.
contributo inviato da stefano menichini il 29 settembre 2009
Prima di Gordon, sta parlando a Brighton Sarah Brown. Parla di lui, «noisy and messy», un uomo che ama il proprio paese ma che lei conosce meglio di chiunque altro: è sua moglie, e davvero ha diviso con lui momenti duri, a cominciare dalla perdita della figlia, nel 2001, dopo appena 72 ore da una nascita a lungo desiderata.
E perfino a me che ne ho viste e sentite di tutti i colori, mi viene il magone. La applaudono commossi, forse ancor più commossi pensando a come deve essere vivere a fianco a un tipo pesante come il primo ministro.
Averne, di Sarah. 



TAG:  LABOUR  BROWN 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork