.
contributo inviato da ScuolaDemocratica il 16 novembre 2009

Sul blog http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/ leggo questo:

Alla direzione nazionale del Pd è stato deciso di non spendersi contro la nuova legge salvapremier – e quindi di non aderire alla manifestazione del 5 – per «non dare troppa importanza a Berlusconi».

Sembra una barzelletta, invece è così.

Ora, bisogna che qualcuno avverta il Pd che, essendosi impadronito del governo e dei media, l’importanza Berlusconi se l’è già presa da solo.

Non è che se si finge che Berlusconi non sia ingombrante, questi per miracolo lo diventa un po’ meno, come già si è visto in passato.

Forse, una volta resisi conto di questo dato di partenza, si potrebbe anche iniziare a fare opposizione.

Forse, un domani.

Qualcuno mi dica che è solo una barzelletta, per favore!!!

TAG:  5 DICEMBRE  DIREZIONE NAZIONALE PD  BARZELLETTA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Laura G. inviato il 18 novembre 2009
Il PD sta perdendo l'ultimo treno.
La sua assenza totale di opposizione che ha consentito in questi anni a Berlusconi di diventare quello che è diventato, economicamente ( 1% concessioni televisive by D'Alema) e politicamente (no legge per il conflitto di interessi)
Questa del 5 dicembre è una piccola occasione per riscattarsi e per dimostrare che il PD non è connivente con la destra come invece sembrerebbe dal suo operato ( non voto contro lo scudo fiscale). Ma Bersani non è sufficientemente LIBERO E/O CONSAPEVOLE da cogliere l'occasione.
ADESSO BASTA vale anche per il PD e per Bersani, non solo per Berlusconi.
NON CI DOVREBBE NEMMENO ESSERE DISCUSSIONE PER PARTECIPARE AD UNA MANIFESTAZIONE NATA DAL BASSO , SPONTANEA, CREATA DA QUELLE FORZE A CUI MAGGIORMANTE IL PD DOVREBBE GUARDARE.
Che rabbia.
commento di Pino1954 inviato il 17 novembre 2009
Per Redazione

Speriamo bene per le manifestazioni di dicembre e speriamo che Bersani sappia dare al partito la marcia in piu' che in questo momento non ha.
Il non coinvolgimento nella preparazione della manifestazione del 5 mi sembra però, come motivazione, una bella foglia di fico.
Innanzitutto non sono tempi in cui si possa fare gli "sdegnosi".
E poi non sarebbe sicuramente mancato il modo di "vendere" bene l'adesione del PD nè di contrattarne le modalitò di svolgimento in cambio della partecipazione, considerato che Di Pietro ha ripetutamente invitato Bersani.
Quindi non volendo partecipare, sarebbe stato forse meglio dirla tutta e far capire la vera "ratio" di questa decisione.

Per Amphioxus

"sarebbe utile una manifestazione sia senza bandiere di partito per far capire che chi vuole a casa berlusconi non è il pd in quanto partito ma quella parte straordinaria d'italia che ctede nei valori della democrazia"

Concordo, anche questo sarebbe un messaggio positivo.
Personalmente ritengo comunque che il messaggio di una moltitudine di persone che sia riconducibile ad uno schieramento di opposizione riconoscibile, sarebbe molto più forte.
Così rimane il dubbio (per non dire la certezza) che la gente incazzata ci sia ma che non ci sia il corrispondente schieramento il parlamento.
Quindi .....spallucce......
commento di amphioxus inviato il 17 novembre 2009
con gli adii il pd è arrivato al 30% mah
commento di amphioxus inviato il 17 novembre 2009
sarebbe utile una manifestazione sia senza bandiere di partito per far capire che chi vuole a casa berlusconi non è il pd in quanto partito ma quella parte straordinaria d'italia che ctede nei valori della democrazia
commento di redazionepd inviato il 16 novembre 2009
la Direzione ha parlato soprattutto di come fare opposizione e Bersani ha annunciato per dicembre manifestaizoni in tutti i circoli sulla crisi economica e sul lavoro.
Riguardo alla manifestazione Bersani ha spiegato perché il PD non aderisce: non è stato coinvolto nella piattaforma della manifestazione elaborata da Idv e Rifondazione, ma ciò non toglie la libertà di iscritti ed elettori di parteciparvi. In questo momento la sintesi del suo intervento è nella copertina del sito, buona lettura.
commento di Laura G. inviato il 16 novembre 2009
Addio PD, ultimo treno perso.
Assenza totale di opposizione che ha consentito in questi anni a berlusconi di diventare quello che è diventato, economicamente ( 1% concessioni televisive by D'Alema) e politicamente.
Adesso basta! vale anche per il PD e per Bersani, non solo per Berlusconi.
commento di cristinasemino inviato il 16 novembre 2009
Non siamo reattivi: il Pd sembra addormentato...eppure non manca la materia per fare opposizione. Bersani facci capire che esisti e che possiamo sperare in qualche tua mossa, perchè non ne possiamo proprio più.
commento di M.T.R. inviato il 16 novembre 2009
Secondo me il problema non è tanto manifestazione 5 dicembre si o no per il PD (inoltre ci sarà una contromanifestazione nello stesso giorno sempre a Roma dei fans del Cav.)Ma il problema è che il PD, dal nazionale al locale, deve essere "a bomba" in ogni dove ci sia un problema di fabbriche in difficoltà, di problemi di pendolari, di scuole senza soldi, di ospedali asfittici di personale e fondi, insomma più vicino ai problemi reali, non a parole (di parole la gente è stufa marcia), ma con i fatti. Esserci, fare, proporre, portare a conoscenza il più possibile tramite le segreterie regionali, provinciali e circoli, con manifesti, volantini, lettere ai giornali locali, e con tutti i mezzi che il Berlusca non può controllare. Non si fa opposizione solo in Parlamento, anzi, in Parlamento la gente con i suoi tanti problemi non c'è, lì ormai ci sono solo i problemi penali del Premier e di suoi tirapiedi.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 novembre 2009
attivita' nel PDnetwork