistito sui tg ad una quotidiana ovazione nei suoi confronti.  I suoi meriti (?) sono stati moltiplicati all'infinito, ecc., ecc. 

E la crisi? E la disoccupazione? E i recenti fatti di Milano (via Padova)? E lo scandalo della corruzione che finalmente sta venendo alla luce (quando tutti comunque sapevano...)? A sì... "piove... colpa del governo precedente!"

Provate ad immaginare cosa sarebbe accaduto, cosa avrebbe detto e fatto il nostro b. se al governo ci fosse stato Prodi... Le parole d'ordine sarebbero state:

Prodi... dimissioni. Via Prodi!... e così via. Un fuoco di mitraglia micidiale e insistente.

Meditate... e suggerite ai nostri dirigenti politici... di prendere esempio!

Cordialità a tutti,

Roberto

TAG:  BERLUSCONI  DIMISSIONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
16 febbraio 2010
attivita' nel PDnetwork