.
contributo inviato da verduccifrancesco il 28 ottobre 2009
http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/cronaca/manifestazione-polizia/manifestazione-polizia/manifestazione-polizia.html
Manifestazione delle forze dell'ordine, la destra di Fare Futuro le ritiene un flop e la Cei contro il pacchetto sicurezza per una politica dell'integrazione rispettosa dei diritti umani. I comuni, chiamati a richiederle non si sono fatti avanti; le ronde, alla fine, dopo essere state presentate come legge necessaria per far fronte al "dilagare della criminalità extracomunitaria" e "voluta dagli italiani stessi", non riescono proprio a decollare.
Dopo mesi di discussione tra i fautori - lega e governo - e gli oppositori - tutta l'opposizione - e averla imposta con il voto di fiducia, ci ritroviamo con una legge che non "riesce ad applicarsi" proprio a causa di quella realtà che, secondo i fautori, la richiedevano.
Tra l'altro c'è da evidenziare che proprio le forze dell'ordine, di cui le ronde avrebbero dovuto fare riferimento, sembrano i più accaniti oppositori.
Al Viminale sostengono  che è ancora presto per una valutazione perché la legge prevede una fase transitoria di sei mesi, quindi fino all’8 febbraio prossimo; va però considerato che di richieste, sia da parte di cittadini sia da parte di associazioni, ne sono arrivate ben poche, inoltre, alcune associazioni già presenti sul territorio hanno dichiarato che non faranno mai richiesta di entrarne a far parte perché ciò che è richiesto dalle ronde lo può fare già il normale cittadino, basta che abbia un po' di senso civico. Essi sostengono: "In ogni caso, dal mondo del volontariato arriva il segnale che la sicurezza partecipata, quella che coinvolge i cittadini in prima persona, non è una questione di ronde ma di senso civico. E il senso civico consiste anche nel coinvolgimento della cittadinanza alla realizzazione di una comunità più vivibile. Non può fermarsi, dunque, alle parole d’ordine “sicurezza” e “legalità” ma deve coinvolgere tutti gli aspetti del vivere sociale, come per esempio la tutela dei bambini, l’integrazione e l’assistenza agli anziani, il contrasto a qualsiasi forma di degrado sociale e urbano, il sostegno alle persone in difficoltà.
Dunque, gli italiani, almeno quelli già direttamente interessati, non credono affatto alle ronde.
Comunque staremo a vedere a febbraio.

      
TAG:  RONDE  FORZE DELL'ORDINE  VOLONTARIATO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 marzo 2009
attivita' nel PDnetwork