.
contributo inviato da pierluigi bersani il 18 settembre 2009

La furbesca correzione in parlamento delle norme sul rientro dei capitali rappresenta un crinale definitivo per la nostra civiltà giuridica ed il nostro civismo. Già il governo ha presentato norme inaccettabili mascherandole dentro ad un concerto internazionale.
Si tratta di una falsità assoluta. Usa, Gran Bretagna e Francia fanno pagare per la regolarizzazione fra il 40% e il 50%, senza garantire l’anonimato; per noi, con l’anonimato si paga al massimo il 5% e con meccanismi che non garantiscono il reale rientro dei capitali. Adesso si vuole allargare il condono oltre l’evasione fiscale e fino a reati penali di vastissima ed allarmante portata, nascondendosi dietro l’abusata foglia di fico di emendamenti parlamentari appoggiati dal governo.
Tutto ciò fa sì che un cittadino o un piccolo imprenditore che pensi di pagare le tasse sia tecnicamente una persona priva di senno. L’economia, come ormai viene spiegato da autorevolissime cattedre, è un terreno eticamente sensibile che non può produrre frutti al di fuori di regole condivise. Il governo si fermi e ci ripensi.
Si tratta di una legge già di per sé inaccettabile che sta diventando una legge vergogna un insulto per cittadini e imprese che si aspettavano un calo delle tasse e vedono solo un aumento dei regali per i furbi e oggi anche per i criminali.

TAG:  CAPITALI  REGOLARIZZAZIONE  TASSE  PD  GOVERNO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di bender inviato il 19 settembre 2009
E' vero, di questo passo faremo lo scudo anche ai mafiosi e ai loro beni tanto, perchè no, danno lavoro e protezione, e poi le casse delo Stato hanno bisogno di soldi.

Non è il principio, ma il metodo (Italia vs resto del mondo al quale cerchiamo di appartenere). L'anonimato poi è veramente vergognoso. Non credo che sia questa la strada per racimolare i soldi per sostenere ancora ad esempio la cassa integrazione e altri interventi, ordinari e straordinari, ovviamente sacrosanti. Perchè è molto rischioso barattare la sicurezza e la tutela delle famiglie con una forzata "legittimazione" dei reati fiscali e, chissà, anche oltre.

Ma Berlusconi avrà forti delusioni, se continua così, dal fronte di artigiani e commercianti. Illusi dalla speranza di meno tasse, se lo scudo funziona si vedranno passare sopra la testa enormi capitali trafugati per atterrare proprio lì, vicino al loro negozio, investiti nel mattone che loro tanto hanno dovuto sudare per comprarsi. Noi però abbiamo già perso troppo consenso tra artigiani e commercianti, non perdiamone ancora.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork