.
contributo inviato da team_realacci il 3 novembre 2009
Roma, 3 novembre 2009 
 
“Pur non avendo letto la sentenza si possono immaginare i motivi che hanno spinto la Corte Europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo ad essere contraria al crocifisso nelle aule scolastiche. Personalmente credo che per l’Italia la questione sia diversa. Nel nostro paese non si tratta di aggiungere un simbolo non presente, con una scelta che potrebbe apparire di sopraffazione di altre culture, ma di mantenere un tratto di identità radicato e costitutivo della nostra cultura. Ho quindi seri dubbi che sia opportuno”, lo afferma Ermete Realacci (PD), commentando la sentenza della Corte Europea. 
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  CROCIFISSO  CORTE  EUROPEA  DIRITTI  UOMO  STRASBURGO  AULE  SCOLASTICHE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork