.
contributo inviato da cerve87 il 12 agosto 2009
Un governo di razzisti, guerrafondai, criminali e mafiosi non può rappresentare l'Italia. Ignazio La Russa, ministro della difesa, ammette che in Afghanistan non ci siamo andati per promuovere la pace e aggiunge che è ora di lasciare da parte le ipocrisie. Appunto! Adesso arriva lo sfogo e, in questo caso, al diavolo la diplomazia narrativa!
La Russa dei miei stivali, fascista ipocrita numero uno, quando esisteva un minimo di opposizione e vi si diceva che i nostri soldati all'estero andavano in guerra, voi cosa rispondevate? Te lo ricordi? Tu (e gli altri della tua insulsa risma) dicevi che si trattava di missione di pace. Voltagabbana che non sei altro, vigliacco, adesso vuoi anche far modificare la Costituzione? E in base a cosa? Sulla base delle vostre menzogne? Brutto ceffo ignorante che non sei altro, tu sei uno di quegli esseri immondi (di cui è pieno il governo e il Parlamento) capace di legalizzare qualsiasi crimine. Tu sapresti anche ammazzare un bambino, far sembrare questo crimine un atto filantropico e poi abolire il reato di omicidio, perché 'non dobbiamo essere ipocriti' (l'omicidio c'è, tantovale legalizzarlo).
La Russa, se esiste un'idea essenziale di criminalità, tu la rappresenti totalmente, come tutto questo governo di mafiosi, corrotti, corruttori, puttanieri, piduisti, criminali, drogati, ignoranti, razzisti, xenofobi, inetti, vigliacchi, soubrettes e magnaccia. Voi non siete l'Italia! Via dal governo! Via dal Parlamento! Giù le mani dalla Costituzione! Andateci voi in Afghanistan e che possiate morirci da eroi di 'sto piffero!

Fonte: Italiani Imbecilli
TAG:  DENUNCE  LA LIBERTÀ  MINISTRO LA RUSSA  OMICIDIO  PARLAMENTO  CRIMINALITÀ  COSTITUZIONE  GOVERNO RAZZISTA  CRIMINALI  MAFIOSI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
6 giugno 2009
attivita' nel PDnetwork