.
contributo inviato da ciaociao111 il 1 febbraio 2010

Scrivo per invitare a una riflessione circa la candidatura di De Luca in Campania.
Il signor De Luca è rinviato due volte a giudizio per associazione a delinquere, falso, concussione e truffa. E' sostanzialmente improponibile!
Con quale credibilità è poi possibile chidere le dimissioni di Cosentino? Perché poi far dimettere Delbono per accause molto meno gravi a Bologna?
Dato che IdV e Sel non appoggeranno mai una candidatura di questo tipo (ed hanno ragione) mi domando inoltre che fine ha fatto la strategia di costruire un'alleanza con tutte le opposzioni.
Scelta più sbagliata non poteva essere fatta.

Matteo

TAG:  REGIONALI  CAMPANIA  DE LUCA  QUESTIONE MORALE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di moschina725 inviato il 9 febbraio 2010
SECONDA PARTE:
..che avrebbe un programma di riconversione industriale,in questo modo De Luca ottiene(illegittimamente)le indennitò di mobilità e cassa straordinaria.Dovrebebro nascere un centro commerciale e un inceneritore.Niente di tutto cio'.E' l'ora di una centrale termoeletrica di una multinazionale svizzera(gemella di quella di Sparanise sulla quale in precedenza il Fatto Quotidiano aveva fatto un articolo di denuncia di commistioni tra finanza emiliana e clan cosentino sic sic!)Per queste vicende un magistrato chiede l'arresto di De Luca anche perchè sarebbe in possesso di intercettazioni.Il gip respinge entrambe le richieste e addirittura vengono distrutte le intercettazioni(prima della decisione della Consulta che sentenzia invece l'ammissibilità doppio sic!!!).C'è un ultimo inquietante particolare.Il fratello del gip che ha repsinto le richieste(tal Sgroia)diventa segretario Ds e apre la campagna elettorale del De Luca.Ma secondo voi non ce ne è abbastanza per inquietarci o perlomeno segretario Bersani non c'era proprio alternativa????(in attesa del processo ovviamente..).A voi la parola
commento di moschina725 inviato il 9 febbraio 2010
Cari amici del Pd invece di leggere Wikipedia.Invece di ascoltare le parole di De Luca(senza un contraddittorio)al congresso Idv invito chi puo' a leggere l'articolo di fondo di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano.In poche righe vengono spiegati i FATTI(precisi e circostanziati) e le ACCUSE(impressionanti).La scusa della cassa integrazione è una gigantesca balla o comunque solo una piccola parte di tutto quello che cè sotto.Cerco di riassumere e spero di farlo nel miglior modo possibile: lo stabilimento dell'Ideal Standard viene chiuso(non è piu' produttivo) e i dipendenti finicono in mobilità.I suoli di quell'azienda(si badi bene di tipo industriali)vengono dati(a prezzi non di mercato e percio' irrisori)ad un gruppo di immobiliaristi Emiliani romagnoli(tralascio gli aggettivi usati da Travaglio ne fondo...).Questi personaggi sono finanziati da banche emiliane/venete e da una finanziaria sanmarinese.Scopo realizzare al posto dell'Idela Standard un parco marino.Beneficiario dell'operazione un tale di nome Grieco(guarda caso amico di De Luca....)che ottiene tramite una variante urbanistica(illeggitima) i suoli destinati alla Sea Park la trasformazione da agricoli in turistici(sic!).Il racconto dei fatti va avanti; gli emiliani della Sea Park sembrerebbero(vogliamo essere garantista..sic!)abbiano versato fondi neri a Grieco per almeno 29 miliardi(finiti sui conti della famiglia Grieco)piu altri 6 extra bilancio finiti su conto Unicredit e poi girati alla famiglia Grieco;e promesso 22 miliardi al comune di Salerno per oneri concessori non dovuti.La sea Park nonostante questi esborsi non è divenuta proprietaria dei terreni e si è ridotta sul lastrico.Grieco ha potuto beneficiare degli aumenti della rendita terriera ottenuta grazie all'intervento della giunta De Luca.
Persa la prospettiva del Sea Park,De Luca appoggia la proposta di una società immobiliari bresciana(a capo della quale cè un pregiudicato..di cui tralascio il complicato cognome sic!)che avrebbe un pro
commento di fabio.cerritelli inviato il 3 febbraio 2010
Per quanto riguarda le pendenze giudiziarie di De Luca leggo su wikipedia:
"Nel dicembre 2008 Vincenzo De Luca, con altri 46 imputati, viene rinviato a giudizio per truffa ai danni dello stato e falso in relazione alla vicenda relativa alla delocalizzazione delle fabbrica MCM".
Qualcuno ne sa qualcosa di più? E' bene informarsi, perchè è vero che non si deve candidare chi è sotto processo, ma a volte si può andare contro la legge, diciamo così, a fin di bene.
commento di moschina725 inviato il 2 febbraio 2010
Purtroppo concordo con Matteo.Pensate solo a quanto quelli del Pdl ci marceranno sopra in campagna elettorale.Un avversario con due rinvii a giudizio in corso.Non ci siamo cari Bersani & c.,questa personaggio sarebbe il caso si facesse lui stesso da parte.In politica penso sia doveroso dimettersi quando accadono ci sono queste vicende,farsi processare e solo se assolti riproporsi nuovamente in politica.Non credo mancherebbero le occasioni in futuro.Invece no..cari amici perseveriamo dopo la devastazione morale Bassoliniana insistiamo su candidature che sono al momento impresentabili per l'opinione pubblica che pretende trasparenza.Il bello è che dove la gente sta dalla parte del candidato uscente(Vendola)perchè onesto e perchè tutti dicono abbia fatto bene,tentiamo di stroncarlo con delle primarie inutili facendolo gareggiare con chi era gia' stato sconfitto in passato.Roba da matti.E bello è che ho sentito dire che in certe zone della Puglia feudi D'Alemiani/Bocciani il candidato sostenuto dal partito ha preso una batosta di quelle sonore.
Io non ho nulla contro De Luca,sono sonvinto che come tutti i cittadini "normali" abbia diritto di difendersi ma ora come ora non si puo' candidare.
commento di gattina... inviato il 2 febbraio 2010
Non comprendo nemmeno io questa scelta. Non dovrebbe essere candidata una persona in condizioni come questa. Secondo me è utile tenere gli occhi bene aperti e prestare attenzione a non votare coloro che hanno pendenze con la giustizia, di qualunque partito siano, anche di quello che in condizioni normali, di legalità, sarebbe il partito di preferenza. Chissà che forse una volta o l'altra non riflettano bene su chi candidare.
commento di edn inviato il 2 febbraio 2010
Ho letto oggi sul corriere della sera un intervista a De luca in cui lo stesso, riguardo alla indagine su di lui , ha affermato che del reato attribuitogli dalla magistratura ne va fiero perchè ha salvato il posto di lavoro a 200 operai.Mi sembra di capire si tratti di qualche suo intervento non ortodosso a favore di operai che perdevano il lavoro.Se così fosse credo che De Luca meriti la candidatura ,a salerno è stato un grande sindaco a cominciare dalla lotta alla camorra che ha liberato la città da una morsa mortale.per non parlare del risanamento di salerno ora splendida città.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
31 gennaio 2010
attivita' nel PDnetwork