.
contributo inviato da team_realacci il 27 gennaio 2010
Roma, 27 gennaio 2010 – Comunicato stampa
 
“Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Quando si parla di edilizia questa maggioranza non perde l’occasione per mandare al paese messaggi devastanti per il suo futuro.  Con l’emendamento presentato dal senatore del PdL Lucio Malan al decreto milleproroghe si sta cercando di reintrodurre un nuovo piano casa che in barba alle norme vigenti consentirà nuove colate di cemento sparpagliate a caso e nuovi scempi nelle città e nel territorio. Un nuovo tana libera tutti da fermare con decisione prima che raccolga interessi illegali e speculatori e produca ulteriori scempi nel paese. All’Italia per uscire dalla crisi serve ben altro, è necessario un piano per rilanciare l’edilizia di qualità legata al risparmio energetico e alla bellezza, serve un piano di riqualificazione dell’edilizia pubblica e opere di manutenzione urbana. L’Italia ha già pagato un prezzo molto alto ai condoni edilizi di Berlusconi”, lo afferma Ermete Realacci, (PD), commentando l’emendamento presentato al decreto in discussione in commissione Affari Costituzionali del Senato.
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  MILLEPROREGHE  CEMENTO  EMENDAMENTO  LUCIO MALAN  PIANO CASA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork