.
contributo inviato da team_realacci il 15 ottobre 2009
Roma, 15 ottobre 2009
 
“Fa bene il Ministro Prestigiacomo a voler insistere perché la questione dei fondi per il dissesto idrogeologico, oggi rinviata dal Consiglio dei Ministri, venga riproposta nella prossima seduta perché si tratta di un tema urgente e importante. Peccato che il Ministro dell’Ambiente si accorga solo oggi, dopo la tragedia di Messina, che quella della messa in sicurezza del territorio è un’emergenza nazionale, mentre taceva quando il suo Governo, fin dalla Finanziaria dello scorso anno, sforbiciava drasticamente i fondi, già insufficienti, per la difesa del territorio”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile Ambiente del Pd, commentando il rinvio da parte del Consiglio dei Ministri della discussione sulla proposta di ddl preparato dal Ministro Prestigiacomo per un piano straordinario per le emergenze in materia di dissesto idrogeologico.
“C’è da sperare”, conclude Realacci, “che l’impegno del Ministro dell’Ambiente, non sia l’ennesimo annuncio che si trasforma in un nulla di fatto. Ce lo auguriamo per il bene di questo paese e per non dover piangere su un’eventuale ennesima “tragedia annunciata”. 
 
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  DIFESA  TERRITORIO  DISSESTO  IDROGEOLOGICO  FONDI  MESSINA  MESSA IN SICUREZZA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork