.
contributo inviato da democratici-digitali il 7 settembre 2009

Fonte: http://www.democratici-digitali.com/content/nicola-zingaretti-la-politica-digitale-della-provincia-di-roma

Intervista a cura di Agatino Grillo

Nicoal Zingaretti: Fonte - www.flickr.com/Nicoal Zingaretti: Fonte - www.flickr.com/

Democratici Digitali (DD): Buonasera "Zingaretti" e grazie per la collaborazione. Può presentarsi rapidamente?

Nicola Zingaretti (NZ): Sono nato l'11 ottobre 1965 a Roma, dove oggi vivo con mia moglie e le mie due figlie. Nel 1991 sono stato eletto Segretario Nazionale della Sinistra Giovanile e l'anno successivo Consigliere Comunale di Roma. Nel 2000 sono diventato Segretario dei Democratici di Sinistra di Roma e nel 2004 sono stato eletto eurodeputato con 213.000 preferenze. A Bruxelles, come capo della delegazione italiana nel Pse, ho potuto seguire importanti direttive come quella sulle sanzioni penali a tutela dei diritti di proprietà intellettuale, impegnandomi per un sistema uniforme a livello europeo e per tutelare la liberta della Rete. Il 18 novembre 2006 sono stato eletto Segretario dell'Unione Regionale del Lazio dei Democratici di Sinistra e nell’aprile del 2007 mi hanno riconfermato alla guida dei Ds del Lazio. Il 14 ottobre, alle primarie del Partito Democratico sono stato eletto con 282.000 voti Segretario del Pd nel Lazio. Dal 28 aprile 2008 sono Presidente della Provincia di Roma  .

DD: La Provincia di Roma ha annunciato il "Piano Innovazione", un progetto per la diffusione del Wi-Fi e per contrastare il Digital Divide. Di cosa si tratta? Che tempi sono previsti?

NZ: Il progetto, a cui tengo moltissimo e che è stato tra i punti principali della mia campagna elettorale, sarà ultimato nel corso dei prossimi 5 anni, per un costo complessivo di circa 7 milioni di euro. Le direzioni d'intervento previste sono tre:

  1. La realizzazione di aree pubbliche con accesso Wi-Fi ad internet da parte dei cittadini dei Comuni della provincia di Roma.
  2. La diffusione della Banda Larga in tutte le abitazioni della provincia di Roma attraverso lo sviluppo del piano "ZeroDD".
  3. L'apertura di 50 centri di creatività e innovazione sul territorio provinciale.

DD: Il "PianoInnovazione" fa parte di una più ampia strategia "digitale" del PD (o della sua amministrazione)? In altre parole: non pensa che il Partito Democratico debba mettere in primo piano una propria visione della politica e dei diritti digitali? Che ne dice?
 
NZ: In Italia paghiamo un forte ritardo e la politica ha sottovalutato a lungo l’importanza della Rete. Nella società del terzo millennio, l’accesso ad Internet rappresenta sempre di più uno strumento fondamentale per la vita quotidiana di ciascuno di noi e troppe persone vivono, ancora oggi, in una condizione che possiamo definire un vero e proprio apartheid digitale, perché non avere strumenti adeguati per viaggiare sulle nuove autostrade della comunicazione che attraversano il mondo, significa subire una disparità d’accesso alla vita e alle sue opportunità. Per questo investire nella Rete significa compiere una scelta di innovazione e di diritti. Una scelta che può aiutarci, anche, ad accorciare la distanza della politica nei confronti degli elettori e soprattutto dei più giovani.

DD: Conosce il disegno di legge del senatore Vita (PD) sulla neutralità delle rete? Che ne pensa?

NZ:  Lo conosco e trovo doveroso attivarsi per raggiungere la democrazia digitale. Bisogna fare in modo che gli utenti sfruttino la rete e non vengano sfruttati, anche se so perfettamente che è molto complicato fare in modo che l’operatore non eserciti nessuna forma di discriminazione sui contenuti e sui servizi offerti. Sarebbe bello un giorno poter dire "La Rete è uguale per tutti".

DD: Lei ha annunciato di sostenere la candidatura di Bersani e contemporaneamente ha invitato ad una "rivoluzione culturale" nel PD. Crede che il tema della politica digitale possa essere maggiormente evidenziato nel programma "definitivo" di Bersani?
 
NZ: Sostenere una candidatura non significa indossare una casacca e smettere di parlare o addirittura di pensare, ma offrire un contributo di idee per una discussione che ci faccia crescere e che possa arricchire e rendere più complete le piattaforme congressuali. È questo quello che sto facendo e che continuerò a fare anche nelle prossime settimane. 

DD: Grazie Zingaretti e buon lavoro

Articoli collegati in www.democratici-digitali.com

Link

Dal sito di Nicola Zingaretti

TAG:  INNOVAZIONE  PARTITO DEMOCRATICO  BANDA LARGA  DIGITAL DIVIDE  ZINGARETTI  WI-FI  DIGITAL DIVIDE  BERSANI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
22 agosto 2009
attivita' nel PDnetwork