.
contributo inviato da Gianluca Santilli il 5 agosto 2009
Ieri sera ho fatto due passi su via dei Fori Imperiali. A parte il caos dovuto ai lavori (necessari) di risistemazione della pavimentazione, sono rimasto sbalordito da un fenomeno che, a giudicare dalle roboanti dichiarazioni elettorali di Alemanno, credevo in via di estinzione.
Già qualche mese or sono (era Natale) mi chiedevo in un’altra nota, che fine avesse fatto il “piano del commercio su aree pubbliche” del Comune di Roma. Così come mi chiedevo che fine avessero fatto gli urlanti titoloni de “Il Messaggero” che invocavano “la città delle regole” chiedendo la testa dell’Assessore al Commercio.
Allora non ricevetti alcuna risposta. Probabilmente, mi sono detto, l’Assessore BORDONI ed il Sindaco ALEMANNO saranno talmente presi dal lavoro di riscrittura di quel “piano” che non avranno avuto il tempo di rispondere. Così non ho insistito. In fondo sono lì solo da sei mesi.
Anche al “Il Messaggero” devono aver pensato la stessa cosa.
Adesso è passato più di un anno ed è tempo di denunciare cosa accade a Roma, in pieno centro, sotto al Campidoglio, in materia di commercio su aree pubbliche e in sede fissa.
Tornando quindi a ieri sera, è stato veramente divertente osservare gli slalom dei turisti fra le transenne dei lavori ed i camion-bar (per la maggior parte gestiti da una nota famiglia romana) parcheggiati vicino ai monumenti.
Bellissimo ed edificante vedere ben 4, dico 4, di questi orribili camion parcati in soli 800 metri, da Piazza Venezia al Colosseo. Uno davanti alla colonna che indica via dei Fori Imperiali, uno a piazza Venezia, davanti alla Colonna Traiana, uno a metà percorso e, dulcis in fundo, uno davanti al Colosseo, nei pressi dell’accesso alla Basilica di Santa Francesca Romana. E questi sono solo quelli di questo breve tratto, ma ve ne sono altri, molti altri.
Ora, capisco che ad Agosto molti giornalisti sono sicuramente in ferie, ma il sindaco ALEMANNO e l’Assessore BORDONI non passano mai per via dei Fori Imperiali? E loro, di grazia, non si indignano profondamente nel vedere questi orribili camioncini parcheggiati nei pressi dei monumenti più belli del mondo?
Davvero non è possibile varare un nuovo “piano del commercio su aree pubbliche” che faccia letteralmente sparire quei camion dalle vicinanze dei monumenti? Che fine ha fatto quello approntato nella scorsa consiliatura di concerto con le soprintendenze?
Davvero non li ha notati nessuno questi camioncini?
Può darsi. Allora ho deciso di aiutare il Sindaco, l’Assessore al Commercio e la Giunta tutta.
Come? Con delle bellissime cartoline come quelle riportate di seguito a questa nota.
“Saluti da Roma”, come si faceva una volta, prima dell’avvento della posta elettronica.
Queste sono le prime 5. Mi scuseranno per la qualità delle immagini ma avevo solo il cellulare con me e la luce era scarsa. Per il futuro mi munirò di fotocamera e per le prossime puntate vi fornirò del materiale di qualità. Già perché ve ne saranno altre di puntate. Vi parlerò della nascita di centri commerciali nel Centro Storico, della trasformazione di un cinema in area commerciale e di molto altro. Con tanto di foto.
Così nessuno potrà dire di non aver visto.
Gianluca Santilli
 

TAG:  BORDONI  ALEMANNO  IL MESSAGGERO  COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE  CAMION-BAR  CENTRO STORICO  SANTILLI 

diffondi 

commenti a questo articolo 2
commento di norete4 inviato il 5 agosto 2009
Carissimo la demagogia di Alemmano e la sua incapacità sta venenendo a galla!!!
Peccato per quegli asini che ci hanno creduto... e per ROMA!

WWW.SCELGOMARINO.INFO - WWW.IGNAZIOMARINO.IT
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
21 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork