.
contributo inviato da Ricc2176 il 15 dicembre 2009

Perchè ancora nessuno del PD, ipocrisie a parte, non ha semplicemente ribattuto con un antico ma vista la situazione, quantomai attuale detto popolare :

Chi è causa del suo mal, pianga se stesso..

Basterebbe questo, per far capire bene la posizione del partito, che non è solo "condanna della violenza" (e ci mancherebbe altro che non fosse così, tra persone civili), ma non può esserci solo "la condanna del gesto"... perchè non si inizia a dire che il principale responsabile è lui ? se qualcuno ha sentito anche oggi le "pacate" dichiarazioni di quel servo venduto di Cicchitto (uno dei tanti maggiordomi) alla camera.. Saluti.

TAG:  AGGRESSIONE  BERLUSCONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Ricc2176 inviato il 21 dicembre 2009
x Yerle; onestamente hai scritto un commento diciamo "poco comprensibile", che ha più l'aria (come troppi qui dentro), del classico commento di chi non ha letto oltre il titolo e quindi non ha afferrato il senso del mio intervento.. ma forse questi commenti "distratti" sempre più diffusi rispecchiano un pò la società oggi, dove è costume ormai l'intervenire.. anche se non si sa di cosa si stia parlando, l'importante è "dire la nostra.." comunque a parte l'invitarti a leggere meglio il post, grazie anche a te, per l'intervento
commento di Yerle inviato il 17 dicembre 2009
vuoi sentire qualcosa di più efficace? comincia a farti qualche domanda...
tipo: a chi è giovato tutto ciò?
commento di Ricc2176 inviato il 16 dicembre 2009
..creare il clima di "scontro perenne" bene-male, oltre che una puerile e fumettistica rappresentazione dell'eroe, lontanissima dalla realtà, è la ricetta migliore per cui la gente ai comizi, ma nelle case, per strada, a lavoro ecc.. si divida tra "pro e contro.." e così chi si prende fino a 21.000 euro al mese (AL MESE..) può continuare a "non fare un caxxo" per anni.. tanto i poveracci stanno appresso a queste cose.. a Ballarò, a Porta a Porta.. il giorno che Berlusconi non avrà più il "nemico" (i Comunisti ieri, quel "finto stupido" di DiPietro oggi) sarà morto in pochi mesi.. perchè il suo governo sarà costretto a LAVORARE.. e lì si che si vedrebbe la desolante incompetenza e la totale inettitudine di molti di quelli che oggi sono alla guida di questo paese..
commento di Ricc2176 inviato il 16 dicembre 2009
Ho letto ora i commenti, per Clint, il detto "Dio li fa e poi li accoppia" (non me ne volere) in tutta onestà sarebbe stato solo sbagliato, e certamente appunto "irriverente", ciò che ho inteso io è che il nostro PD non può sempre essere il partito di quelli che pesano le parole per non scontentare nessuno.. il "chi è causa del suo mal pianga se stesso" sintetizza proprio ciò che la società civile pensa; se tu Berlusconi costruisci tutta la tua carriera sullo "eroe che sconfiggerà il nemico", hai "ovviamente" bisogno di un nemico, sempre e comunque, e quindi era "scontato" che accadesse, come è già successo mille altre volte, quando la scorta ha "funzionato" non è quasi emerso, e quando gli sono arrivati sputi o cavalletti in testa ce lo siamo già dimenticati ? per non parlare degli insulti che "sistematicamente" si prende ogni volta che parla.. e che non sentiamo mai..
commento di versoest inviato il 16 dicembre 2009
Proviamo a rimanere sul nostro sentiero: ".... dopo l'accesissima campagna di odio e di demonizzazione l'on. Massomo D'Alema ha subito il lancio di una statuetta raffigurante un trullo che gli ha causato l'asportazione del baffetto sinistro. Unanime la condanna per il gesto e il clima che ha incoraggiato l'azione dell'esaltato...."
commento di clint333 inviato il 16 dicembre 2009
Comunque Ricc,
solo en passant, se proprio vuoi ricorrere ad un detto, è più efficace, a proposito dello psicolabile che ha colpito il premier, qualcosa del tipo:
"Dio li fa e poi li accoppia". E, come puoi notare tu stesso, sarebbe una frase molto offensiva e irriverente, che in situazioni di vero dramma va evitata. Le battute sono sempre fuori luogo quando c'è la violenza di mezzo.
Quindi un plauso a Bersani, che è quello che ha avuto la reazione più consona.
commento di clint333 inviato il 16 dicembre 2009
La Bindi e altri hanno espresso con parole diverse lo stesso concetto. Usare parole forti, da scontro, non cambia la sostanza del discorso, serve solo a passare dalla ragione al torto.
Nella fattispecie credo che il comportamento di Bersani sia quello più efficace, fermo restando il fatto che non abbia in testa (come temo) gli stessi pastrocchi di sempre, quelli tanto cari a quell'irresponsabile di D'Alema (che ha anche un punto di forza nella sua ignoranza, affinata in anni e anni di PC e rafforzata dalla scarsa intelligenza del soggetto).
commento di Pino1954 inviato il 16 dicembre 2009
Beh, di solito non difendo il PD perchè lo vorrei piu' determinato, però vorrei far notare che almeno Rosy Bindi ha affermato qualcosa di significativo quando "ha espresso solidarietà al premier invitandolo però a non fare la vittima perché resta il fatto che tra gli artefici di questo clima c'è anche Berlusconi".
E ancora ha aggiunto : " Se si vuole fare una attenta riflessione sul clima politico, io credo che lo dobbiamo fare e tutti devono sentirsi responsabili"

Io aggiungerei alcuni piu' di altri. In fondo questo clima nasce proprio dal motivo di fondo per cui Berlusconi è sceso in politica.
E' un peccato originale che risulta inaccettabile, giustamente inaccettabile, per molti italiani.
E rende berlusconi "inadatto a governare". Adesso il grande casino si sta facendo per rovesciare questa verità, trasformando un furbacchione in perseguitato, e rovesciando per questo un intero assetto istituzionale.
Concordo in pieno con Paola71
commento di vecchio vascello inviato il 16 dicembre 2009
X paola71
bel coraggioper una donna, complimenti davvero! Sono perfettamente d'accordo sul servizio d'ordine.
commento di paola71 inviato il 16 dicembre 2009
...SUSCITARE GLI ANIMI DI UNA DX RAZZISTA, XENOFOBA E SECESSIONISTA BEN RAPPRESENTATA DALLA LEGA CHE CONTINUA AD URLARE ROMA LADRONA DIMENTICANDOSI CHE PURE LEI HA LE PROPRIE CHIAPPE SEDUTE SULLE SEDIE PARLAMENTARI.
ED IO NONOSTANTE CIO' SONO VENETA.
commento di paola71 inviato il 16 dicembre 2009
AL DI LA' DEL FATTO CHE LA VIOLENZA FISICA NON E' UN BUON METODO DI SFOGO, MA ANZI E' CONTROPRODUCENTE AD OGNI QUALSIASI CAUSA DEMOCRATICA CHE CIASCUN POPOLO DEVE SOSTENERE PER IL PROPRIO BENE, HO IL CORAGGIO DI DIRE APERTAMENTE CHE LA BATOSTA SUL MUSO, BERLUSCONI SE L'E' VOLUTA ED ORA SE LA TENGA; HO IL CORAGGIO DI DIRE CHE ANZICHE' USARE COME AL SOLITO I "BAGNI DI FOLLA AD EFFETO" PER INFINOCCHIARE I PECORONI CHE LO VANNO AD ASCOLTARE E AD APPLAUDIRE AD OGNI MENZOGNA CHE DICE, FAREBBE BENE A TENDERE LA MANO ALLE OPPOSIZIONI, E DISCUTERE A TAVOLINO I MOLTEPLICI E REALI PROBLEMI DI NOI COMUNI MORTALI CHE PURTROPPO CON LE SOLE LORO CHIACCHIERE NON RIUSCIAMO A RENDERE CERTO IL FUTURO NOSTRO E QUELLO DEI NOSTRI FIGLI, (E ALLA SCADENZA LE TASSE LE DOBBIAMO PAGARE!!), HO IL CORAGGIO DI DIRE CHE I SUOI SCAGNOZZI: CICCHITTO, BONDI, BONAIUTI, FELTRI, BELPIETRO, ECC,... NON ASPETTAVANO ALTRO PER CONFERMARE LA LORO FALSA TESI DI ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA DA PARTE DI DI PIETRO, LA SX IN GENERALE E LE EDITORIE QUOTIDIANE OPPOSTE A QUELLE DI BERLUSCONI, (CHE SI LIMITANO SOLAMENTE A RACCONTARE I FATTI COSì COME SUCCEDONO SENZA NULLA TOGLIERE O AGGIUNGERE). TALI SERVITORI DELL'ASPIRANTE DITTATORE QUAL'E' BERLUSCONI, MENTONO