.
contributo inviato da mario petrh il 9 ottobre 2009

Se fossi un imprenditore di quelli che hanno sempre pagato le tasse allo stato, invierei una lettera al Ministro Tremonti, e per conoscenza al Capo dello Stato, dove, appellandomi al dettato costituzionale, chiederei il riequilibrio della parità percentuale di contribuzione secondo l'aliquota applicata oggi ai "professionisti" dell'evasione fiscale che, quando va bene, riguarda l'esportazione di capitale derivante da attività lecite su cui si "preferisce" furbescamente non pagare le tasse, e, quando va male, riguarda gli enormi quantitativi dei proventi di attività illecite, come quelle legate ad esempio allo spaccio della droga ecc., che, grazie alla protezione dello scudo, possono essere ripuliti anonimamente e rientrare nel circolo delle attività lecite, fagocitando così quelle aziende che vivono la crisi sul filo del rasoio. 

E questo non riguarderà solo le piccole aziende, su cui spesso non si posano le mire dei grossi capitali, ma anche i grandi gruppi di cui fanno parte le molte attività editoriali. Forse nessuno ci riflettuto bene, ma sarà "l'assopigliatutto" della lotta per il potere assoluto. 

Comunque, a quegli imprenditori e lavoratori onesti che per anni hanno contribuito a creare ricchezza, con la quale questo governo italiano si è poi vantato di aver potuto affrontare la crisi,  va detto "grazie", ma il premio però non lo hanno vinto loro, lo hanno vinto i disonesti, i furbi, i prepotenti: quelli che invece di correre insieme agli altri lungo la pista di gara con le loro gambe , se ne sono infischiati delle regole dei "fessi" e, in barba alle regole, sono arrivati al traguardo con altri mezzi. E oggi a quel traguardo, conquistato senza neanche un pò di fiatone, quei furbetti, o furboni, vengono premiati da questo governo, mentre gli onesti restano da soli ad annaspare di fronte alla dura salita. 

A questo punto però la domanda sorge spontanea: ma se, stando a quel che dicono i sondaggi, circa il 70% degli italiani sta con il Cavaliere, allora che vuol dire, che siamo un popolo di trafugatori di capitali nei paradisi fiscali?

Quindi il 30%, o poco più che resta sarebbero quei "coglioni" di comunisti (scusate lo stile, ma si riporta l'appellativo coniato dalla maggioranza) che pagano regolarmente le tasse e che hanno mantenuto in piedi questo Paese?

Allora siamo davvero una minoranza di "coglioni" !

 

 

TAG:  TASSE  SCUDO FISCALE  IMPRENDITOTI  PARADISI FISCALI  COMUNISTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di mario petrh inviato il 12 ottobre 2009
Errata corrige:

E' per questo, caro Cilloider che proprio a Roma contro i soprusi vessatori di cui la Gerit è gestore, si sta muovendo un gruppo di volenterosi che, sotto il nome "multassassina" stanno cercando di riequilibrare il rapporto tra enti esattori e cittadini vessati. Azioni concrete, e non dichiarazioni di intenti!
Intanto ii auguro di venire al più presto rimborsato.
Consentimi però di precisarti che lo scudo fiscale è altra cosa. E' come se in una stessa famiglia dove tutti contribuiscono alle spese di casa, solo uno se infischia facendo la bella vita sulle spalle degli altri e in più si mette da parte un bel gruzzolo con i soldi che guadagna. Poi arriva la crisi e il padre chiede a tutti i figli di sacrificare ancor più dei loro guadagni mentre al figlio che non ha mai pagato nulla e che è vissuto sulle spalle dei fratelli, chiede di dare solo il 5% del suo tesoretto.
Domande: Come giudicheresti quel padre? Come la prenderesti se fossi uno dei fratelli che hanno sempre contribuito? Come giudichesti il fratello che non ha mai contribuito? E infine, in quella famiglia, a tuo avviso, si sentirebbero premiati i fratelli contribuitori o il fratello che ha fatto la bella vita sulle spalle dei suoi fratelli?
Saluti
commento di mario petrh inviato il 12 ottobre 2009
E' per questo caro Cilloider che proprio a Roma contro i soprusi vessatori di cui la Gerit è gestore, che a Roma si sta muovendo un gruppo di volenterosi che, sotto il nome "multassassina" stanno cercando di riequilibrare il rapporto tra enti esattori e cittadini vessati. Azioni concrete, e non dichiarazioni di intenti!
Ti auguro di venire al più presto rimborsato.
Consentimi però di precisarti che lo scudo fiscale è altra cosa. E' come se in una stessa famiglia dove tutti contribuiscono alle spese di casa, solo uno se infischia facendo la bella vita sulle spalle degli altri e in più si mette da parte un bel gruzzolo con i soldi che guadagna. Poi arriva la crisi e il padre chiede a tutti i figli di sacrificare ancor più dei loro guadagni mentre al figlio che non ha mai pagato nulla e che è vissuto sulle spalle dei fratelli, chiede di dare solo il 5% del suo tesoretto.
Domande: Come giudicheresti quel padre? Come la prenderesti se fossi uno dei fratelli che hanno sempre contribuito? Come giudichesti il fratello che non ha mai contribuito? E infine, in quella famiglia, a tuo avviso, si sentirebbero premiati i fratelli contribuitori o il fratello che ha fatto la bella vita sulle spalli dei suoi fratelli?
Saluti
commento di cilloider inviato il 12 ottobre 2009
Dobbiamo guardarci in faccia e non fare dell'inutile polemica.

io sto aspettando un rimborso statale da 2 anni....e senza interessi maturati...

Vuoi sapere se non pago io che interessi mi fa pagare lo Stato + la multa??

Bisogna uscire da mentalità e discorsi qualunquistici....e prendere davvero di petto il problema...
commento di cilloider inviato il 12 ottobre 2009
"La categoria che fa più sbhifo in assoluto è quella degli evasori fiscali"

No ! C'è evasore ed evasore!

Io conosco molti evasori, e molti li considero persone davvero oneste ...molto più di qualche impiegato statale, con malattie croniche.

Conosco evasori che cercano di "risparmiare" sull'iva, dato che hanno pagato troppo una fornitura e non sono riusciti a venderla..e lo stato non gli dilaziona il pagamento, conosco gente che cerca di dichiarare meno perchè ha paura di pagare troppo L'ANTICIPO sul fatturato dell'anno a venire..
La realtà dell'evasione fiscale è molto più articolata...e umanamente complessa..
Fare di tutta l'erba un fascio è da stolti!
Poi ci sono realtà sistematiche ....delinquenziali.....
Evadere è reato!, ma anche il regime fiscale è davvero iniquo e profondamente sbagliato.
Come detto più volte l'evasione non va combattuta, ma va superata.
commento di Piccolo Mondo inviato il 10 ottobre 2009
X Mario Petrh, sono d'accordo con tutto quello che scrive.....bravo.

Piccolo Mondo
commento di mario petrh inviato il 10 ottobre 2009
Caro clint, credo proprio che la tua sia una guerra personale contro D'Alema: lo metti in tutte le salse, che si parli di cibarie o di giardinaggio. Deve proprio averti fatto male per averlo sempre nei tuoi pensieri.
Riguardo la storia dello scudo fiscale OK i parlamentari assenteisti vanno puniti e severamente, però non ci fossilizziamo, andiamo e guardiamo avanti. O vogliamo continuare a fare i soliti azzeccagarbugli disfattisti di sinistra.
Sai che goduria per la maggioranza che, dopo il "no-lodo,no-party", si accinge a varare un pacchetto tutto da scartare.
commento di frankye inviato il 10 ottobre 2009
Ordine del Giorno votato e approvato dai delegati alla Convenzione Provinciale di Treviso

La Convenzione Provinciale di Treviso, riunitasi il giorno 4/10/09 a Montebelluna (TV), facendo seguito alla discussione intercorsa tra i delegati intervenuti, consapevole che l’approvazione dello “scudo fiscale” è un provvedimento voluto dalla maggioranza e non imputabile al PD, vuole esprimere alla Segreteria Nazionale con il presente documento il profondo dissenso e la condanna per quanto avvenuto in Parlamento in merito alla votazione il 02/10/09, nello specifico per quanto riguarda l’assenza di alcuni parlamentari del PD.

Chiede alla segreteria nazionale di esprimere con chiarezza non solo il proprio giudizio negativo verso quanti non erano presenti alla votazione, ma, a fronte del profondo disagio e il danno recato alla credibilità del lavoro di tanti democratici sul territorio, di provvedere a valutare una congrua sanzione verso gli assenti, che possa prevedere la richiesta delle dimissioni e la mancata ricandidatura per le prossime elezioni.

Votanti 219

Voti favorevoli 213

Voti contrari 3

Astenuti 3
commento di grandmere inviato il 10 ottobre 2009
La categoria che fa più sbhifo in assoluto è quella degli evasori fiscali
commento di clint333 inviato il 9 ottobre 2009
Sono dei disgraziati. Rubare è un diritto per certa gente, e sappiate che lo fanno ridendoci dietro. Se poi sono politici di sinistra la loro soddisfazione è ancora più grande.
Comunque io preferirei veder condannare per "circonvenzione di incapace" D'Alema e tutti coloro che hanno esagerato nel manipolare il proprio elettorato. Sì, 10 anni di galera e siccome gli piacciono i soldi, un premio di 500 mila euro da spendere in galera. Meritano entrambe le cose, la galera per il loro operato, i soldi perché hanno venduto tutto, dall'anima a tutti i componenti di famiglia, ad amici, alla faccia pur di ottenerli.
commento di delega inviato il 9 ottobre 2009
Mi sembrerebbe unaa buona cosa chiedere il "riequilibrio". Il buon tremonti sarebbe sommerso da una valanga di richieste.
commento di maxo7533 inviato il 9 ottobre 2009
E' una materia da partito politico, basta chiedere il loro in busta paga.

Non è possibile che in questo Paese gli unici a apagare le tasse siano i lavoratori, i ristoratori guagagnano meno di un cammeriere, un gioieliere meno di un pensionato, un imprenditore meno dei suoi lavoratori, sè non è uno scandalo questo, cosa bisogna aspettare?

I lavoratori e pensionati non hanno nessuno che gli difenda, ne sindacati, ne Partiti, sono tutti dei magna,magna alle spalle di queste persone.

Ricordatevi che lo scudo fiscale è passato, perchè mancavano i voti dell'opposizione, sono tutti d'accordo. Basta che un qualcuno metta sù un Partito e sollevi questi problemi, per diventare il primo partito italiano.
commento di foc inviato il 9 ottobre 2009
X MARIOPETRH, mi sembra un ottima idea, temo però che non avrà molte adesioni: credo che la gran parte degli imprenditori abbia molto da nascondere. Invece i dipendeti potrebbero aderire. Forse è materia da sindacato.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork