.
contributo inviato da pierluigi bersani il 23 settembre 2009

Un governo che fa tornare i capitali dall'estero tassandoli del 5%, contro il 43% che i possessori di quel denaro pagherebbero in tasse se lo investissero in attività produttive in Italia, potrebbe anche inventarsi di svuotare le carceri dietro pagamento di una somma, per far cassa.
Quale imprenditore potrebbe avere voglia di investire in un Paese così dove è più produttivo portare i capitali all'estero?

TAG:  CAPITALI  ESTERO  TASSE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di clint333 inviato il 24 settembre 2009
Io sono di sinistra (se mi da l'email le scrivo due righe su cosa significhi, visto che un ex comunista non ne sa nulla di cosa sia la "sinistra"), diversamente da Lei e dal suo amico D'Alema, e trovo milioni di ragioni per scandalizzarmi di ciò che avviene in Italia, compreso anche l'operato della vostra ridicola opposizione, ma non trovo proprio nessuna ragione per rinunciare a soldi che altrimenti non vedremmo mai, neanche in foto.
Le questioni di principio si fanno sulle cose serie, il conflitto di interessi, la salvaguardia della democrazia, la difesa dell'informazione, la difesa del potere di acquisto, il diritto al lavoro, la lotta alle porcherie delle banche e delle assicurazioni italiane, la lotta alla criminalità organizzata, alla cattiva amministrazione, alla corruzione,,, ma, ovviamente, fare opposizione "inutile" (ma utile a rispolverarvi ogni tanto la "facciata") è la vostra vera specialità. Quanto credete di poter andare avanti di questo passo ? Siete consci o no che state uccidendo una civiltà (altro che 150 anni!).
commento di mario petrh inviato il 24 settembre 2009
Che questa destra stia stringendo il cerchio intorno a tutta, e dico tutta, la sinistra (e, a parte Casini che è atteso come il figliuol prodigo, a tutta l'opposizione)è ormai cosa nota, per altro con metodi dei tempi andati che riaffiorano secondo progetti già smascherati dalle varie Commissioni degli anni '80.
La stretta è sistematica e, all'occorrenza, imposta anche con esibizioni muscolari laddove vengano riscontrate sacche di resistenza che non si allineano alla "voce unica": Tanto gli italiani dopo qualche bisbiglìo, poi si adeguano facilmante.
Ora quel che lei osserva nel suo contributo è grave, ma agli italiani sembra non interessare, anzi pensano che tutto sommato, dall'inevitabile male, se non altro si recupera un bel gruzzoletto che, così almeno viene fatto passare dai "mastri comunicatori" del governo, evita il paventato spauracchio delle mani nelle tasche degli italiani.
Concludendo, non sarebbe il caso, On. Bersani, che vi dotaste di un bello staff di comunicatori per capire come affrontare il maggiore esponente della parte a voi avversa?
Sa, quale praticante del mezzo, posso assicurarle che dalla televisione, attraverso quei pochi programmi che ancora sono liberi (ma chissà per quanto..., passerebbero ben altri messaggi.
Auguri.
commento di versoest inviato il 24 settembre 2009
Nelle mirabolanti performance propagandistiche sostenute dall'organo ufficiale del governo: il TG1, il ministro Alfano dichiara successi mai ottenuti prima contro la mafia criminale e economica. Subito dopo il divino Giulio comunica che è pronta la lavatrice per il riciclaggio del denaro mafioso custodito all'estero e che si accomodino pure insieme a qualche signorotto che ha fatto i suoi calcoli. Naturalmente viene dichiarato che la lavatrice non ha detersivo per i bigliettoni dichiaratamente mafiosi e cioè di quei capitali di cui finanza o maggistratura conoscono i movimenti, figuriamoci!
commento di LucaPat inviato il 24 settembre 2009
Bersani,
io sostengo la sua mozione all'interno del circolo/sezione nella quale milito.
Come ho già avuto modo di scrivere in questa piattaforma, è sicuramente utile continuare ad indignarci tra di noi, perchè questo nostro sentimento e libero pensiero non deve mai morire, quindi bisogna continuare ad esercitarlo.
Punto primo.
Penso che il valore aggiunto sarebbe di trasmettere l'indignazione a chi vota a destra, io personalmente non ci riesco, infatti, ogni volta che ci provo, mi trovo a litigare con amici miei che credono in Berlusconi. Per parte degli italiani il problema non sono i ladri ma i magistrati che indagano sui ladri, si assume perciò che i ladri non sono tali in assoluto, ma lo sono in quanto certificati dai magistrati. Questa è la estremissima e, se volgiamo, volgare sintesi del votante-Berlusconi pensiero.
Quelli come me, dalla base, continueranno a litigare con gli amici che votano Berlusconi, cercando di suscitare in loro qualche dubbio.
Punto secondo, e qui mi rivolgo a lei a agli altri "massimi dirigenti" e ripeto ciò che ho già precedentemente qui postato.
Se è vero tutto ciò che scrive Repubblica, Unità, ciò che voi dirigenti continuate ripetere ( Democrazia in periocolo, informazione in pericolo, governo dalla parte di chi commette reati, Italia in forte declino grazie a Berlusconi ... ) è vostra responsabilità, e solo vostra perchè solo voi potete, buttare giù Berlusconi.
http://partitodemocratico.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=post&pid=2330166
commento di maxo7533 inviato il 24 settembre 2009
Non lo capite che con la politica di Tremonti siamo alla canna?