SAPENDO DI MENTIRE E DAI LORO PROCLAMI SI CAPISCE QUALI SONO LE VERE ISTIGAZIONI ALLA VIOLENZA. HO IL CORAGGIO DI DIRE CHE MARONI PIU' CHE PREOCCUPARSI DI OSCURARE CERTI SITI CHE INNEGGIANO A TALUNI GESTI SCONSIDERATI COME QUELLO DI CUI E' STATO VITTIMA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E CHE LASCIERANNO A BREVE IL TEMPO CHE CORRE, FAREBBE BENE A VERIFICARE LA REALE EFFICACIA DEL SERVIZIO D'ORDINE IN QUANTO LA SCORTA PERSONALE DI BERLUSCONI CREDO, (E DICO CREDO POICHE' NON HO CERTEZZA), SIA SOLO ROBA DI BERLUSCONI STESSO. QUALI SAREBBERO STATE LE CONSEGUENZE SE INVECE DI UNA STATUETTA L'AUTORE DEL GESTO AVESSE AVUTO UN ORDIGNO ESPLOSIVO? QUANTE PERSONE CI SAREBBERO ANDATE DI MEZZO? E' ORA DI FINIRLA CON QUESTI BUONISMI QUESTI SILENZI FORZATAMENTE ADOTTATI PER NON SUS
commento di vecchio vascello inviato il 16 dicembre 2009
Queste considerazioni le facciamo tutti, dentro di noi, ma, in certe situazioni, è preferibile non esprimerle all'esterno, perchè gli avversari politici non aspettano altro per poter aggredire ancor più con accuse e minacce. La violenza è cosa sempre deprecabile ed è controproducente. E', comunque, una verità incontestabile che se l'è andata a cercare. Crede di avere l'amore della gente, ma il popolo è come una belva: è pericoloso avvicinarlo da parte di chi non è del popolo. Il ricco, il potente, da che mondo è mondo, è sempre stato per il popolo un nemico. L'essere stato eletto con libere elezioni, non vuol dire essere amati dal popolo. Perchè le elezioni non rispecchiano affatto i sentimenti della gente, che vota solo perchè costretta a votare in un certo modo, per un molteplicità di fattori che non sto ad enumerare. Ma tutti sappiamo che la distanza tra un Berlusconi ed il popolo è un abisso che nessun ponte potrà mai colmare. Non si può ragionare come questi uomini potenti e privilegiati che pensano di fare il bene del popolo, e di avere, pertanto, diritto ad essere amati. Costoro fanno solo i loro interessi, ed il popolo li odia. Aggredisce come una belva, quando meno ci se lo aspetta. Non si può pretendere di essere amati se non lo si è, perchè il voto si compra, ma l'amore no!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
25 marzo 2009
attivita' nel PDnetwork