.
contributo inviato da DavsMichel il 27 dicembre 2009

Caro PD,

ormai siamo alle porte del 2010 e per il nuovo anno ti chiederei di proporre e far sentire ai tuoi elettori queste proposte d cambiamento dell'Italia.

Io in primis le apprezzerei e anche i tuoi elettori.

Sono:

- Abattimento degli stipendi di parlamentari, presidenti di regione, di provincia e di comuni e manager di dipendenti pubblici.
- Riduzione del numero dei parlamentari. (Sono 600 già con un abbattimento di soli 100 si risparmiano, contando uno stipendio di 5000Euro al mese, circa   600.000Euro l'anno)
- Pensioni dei Parlamentari dopo 10 anni di Legislatura.
- Non pagare le buone uscite ai manager se a scadenza contratto non hanno portato o lasciato la società pubblica in attivo.
- Riduzione del numero di Manager (sono più manager che impiegati tra un po')
- Razionalizzare la delocalizzazione degli uffici pubblici nelle città.
- niente più trasferte ai dipendenti pubblici (i parlamentari sono dipendenti pubblici!!)
- Applicazione del divieto di doppio lavoro pure per i parlamentari. (già c'è ma non lo rispettano).
- Riduzione della carte negli uffici pubblici (paghiamo anche gli spazi dove contenere archivi degli uffici)
- Semplificazione del pagamento tasse (IRPEF, ICI, TARSU, etc..). Anche riducendo il pagamento a un unico modulo.
- Riduzione dei viaggi di lavoro delle istituzioni (Aerei, treni, macchine).
- Aumento dei controlli alle imprese.
- Abbassando il prelievo fiscale si al cittadino sia alle imprese si da la possibilità alle imprese di assumere con i soldi risparmiati.
- Deducibilità dei soldi investiti in ricerca (vengono ripagati dalle tasse su ricercatori assunti)
- Abolizione delle Province (non ho mia capito a che servono)
- Aumento della pressione fiscale su Mediaset che ora paga solo l'1% del fatturato!! Neanche al RAi paga così poco.
- Deduzione per le imprese straniere che aprono qui le loro sedi di lavoro (non dobbiamo più avere paura degli stranieri)
- Legge che vieta i condoni tranne in casi eccezionali decisi dal parlamento con la maggioranza dei 2/3. (così gli italiani capiscono che sarà difficile un      altro condono)
- Aumento del prelievo fiscale su surplus del gioco in Borsa.
- Riduzione degli stipendi ai conduttori televisi in Rai e obbligo (e non esenzione) ai dipendenti di pagare il canone Rai (mi riferisco ai conduttori).
- Informatizzazione dei pubblici uffici (ma quella vera).
- Abolizione del finanziamento ai partiti politici. (Vogliono fare come in USA per il Presidenzialismo allora inizino a fare come i partiti americani che      fanno raccolte fondi).
- Abolizione finanziamenti ai giornali di partito.
- COnvenzioni sanitarie non con le strutture ospedaliere ma con i dottori. (Si creerebbe un ababtimento dei cost poichè non saranno sempre le solite     strutture a beneficiare delle convenzioni).
- Non esternizzare più servizi pubblici (come le imprese di pulizie, mense e quanto altro poichè ci sono maggiori costi).
- Riduzione delle festività per il Parlamento ( Vanno in vacanza tutto il mese d Agosto).
- Fissare tetto massimo per numero di ministri.
- Obbligo di celle fotovoltaiche sui tetti degli uffici pubblici e delle nuove costruzioni private.
- Divieto di far aumentare il rapporto deficit/PIL facendo riferimento alle stime OCSE.
- Riduzione fiscale alle famiglie con figli.
- Maggiori poteri alla Guardia di Finanza.

 

Spero che almeno una parte la proporrai al governo.

Grazie

TAG:  RIFORME  FISCALITÀ  TASSE  SPESA PUBBLICA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
25 dicembre 2009
attivita' nel PDnetwork