.
contributo inviato da fabio.cerritelli il 24 novembre 2009

Ho ricevuto da una catena di internet e mi farebbe piacere se fosse messo in evidenza su questo network. Loro non sono riusciti con le loro forze a finire sui TG, magari il PD può dare loro un aiuto!

 

TI MANDO LA PRESENTE PER EVIDENZIARE LA SITUAZIONE LAVORATIVA(?) CHE
RIGUARDA MIGLIAIA DI PERSONE. TRA QUESTE CI SONO ANCH'IO.
SICCOME I NOSTRI STRUMENTI "DI LOTTA" NON SONO PIù I TAMBURI DI
LATTA BENSì LE TASTIERE DEI NOSTRI PC, RIMETTO A VOI IL
FILE SEGUENTE, OGNUNO LO DOVRà INOLTRARE ALLA SUA CERCHIA DI
CONOSCENZE.

>>>>
Dal 4-NOVEMBRE-2009 le nostre principali sedi
ROMA-TORINO-MILANO-BARI-IVREA

sono PRESIDIATE con assemblee permanenti
AGILE - EX EUTELIA
COME LICENZIARE 9000 PERSONE SENZA CHE NESSUNO SE NE ACCORGA
!!!!!
E´ INIZIATO IL LICENZIAMENTO DEI PRIMI 1200 LAVORATORI DI
OLIVETTI-GETRONICS-BULL-EUTELIA-NOICOM-EDISONTEL TUTTI CONFLUITI IN:
AGILE S.R.L. ORA GRUPPO OMEGA
AGILE [EX EUTELIA] è STATA CONSEGNATA A PROFESSIONISTI DEL
FALLIMENTO.
AGILE [EX EUTELIA] è STATA SVUOTATA DI OGNI BENE MOBILE ED IMMOBILE.
AGILE [EX EUTELIA] è STATA CONDOTTA CON MAESTRIA ALLA PERDITA DI
COMMESSE E CLIENTI .
IL GRUPPO OMEGA CONTINUA LA SUA OPERA DI KILLER DI AZIENDE IN CRISI,
L´ULTIMA è PHONEMEDIA - 6600 DIPENDENTI - CHE SUBIRà A BREVE LA
STESSA SORTE DI AGILE. IN TUTTO, SIAMO UNA REALTà DI QUASI 10.000
DIPENDENTI E, CONSIDERANDO CHE OGNUNO DI NOI HA UNA FAMIGLIA, LE
PERSONE COINVOLTE IN QUESTA CRISI SONO CIRCA 40.000! EPPURE NESSUNO
PARLA DI NOI.
Per mantenere il LAVORO abbiamo bisogno di visibilità mediatica.
Abbiamo manifestato nelle maggiori città italiane (Roma - Siena:
Monte dei Paschi - Milano - Torino - Ivrea - Bari - Napoli
- Arezzo), siamo SALITI sui TETTI, ci siamo l'INCATENATI a Roma
in Piazza Barberini, abbiamo occupato le SEDI, Roma per prima.
Nonostante ciò NON siamo mai stati nominati in nessun TELEGIORNALE
NAZIONALE perchè la parola d´ordine è che se non siamo
visibili all´opinione pubblica il PROBLEMA NON ESISTE.

TAG:  EUTELIA  TELEGIORNALI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Maria72 inviato il 25 novembre 2009
Il tema del LAVORO deve essere al centro dell’agenda del PD non solo a parole ma con fatti concreti e magari con la partecipazione dei parlamentari alle forme di lotta dei lavoratori.
Ieri i ricercatori dell’ISPRA (ente di ricerca vigilato dal Ministero dell’Ambiente) sono saliti sul tetto dell’istituto per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti di 250 lavoratori (dopo i 200 già mandati a casa a giugno di quest’anno)…altri esempi? I lavoratori precari dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) si sono visti recapitare una lettera dal tono “Caro precario, Le comunico che dal 1 gennaio 2010 il suo rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato è risolto” http://www.flcgil.it/notizie/news/2009/novembre/infn_caro_precario_le_comunico_che_dal_1_gennaio_2010_il_suo_rapporto_di_lavoro_subordinato_a_tempo_determinato_e_risolto

Potrei continuare questo elenco di situazioni rappresentative dello sfascio di questo Paese dal punto di vista della difesa dei lavoratori...no, non bastano più “solo” le parole di solidarietà da parte degli esponenti del PD.
commento di Anpo inviato il 24 novembre 2009
Noto con rammarico che il post non è stato messo in evidenza. Vorrei ricordare alla redazione che quando Letta ha detto di cominciare a parlare degli argomenti di cui le famiglie discutono a cena non intendeva dire di quello che i tg di regime fanno vedere.

9000 persone stanno perdendo il alvoro, Marchionne con la massima indifferenza si prepara a chiudere alcuni stabilimenti Fiat dopo aver promeso che non loa vrebbe fatto la disoccupazione va dritta verso il 9% e nessuno fa nulla.

Il segretario Bersani ha gisutamente messo al centro della sua camapgna elettorale i temi del lavoro. Beh dica o faccia qualcosa di forte. Le 1000 paizze sono uan buona idea ma ci vuole di più.
commento di fabio.cerritelli inviato il 24 novembre 2009
Per fortuna ed egoisticamente non sono io uno di quelli a perdere il lavoro in Eutelia.
Era una catena su internet, e le ha scritte una amica di una amica.
Ho pensato che era meglio metterla qui che continuare la catena!
commento di verdesca inviato il 24 novembre 2009
Per mantenere il LAVORO abbiamo bisogno di visibilità mediatica.
Abbiamo manifestato nelle maggiori città italiane (Roma - Siena:
Monte dei Paschi - Milano - Torino - Ivrea - Bari - Napoli
- Arezzo), siamo SALITI sui TETTI, ci siamo l'INCATENATI a Roma
in Piazza Barberini, abbiamo occupato le SEDI, Roma per prima.
Nonostante ciò NON siamo mai stati nominati in nessun TELEGIORNALE
NAZIONALE perchè la parola d´ordine è che se non siamo
visibili all´opinione pubblica il PROBLEMA NON ESISTE.
Non esistono parole più incisive delle tue caro fabio.cerritelli per descrivere la situazione dei lavoratori di questo Paese.
Oltre alla solidarietà, perché capisco quali drammi ci sono dietro alla perdita di lavoro, torno a sostenere che dobbiamo affossare i liberisti della globalizzazione, per farlo dovremmo tutti scendere in piazza accanto a voi. Stai sicuro, non riceverai tanti post, qui sono tutti impegnati nelle strategie politiche, e poi da quello che vogliono far credere loro mangiano tutti i giorni.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
18 giugno 2008
attivita' nel PDnetwork