.
contributo inviato da mario petrh il 16 settembre 2009

Certo che a volte mandarli in giro da soli,  certi personaggi, combinano più guai di un elefante in una cristalleria.

Vespa, dopo essere riuscito astutamente ad accaparrarsi un "comunista", lo strapazza un pò e poi lo punge iniettandogli il suo veleno che si  spande su tutta la sinistra. 

Berlusconi, alle prime parole di Sansonetti,  gongola, non gli serve aggiungere una sola parola per dare il colpo di grazia all'opposizione, è perfetto così, il barbuto direttore ha fatto tutto da solo.

Così il diniego di Franceschini a non prestarsi al gioco del Cavaliere, e di Vespa, va a farsi friggere. Ma non era meglio che anche Sansonetti dicesse: grazie non vengo! Invece di dare la solita impressione di quelli di sinistra impreparati e scarsi di argomentazioni!

Almeno poteva davvero prepararsi meglio ed essere più incisivo, sapendo in quale tana di lupi doveva cacciarsi! invece...., vabbè, "la solita sinistra".

 

 

TAG:  VESPA  PORTA A PORTA  FRANCESCHINI BERLUSCONI SANSONETTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di cilloider inviato il 16 settembre 2009
"Almeno poteva davvero prepararsi meglio ed essere più incisivo, sapendo in quale tana di lupi doveva cacciarsi! invece...., vabbè, "la solita sinistra".

Questo è il nocciolo di un vero problema! Quello di sottovalutare sempre e comunque il proprio avversario...forti solo (come direbbe Seamusbl) di una presunta superiorità antropologica.

Sansonetti in una serata (pomeriggio per lui) ha sintetizzato tutti gli errori di una sinistra che è stata tanto inefficace sul territorio da perdere voti con la Lega, che è stata tanto superiore da perdere ancora le elezioni politiche con lo stesso personaggio di 15 anni fa!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork