.
contributo inviato da team_realacci il 15 settembre 2009
Berlino, 15 settembre 2009. In Germania non si ferma la crescita di energie rinnovabili. Il ministro dei Trasporti, Wolfgang Tiefensee, lo stesso che ha promesso di rendere il Paese leader della mobilità elettrica, ha firmato una serie di piani per la creazione di 40 parchi eolici off-shore, per un totale di 2500 turbine a più di 12 miglia dalla costa.
Se tutti i progetti verranno approvati l’obiettivo della Germania, di raggiungere 25.000 MW ‘marini’ entro il 2030, non sarà più così lontano.
Secondo il Ministero dei Trasporti c’è bisogno di una maggiore quantità di energia prodotta da fonti rinnovabili e queste nuove wind farm, che avranno sede nel mar del Nord (30) e nel Mar Baltico (10), dovrebbero, a regime, produrre 12mila MW, sufficienti a soddisfare il fabbisogno di 12 milioni di famiglie.
Fino ad oggi sono stati approvati progetti per 1800 turbine che occuperanno 100 km quadrati. “Stiamo assicurando e creando posti di lavoro in uno dei mercati del futuro”, ha detto Tiefensee, aggiungendo che le fattorie eoliche potrebbe significare circa 30.000 posti di lavoro per i tedeschi. “Vogliamo che la Germania sia in primo piano per questa tecnologia”.
Secondo il rapporto ‘Oceans of Opportunity’, della Ewea (European wind energy association), presentato ieri a Stoccolma, i parchi eolici marini già esistenti e in via di approvazione dovrebbero fornire il 10% dell’energia elettrica in Europa, abbassando le emissioni di CO2 di circa 200 milioni di tonnellate all’anno.

Fonte: Rinnovabili.it
15 settembre 2009

TAG:  EOLICO  GERMANIA  PARCHI  OFF-SHORE  ENERGIE  RINNOVABILI  MINISTRO  TIEFENSEE  MOBILITÀ  ELETTRICA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork