.
contributo inviato da Fabio1987 il 26 luglio 2009

Francesco Rutelli esprime dubbi su un partito che possa essere considerato di sinistra. Rosy Bindi - oggi schierata con Pierluigi Bersani assieme all'altro ex dei Popolari Enrico Letta - gli manda a dire che se non gli piace l'idea di un partito in cui anche la sinistra possa riconoscersi può anche trarne le conclusioni, ovvero accomodarsi altrove. La Bindi, ne ha anche per Franceschini per i suoi continui riferimenti ai giovani e all'esigenza di un ricambio generazionale («con certe polemiche si rischia di cadere nel dipietrismo e nel grillismo (...), bisognerebbe invece discutere di cosa è andato male negli ultimi due anni», ovvero dell'avvio del Pd firmato Veltroni-Franceschini, ndr), ha ipotizzato che le prese di posizioni di Ruelli contro il «partito di sinistra» siano soltanto «un pretesto». Perché «lui per primo ha sperimentato sulla propria pelle, nelle elezioni di Roma, quanto conti il rapporto con l'elettorato di sinistra. E a Franceschini che si è detto «allibito» replica: «cerca pretesti per non rispondere nel merito».

TAG:  POLITICA NAZIONALE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
14 maggio 2008
attivita' nel PDnetwork