Cercano in tutti i modi di riportare capitali in Italia, anche condonando tutto, perchè non c'è un soldo, sè lo scudo fiscale fà flop, l'Italia è alla bancarotta.
Le banche non prestano soldi perchè non ne hanno, quei pochi li investono in borsa perchè stà rendendo, ma quando la borsa tornerà giù, sono dolori.

Chi ha dei capitali a l'estero per sicurezza, non li riporterà in Italia, in Italia li riporterà Angnelli,Berlusconi, ecc.ecc. perchè ancora hanno molti interessi quì, si fanno condonare tutto ed al momento opportuno li riportano all'estero, basta un click per sopostare miliardi.
Infatti Bombassei è d'accordo con questa manovra. Che industriali abbiamo in Italia, è una vergogna. Siamo gli zimbelli del mondo.
commento di Giovanna D'Arbitrio inviato il 24 settembre 2009
Gli Italiani devono ritrovare la fiducia in una sinistra democratica "nuova" unita e coesa, capace di contrastare le vergognose politiche dell'attuale governo. Il discorso di Obama ci dimostra che perfino gli USA cercano una "svolta" diversa, ma le svolte non si possono realizzare, nè nelle singole nazioni, nè a livello mondiale, senza il supporto "consapevole ed attivo" di tutti coloro che credono in valori positivi.Il qualunquismo è il pericolo maggiore: affermare che "tutto è marcio" non serve. Indicare invece delle alternative "costruttive" può condurre ad un cambiamento.
Giovanna D'Arbitrio
commento di giovanni da udine inviato il 23 settembre 2009
capisco la mancanza di tempo, presi come si è dalla frenesia del contingente, ma ridurre lo scempio del saputello tremonti nei due numeri indicati mi sembra poco serio.
secondo me sarebbe più serio dire che così facendo si premia la pulitura del denaro sporco accumulatto attrvesro atti criminali.
infatti un imprenditore di certo cerca il vantaggio anche al limite della legge e forse anche eludendola dove è possibile ma non credo che si avventuri in atti illegali, cosa che gli comprometterebbe i guadagni futuri.
ciò premesso, seguendo un pensiero laterale, non sarà mica una merce di scambio del nostro attuale capo di governo relativo ai contenuti delle domande fatte già un decennio fa dalla padania sulla sua fortuna, sulle quali non si è mai avuta chiarezza.
commento di rebyjaco inviato il 23 settembre 2009
Prima di tutto: La pregherei per il Suo bene e il nostro, di smettere di fumare il sigaro quando lo riprende la televisione, è bruttissimo. C'è un tizio che quando va al ristorante fuma il sigaro al tavolo, lo fa anche Lei? Sarebbe orribile! Il tizio in questione è Bossi, l'avevo sentito raccontare ad un programma radiofonico e ne ho scritto in molti contributi ecc., ora l'ho pure letto in Lettere al Direttore di Repubblica, ma è possibile che non ci sia una persona con le palle o decenza che impedisca ai caproni di comportarsi come tali? Può fare qualcosa?
Egregio Bersani: non credo che con D'Alema, Fassino, Finocchiaro, Del Turco, Rutelli (Dio ci salvi) (l'ho lasciato così perchè mi è uscito così, guardi che effetto mi provoca quel nome, nemmeno Capezzone o Gasparri mi provocano un effetto simile.), si possa rifondare qualcosa? ma le pare che dobbiamo tornare costantemente a ripetere le stesse cazzate con gli stessi soggetti? Penso che siate tre Candidati ""Normali"" (è già un complimento le posso assicurare), ma con quelli che stanno in agguato non avete possibilità di successo. Vi contentate forse del Partito del 15 o 20% Vi contentate di arrivare secondi o terzi? Si sarà reso conto che con quella gente siamo arrivati al punto in cui stiamo, Berlusconi l'hanno creato LORO con Craxi così' come hanno ""creato"" gli altri ""Imprenditori d'Italia"" quelli che si sono portati 500 miliardi all'estero. (ora però si piange perché gli fanno un bel condono, se c'era Prodi l'avrebbe fatto LUI.) D'altronde sono TUTTI amici VOSTRI non solo del Cav. Sono la "Crema" degli imprenditori che Vi finanzia un po' tutto. (in cambio delle Miniere del Re Salomone). Lasciamo perdere le Vergogne d'Italia, forse voterò Marino per dargli stimolo anche se penso che dei tre Lei è il più appropriato. (dire PIU' appropriato forse è troppo, però si fa per dire) Saluti firmato: uno che non dispera di poter votare Pd (o quello che venga) prima di morire.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork