.
contributo inviato da Ethos il 14 agosto 2009
Il sorriso che smarcava il mondo, il più grande passatore e show-man nella storia del basket, o se preferite semplicemente Earvin «Magic» Johnson, compie 50 anni.

Il 7 novembre del 1991, quando si presentò alla stampa e ammise in diretta tv «Sì, sono sieropositivo all’Aids», pochi avrebbero scommesso di vederlo approdare alla mezza età. Invece l'ex prodigio di East Lansing, l'uomo che insieme a Larry Bird ha acceso la Nba negli Anni 80, è ancora vivo e sorridente. Il virus si è assopito dentro di lui. Con l'aiuto di un costoso cocktail di farmaci Magic è riuscito a ingannarlo per tutti questi anni, esattamente come faceva con gli avversari in campo: occhi da una parte, palla dall'altra, «no-look pass».

Palleggio ai 200 all'ora, finta a ubriacare la difesa, assist celeste per un gancione di Kareem Abdul Jabbar, una schiacciata di James Worthy o Bob McAdoo. Altruismo, intuizione, magia. E una risata che neppure Eddie Murphy. Se Michael Jordan è stato - probabilmente - il più grande,
Magic è stato - sicuramente - il più divertente. Gioia pura. Il Brasile dei canestri, un cucciolone alto 2 metri e 5 che giocava incredibilmente da playmaker e si portava a spasso in assoluta levità i suoi 103 chili da una costa all'altra del campo e dell'America, mostrando la palla, nascondendola dietro la schiena, sotto le gambe, comunque dove l'immaginazione degli avversari non arrivava.


Un Miracolo con mille tentativi di imitazione, tutti falliti.

Link map: earvin|il corpo|magic johnson|part 3 0f 8 

TAG:  EARVIN MAGIC JOHNSON  PLAYMAKER  COAST TO COAST  LOS ANGELES LAKERS  PAT RILEY  KAREEM ABDUL JABBAR  JAMES WORTHY  BOB MCADOO  SHOWTIME  HIV  AIDS  CHAMPIONSHIP  EAST CONFERENCE  NBA  WEST CONFERENCE  LARRY BIRD  DAN PETERSON  MICHAEL JORDAN 
Leggi questo post nel blog dell'autore Ethos
http://Ethos.ilcannocchiale.it/post/2314651.html


diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
Ethos
S. Maria di Leuca
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork