.
contributo inviato da galfra il 27 ottobre 2009

STRALCI DI INTERVIST A A GRATTERI UNO DEI MAGGIORI CONOSCITORE DI MAFIE:

Come fanno a far arrivare in Europa la cocaina acquistata in Colombia?

“Alla periferia di Bogotá ci sono oltre 7 milioni di persone scacciate dalle loro terre dai narcotrafficanti. Basta dare a ognuno di questi disperati 400 euro e un passaporto per far portare in Italia un chilo e mezzo di ovuli nella pancia. oppure utilizzano sottomarini e navi commerciali. Negli ultimi mesi la cocaina passa anche da Venezuela , Cile Perù, Paraguay, e Brasile”

In Europa dove arriva?

“Fino a qualche mese fa in Spagna. Ora la fanno passare dal Centro Africa, dove per noi è più difficile indagare”

Eppure tempo fa con l’Fbi avete arrestato 200 trafficanti tra Messico , Stati Uniti e Italia?

“Grazie alle intercettazioni telefoniche e ambientali. Le stesse che oggi si vuole limitare dicendo che noi magistrati ne abusiamo”

Non è così?

“Le intercettazioni aumentano perché aumentano i criminali che usano il telefono. Per il traffico internazionale di droga è indispensabile l’uso di cellulari , email e skype. Se vogliamo incastrare questi criminali è necessario stare al passo con i tempi”

In Italia , però, si spendono milioni di euro per intercettare la gente che non c’entra niente

“Non è vero che le intercettazioni costano, sono la forma più economica di acquisizione di una prova. Se , per esempio, la polizia di Reggio vuol sapere in quale portone entrerò a Milano, basterà mettere sotto controllo il mio telefono per scoprirlo. Il tutto costa 16 euro più iva. Per fare un pedinamento , con trasferimenti da una regione all’altra , si arriva a spenderne anche 15 mila. Nelle indagini di mafia le intercettazioni sono fondamentali”

Che cosa si può fare per sconfiggere la criminalità organizzata, oltre a inasprire le pene?

“Investire in cultura. Io sono anni che vado nelle scuole a spiegare i giovani perché , economicamente parlando , non conviene diventare ‘ndranghetisti”

Che cosa dice loro?

“Che, per esempio , anche nella ‘ndrangheta ci sono le raccomandazioni . Il figlio di un capomafia farà carriera lampo, gli altri arrivano al vertice solo dopo tanti anni, di cui molti trascorsi in carcere. E che non è una bella vita: in ogni famiglia mafiosa ci sono almeno due o tre morti ammazzati , detenuti e latitanti. Sono famiglie tristi , circondate dall’odio e dal dolore. C’è un paese in provincia di Reggio Calabria dove si registra il più alto di consumo di psicofarmaci in Italia”

Adesso non dirà che è colpa della ‘ndrangheta..

“Questi farmaci li prendono giovani donne tra i 22 e i 25 anni con i mariti in carcere. Le chiamano vedove bianche, hanno 2 o 3 figli a testa, e non rivedranno i coniugi per almeno 10 anni. Non possono lavorare , non possono uscire, sono controllate a vista dai parenti dei mariti, non hanno più una vita. Sono tutte depresse o disturbate”

CON TUTTE QUESTE RISORSE SI POTREBBE RIDURRE IL DEBITO PUBBLICA, RILANCIARE L’ECONOMIA E QUINDI L’OCCUPAZIONE.

TAG:  MAFIE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di galfra inviato il 27 ottobre 2009
ha anche dichiarato che i governanti non gradiscono l'istruzione perchè crea consapevolezza e neppure la giustizia perchè disturba il manovratore.
Costui ha la scorta, unitamente alla famiglia, dal 1989
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork