.
contributo inviato da francescocalo il 29 settembre 2009
Qui di seguito posto l'artico apparso oggi sulla Provincia. Vorrei far riflettere tutti i sommesi su come vengono utilizzati i soldi pubblici e il controllo sui contributi erogati.
Questo perchè in questo ultimo periodo abbiamo assistito a come un impostazione dove il controllo sui soldi pubblici viene reputato solamente "uno ostacolo al normale svolgimento e alla dinamicità dei privati" quando poi succedono casi come la Farmacia Comunale e questo sotto elencato.
Credo che quando si ha da gestire dei soldi pubblici che vengono dalle tasche dei sommesi onesti che pagano le tasse sia importante un controllo. Per qualcun altro no a voi l'ardua sentenza

Somma / Giunta nel Mirino
Contributo al football americano. La società incassa i soldi e sparisce.


Che fine hanno fatto i 15 mila euro? Il PD indaga sui finanziamenti sportivi
SOMMA LOMBARDO Su quale base, il Comune, elargisce i contributi alle varie associazioni Sportive? E' quanto si domanda il Partito Democratico dopo che una fantomatica società di football americano, tale  "Wolves Somma", si è intascata ben 15.000 euro senza organizzare neanche una partita sul campo di Coarezza che le era stato assegnato.
Un "regalo" ancora dell'ex assessore alla partita Marta Birigozzi, datato novembre 2008, che ha messo peraltro in moto il successore allo Sport Claudio Colombo deciso a far tornare quei soldi nelle casse del Comune. Ma per il momento quei 15.000 euro si sono volatilizzati, insieme ad ogni ipotesi di campionato di football americano venduta per buona all'ex assessore.
IL DOMANDONE
"Con quale logica vengono dati i contributi alle società sportive?" chiede Francesco Calò, segretario del Circolo cittadino del PD, " e chi controlla il modo in cui vengono spesi?" Sono 42 le società sportite sommesi, scuole di ballo comprese, non tutte sostenute allo stesso modo. Certo, c'è chi organizza tornei e chi no, chi offre manifestazioni a livello internazionale e chi resta tra le proprie mura dovendo sostenere minori spese, ma anche in tal caso, non c'è chiarezza. "Al Gruppo Equestre La Brughiera sono andati 3.600 euro per la recente manifestazione di dressage e il Nelson Basket ne ha presi solo 1.000 per il Garbosi; 800 euro li ha ricevuti il Gruppo Podistico Mezzanese e 250 il Gruppo Podistico di Coarezza; 1.500 euro per il ciclismo, 2800 al Ken Kyu Kay, 1000 euro a Linea & salute per la pesistica. Insomma - insiste Calò - quale è il criterio per cui un'associazione prende  tot e un'altra meno o di più? Crediamo esista anche un doping finanziario e vogliamo risposte sull'utilizzo del denaro pubblico, a maggior ragione a fronte di società che hanno pure debiti con la Polisportiva per l'affitto delle palestre e di altre invece che pagano sempre".

GESTIONE ALLO SBANDO
Si chiede uguaglianza di trattamento e maggiore redistribuzione delle risorse comunali. "Crediamo sia doveroso chiedere un progetto alle società sportive a cui poter riconoscere una professionalità educativa, aggiunge il portavoce del PD, si dovrebbe valorizzare chi ha un reparto giovanile e chi ha messo in campo idee e risorse per essere un punto di riferimento per i ragazzi. Bisognerebbe considerare chi ha allenatori qualificati. E una volta dato il contributo, controllare. Intanto le serrature cambiate alla palestra di via Marconi sono già rotte e agli spogliatoi mancano le porte. " Si sta lasciando andare lo sport", commenta Calò, " e ora che le strutture sono passate in mano alla SPeSm temiano un aumento delle tariffe per l'utilizzo degli impianti sportivi che ricadrebbe sulle società con più ragazzi e dunque sulle famiglie".

Alessandra Pedroni

Articolo apparso inoltre su Varese Notizie
TAG:  SPORT  CONTRIBUTI  CONTROLLI  ARTICOLO LA PROVINCIA  VARESE NOTIZIE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
15 maggio 2008
attivita' nel PDnetwork