.
contributo inviato da Massimo Carota il 19 gennaio 2010


Un agile libretto della Bollati Boringhieri che raccoglie un dialogo pubblico tenuto da Aime e Severino nell'ambito della kermesse "Torino Spiritualità". Fino alla prima metà del libro ci si chiede se questi siano due filosofi o due tizii che si sono ritrovati al bar a chiacchierare davanti ad una birra, tanto appaiono scontate le loro considerazioni. Poi, per fortuna, il Severino salva un po' la situazione tirando fuori un paio di concetti abbastanza rilevanti e non banali: la considerazione del diverso (l'immigrato, il malato mentale, etc.) come nemico è frutto di una naturale tendenza percettiva semplificatoria, atavica, attuata dalla mente per dividere il mondo in positivo/negativo, una classificazione di massima che consente di mettersi al sicuro di fronte ad un pericolo generico. Ad aggravare, ma allo stesso tempo a redimere, questa rozza discriminazione interviene lo spirito critico scientifico della società occidentale, che Severino considera superiore a quello della cultura orientale, che non ha sviluppato nulla di paragonabile in tal senso. Lo spirito filosofico/scientifico presume l'analisi, quindi il discernimento delle differenze tra gli elementi di natura. Se, ad un primo livello, questo atteggiamento è quello che spinge a considerare il diverso come negativo, perché in esso riconosciamo delle differenze rispetto a noi (ma anche perché non ne conosciamo l'origine, viene dal nulla, ex nihilo, e non da un background a noi comune), ad un livello più serio di approfondimento analitico, lo spirito critico consente di distinguere nella massa dei diversi (gli immigrati, per es.) le differenze che caratterizzano ognuno dei suoi componenti, come persona, e in tal modo - evidenziando gli aspetti umani comuni a tutte le etnie - ci fa riconoscere in esso un nostro simile.

p.s.: Severino è un discreto pensatore, peccato che non sia capace di esporre le sue idee in una sequenza logica decente (dovrebbe imparare dal suo allievo Galimberti).

TAG:  IMMIGRAZIONE  DIVERSITÀ  SEVERINO  L'ALTRO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
12 marzo 2009
attivita' nel PDnetwork