.
contributo inviato da fabio.cerritelli il 12 ottobre 2009

C'è qualcosa che ancora mi sfugge.

Io ho seguito il Congresso: a Roma i tre candidati hanno esposto le loro idee sulla forma del partito, sulle alleanze, e hanno anche fatto proposte concrete su disegni de legge. Argomenti che dovrebbero interessare la gente comune.

A Benevento il PdC ha ripetuto per l'ennesima volta i soliti anatemi contro magistrati, comunisti e via dicendo. Cose che alla gente comune non dovrebbero fare nè caldo nè freddo.

Poi vado a leggere i quotidiani stamattina: titoloni su Berlusconi e trafiletti sul Congresso PD. Ma allora si può sapere che vogliono gli Italiani? La sinistra è sempre stata accusata dai giornalisti di anti berlusconismo e di non fare proposte: e poi gli stessi giornali danno risalto a due str... di Berlusconi? Se il PdC dice una fesseria tipo il piano edilizio e poi lo smentisce il giorno dopo si leggono titoloni a tutta pagina; Franceschini fa 2 proposte precise sulla green economy e non letto NESSUN titolo sull'argomento!!!

Il PD avrà tanti difetti, ma non è possibile dire che ieri Berlusconi ha oscurato il Congresso: se è accaduto il motivo è da ricercare in tutte quelle persone che considerano più importante le frasi da disco rotto di Berlusconi ai discorsi seri dei 3 candidati a segretario PD. Poi posiiamo discutere sulla bontà e sulla modernità delle proposte nel PD, ma dovremmo smetterla di discutere sulle frasi da matto del PdC.

TAG:  CONGRESSO  BERLUSCONI  STAMPA  BENEVENTO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Roljr inviato il 12 ottobre 2009
"E' la somma che fa il totale"! Grande Totò: sempre più attuale!

Quale "totale" è stato assegnato da "La Repubblica" al congresso Pd che ha aperto il giornale di oggi con le ingiurie di Berlusconi, anche se ha riservato al Pd una foto dei tre caballeros sotto il titolone?

"Quello" è un uomo di spettacolo e ha tanta di quella esperienza e "cazzimma" che gestisce gli animi e le menti del popolo come meglio crede. E quel che è peggio, ci riesce sempre!
Dice una cazzata? Nessuno gliela rintuzza a muso duro ed egli infila una perlina nella collana della personalità di ciascuno dei suoi interlocutori o destinatari del messaggio!

E via altre Str.....e. una dietro l'altra! E se per un motivo qualsiasi non riceve contraccolpi o manrovesci sul grugno, egli infila perline e gongola!
Il gioco è fatto. Anzi "Ho portato a termine al mio condizionamento anche in Tizio...etc., etc.! ", dice a sè stesso!

E' così che fa il caimano! E poi è troppo tardi per reagire con efficacia! Sentito ieri Franceschini? "se... blà, blà, blà, ..., troverà una opposizione "dura e pura"! Ma perchè, prima non te ne aveva offerto occasioni?

Ormai avete fatta passare anche l'assenteismo colpevole! D'Alema ha avuto il coraggio di dire:".. non mi hanno fatto capire bene l'importanza di quella votazione..."! Senza vergogna ormai! Da uno che di mestiere fa il politico, di lungo corso, queste parole offendono tanto che non trovo parole per ricambiargli l'offesa chi mi muove contro! Posso dirgli solamente:"Imbecille! Ti rendi conto del numero dei voti che hai fatto "evaporare" con quella scusa puerile"?

Questi sono i fatti e i commenti con i quali rispondiamo alle ultime dissacranti ingiuriose uscite di 'papi' a Benevento?
Uhmmmm!
Antonio Rossi
commento di paolorol inviato il 12 ottobre 2009
E ringraziamoli, se non ne parlano!!

C'è solo da vergognarsi. La solita nauseante lotta che ormai sappiamo bene quali finalità ha.
Un partito venduto (spero per loro che siano venduti e non totalmente dementi)alle prese con la sua lunga eutanasia.O meglio suicidio "assistito".


D'Alema rappresenta il marciume del partito a pieno titolo!
Non è una novità!
Ma tutti sono contro tutti. Venduti e collusi, da sbattere fuori in massa.Non vale neppure più la pena di continuare a parlare di loro: Rutelli vada alla DC, che è la sua naturale destinazione, prima lo fa meglio è. D'Alema abbia il coraggio di passare al PDL. Franceschini entri in convento. Salverei solo Marino, ma non ha avuto ancora modo di dimostrare quanto e soprattutto se vale.

Questo il titolo di Repubblica di oggi. Che spettacolo avvilente.

Ignazio Marino duro con gli altri candidati: "Saranno spazzati via"
Il segretario al leader della Cgil Epifani: "Noi siamo uniti e i sindacati?"
Pd, D'Alema contro Franceschini"Mi attacca per andare sui giornali"
Il segretario: "Massimo è fantastico...io rispondo, non attacco"
Francesco Rutelli: "Resto nel partito? Decido dopo il 25"


E volete spazio mediatico?Ma per favore!
commento di rebyjaco inviato il 12 ottobre 2009
Io non li ascolto, parlano ""ripetuto"", ""gia sentito dire tante volte"", CONCRETAMENTE, vorrei vederli impegnati nel rinnovamento del PARTITO, solamente se i Padrini si faranno da parte si potrà pensare al RINNOVAMENTO. Non si rinnova con Dalema e Fassino. Ma certo, le tessere , quelle si che contano, e Loro ne hanno parecchie. Provate a vincere le elezioni con ""le tessere "". Ma come pensate che qualcuno Vi possa credere? Certo Berlusconi straparla. Ma cosa dice Berlusconi se non quello che vogliono ascoltare i furbastri che lo votano? E' ridicolo che si voglia criticare Berlusconi quando si sa cosa LUI può dare, (e lo dà), mentre i nostri parlano e straparlano al vento congressuale e non riescono a raggiungere il "" Paese "".
commento di fabio.cerritelli inviato il 12 ottobre 2009
"Allora chiedo.........
Poteva un dibattito a tre in Tv convogliare un maggiore consenso per il Pd?".
E' una domanda interessante. La prima risposta sarebbe sì.
Però una riflessione sulla reazione dei giornali il giorno successivo va fatta: basterebbe che due dei tre non siano d'accordo su un argomento, per far gridare a tutti i quotidiani e tg: il PD è spaccato!!
Fateci caso: ieri l'unica cosa che è uscita dal congresso è stata la frase di Franceschini sull'ominide o simile che ha rivolto a Berlusconi e le normali ed innocue scaramucce tra sostenitori dell'uno e dell'altro. per chi ha visto tutto il congresso, vi sembravano le cose più importanti che sono state dette?
Va bene il confronto, ma attenzione perchè c'è una marea di persone pronta ad usarlo come boomerang!
commento di cilloider inviato il 12 ottobre 2009
"O uno scontro all'arma bianca, il giorno dopo tutti i giornali, parlerebbero dello scontro e non dei contenuti."


Ottima argomentazione Maxo! Complimenti!

Ma credo che politicamente questo sarebbe un "rischio" naturale, che comunque valga sempre la spesa di "andare in TV" ....quando si ha la possibilità..
(tranne che per il caso Vespa...sia chiaro...dato che concordo appieno con i toni della lettera di Franceschini )

Allora chiedo.........
Poteva un dibattito a tre in Tv convogliare un maggiore consenso per il Pd?
commento di maxo7533 inviato il 12 ottobre 2009
O uno scontro all'arma bianca, il giorno dopo tutti i giornali, parlerebbero dello scontro e non dei contenuti.
commento di cilloider inviato il 12 ottobre 2009
"Io sapevo che si è proposto solo canale 5; quasi Berlusconi volesse far vedere quanto è democratico!"

Guarda lo ha detto anche Corradino Mineo 3 settimane fa durante l'intervista a Marino e Floris ancora prima della pausa estiva!

Quello che non capisco ....è perchè! Perchè non accettare gli inviti di Rai o mediaset....perchè non porre delle REGOLE CONDIVISE su come deve avvenire tale dibattito...
Insomma mi piacerebbe avere una lezione di civismo !

commento di cardif inviato il 12 ottobre 2009
Le maggiori testate si rivolgono a tutti: a coloro che votano ed anche a quelli che si astengono; l'approfondimento sulle posizioni dei tre concorrenti alla segreteria del PD interessa solo una parte del pubblico, mentre la deriva plebiscitaria interessa (deve interessare!) tutti.
L'S.S. Berlusconi ha detto che sono tutti a sinistra (giustizia, informazione RAI, Presidente della Repubblica, Corte costituzionale). Al TG: "I processi che mi scaglieranno addosso sono autentiche farse. Io sottrarrò qualche ora alla cura della cosa pubblica per andare là e sbugiardarli tutti. Queste cose qua a me mi caricano agli italiani gli caricano viva gli italiani viva Berlusconi"; cioè gli italiani si caricano perché lui si deve difendere dalle accuse di reati commessi?
A Benevento ha detto: "La stampa estera, imbeccata da qualche giornale italiano, sputtana il Presidente del Consiglio": ma non si è sputtanato da solo con le escort e le minorenni?
Adesso sta chiedendo una rapida riforma con l'elezione diretta del capo del governo. Per mettersi in salvo dai processi?
Non sono temi più interessanti per l'opinione pubblica? Non è possibile che gli elettori si rendano meglio conto di che razza di uomo è?
Nella speranza, ovviamente, che molti di quelli che ancora non hanno portato il cervello all'ammasso del berlusconismo servile alla Bondi, Cicchitto e simili si ravvedano.
commento di fabio.cerritelli inviato il 12 ottobre 2009
Sono d'accordo con cilloider sul dibattito a 3 in una rete nazionale. Io sapevo che si è proposto solo canale 5; quasi Berlusconi volesse far vedere quanto è democratico!
Cmq un dibattito ci sarà: se i giornali volessero fare informazione basta riportarlo sulle prome pagine del giorno dopo.
Mi sono perso l'articolo di Scalfari, lo vado a recuperare.
commento di maxo7533 inviato il 12 ottobre 2009
Hai letto l'articolo di ieri di Eugenio Scalfari, riguardo ai giornali e attaccando De Bortoli del Coriere della Sera?

Leggilo, capirai perchè l'informazione è faziosa in Italia.
commento di cilloider inviato il 12 ottobre 2009
Si ok Fabio!

Ma cosa ne pensi allora della RINUNCIA dei 2 candidati Franceschini e Bersani alla proposta fatta da Marino di un dibattito a 3?

Anzi, onestamente, perchè sia Franceschini che Bersani hanno rinunciato le offerte fatte da Mineo e da Floris accettando il dibattito a 3 solo su youdem il 16 ottobre?
Perchè se manca davvero una visibilità mediatica...i primi a rinunciarvi sono proprio i dirigenti?
commento di LucaPat inviato il 12 ottobre 2009
Certo Fabio,
Berlusoni non è nuovo a queste cose. Non è la prima volta che si inventa qualche Fasta della libertà(?) o qualche fasullo Consiglio Nazionale ( che poi sono sempre la stessa cosa, lui urla e i pecoroni sotto si strappano i capelli ) in contamporanea a nostri lavori organizzati da tempo e previsti da statuti e regolamenti interni. Silvio Berlusconi si conferma ogni giorno di più una persona che non vale niente, Silvio Berlusconi a me fa letteralmente vomitare.
Ad ogni modo, noterai il profilo basso che questa convenzione si è voluta dare, rispetto agli usuali congressi precedenti ( parlo del partito da cu provendo, i DS ) o, meglio, il profilo basso che le ha assegnato l'attuale regolamento del Partito Democratico.
commento di w.tromb inviato il 12 ottobre 2009

SIANO TUTTI SULLA STESSA BARCA,NON ILLUDOAMOCI,SOLO CON UNA PICCOLA DIFFERENZA: C'E' CHI CI PROVA A REMARE CONSCIO DEL MOMENTO,E CHI SI LASCIA TRASCINARE DALLA CORRENTE, CONTINUANDO A SCANNARSI NEL PD TRA SINISTRA, CENTRO, CATTOLICI E LAICI .
CERTAMENTE IL PD IN CUI SIAMO CONFLUITI ( ARROTOLANDO E METTENDO VIA QUELLA CARA BANDIERA ROSSA) DEVE MATURARE, LO PUO’ FARE PIU’ RAPIDAMENTE E MEGLIO SE PRIMA MATURIAMO TUTTI NOI.
MATURARE è ANCHE VEDERE LE COSE OGGETTIVAMENTE E NON SOGGETTIVAMENTE come fai tu fabio.cerritelli
SIAMO IN SINTONIA CON TE, QUANDO bERLUSCONI DA DEL MATTO RISPONDIAMOGLI CON I FATTI.
Wladimiro Trombetta e la banda dei vecchietti
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
18 giugno 2008
attivita' nel PDnetwork