.
contributo inviato da fabio.cerritelli il 24 luglio 2009

Leggo su Repubblica di una iniziativa di alcuni esponenti PD.

Qualcuno avrebbe preferito che il partito urlasse e sbraitasse; io preferisco questa opposizione.

Riporto il testo dell'iniziativa:

Caro direttore, le cronache di questi giorni raccontano di un paese che non reagisce ai gravi comportamenti del presidente del Consiglio. Non esiste nessun paese al mondo che tolleri le menzogne dei propri governanti.

Siamo un caso unico. Sono state davvero poche le voci che hanno cercato di non far passare il tempo per evitare che l'assuefazione addormenti la coscienza pubblica.

Sì, in questo momento noi crediamo che occorra uno scatto d'orgoglio di tutti gli italiani che pensano che la menzogna sia un danno al paese e alla sua credibilità. Se Berlusconi sia un santo o no interessa davvero poco.
Qui si parla di una questione politica e le domande che emergono impongono risposte non equivoche. Si può impunemente mentire al paese? Si è messa a rischio la sicurezza nazionale? Quanto si sono sovrapposti gli interessi privati alle funzioni pubbliche? Le questioni sono decisive. Riguardano la credibilità delle istituzioni e l'autorevolezza della classe dirigente.

Non è superfluo ricordare quanto impone l'articolo 54 della nostra Costituzione: "I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore". Quello che emerge dalle inchieste giudiziarie non può essere considerato il fatto personale di un "utilizzatore finale". Coinvolge tutti e non può essere accantonato dalla politica. Soprattutto dal Partito Democratico.

Ecco perché invitiamo il nostro partito a utilizzare le sue feste e le sue iniziative per rilanciare nel paese una profonda riflessione sui danni che sta provocando il Presidente del Consiglio. In questo momento tutti coloro che vogliono bene al nostro paese, in qualsiasi formazione militino, devono trovare il coraggio di non girarsi dall'altra parte.


Rita Borsellino
Gianrico Carofiglio
Sergio Cofferati
David Sassòli
Debora Serracchiani
Luigi Zanda

 

Questo il link per firmare l'appello su Repubblica:

http://temi.repubblica.it/repubblica-appello/?action=vediappello&idappello=391098

TAG:  REPUBBLICA  APPELLO  BERLUSCONI  INTERCETTAZIONI  D'ADDARIO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di pgiove inviato il 6 agosto 2009
parole parole parole.... fatti signori e nn parole.Sim tutti sulla linea che berlusconi e' quello che ' purtroppo e' stato votato dalla maggioranza del paese
e siccome siamo ancora in democrazia,spero....vogliamo concentrarci sul lavoro che nn c'e'? vogliamo far qualcosa per fermare la delocalizzazione delle imprese? un esempio a vicenza comparto fabbriche sett.orafo: c'erano 1200
fabbriche oggi sono sopravvissute meno di 800...vi siete svegliati? ragazzi guardate che se continua cosi' la gente che nn ha lavoro come campa? Politici svegliatevi i padroni portano il lavoro in india e cina dove un operaio guadagna 30 dollari aL MESE...e lui ci guadagna 300 volte.....pensateci....
commento di fabio.cerritelli inviato il 27 luglio 2009
Giusto colapesce.
La mia frase voleva solo dire di non raggiungere i livelli dell'IdV, che urla tanto, ma poi in Parlamento fa poco. Certo se il PD facesse una iniziativa asl giorno come questa accompagnata da una conferenza stampa non sarebbe male!
commento di Cassandra testarda inviato il 26 luglio 2009
Ciliegina sulla torta: Sulla scia della nuova filosofia politico-morale berlusconiana, inaugurata ed esaltata da giornali e Tv di famiglia, RAI 1, il primo canale della Tv pubblica minzoliniana, ha sfornato stamattina alle 9, nel corso della trasmissione "Sabato e domenica Estate", una bella lezione sul sesso libero, intitolata " Sesso Estate che passione!". Ospiti: una nuova giovane sessuologa che in chiusura ha raccomandato di fare sesso "con libertà, serenità, gioia", e l'immancabile Vittorio Sgarbi, che ha colto la ghiotta occasione per citare come esempio di quanto fa bene alla salute e al proprio lavoro fare sesso - indovinate chi?- il presidente Berlusconi , la cui buona attività di governo ha sicuramente tratto giovamento dalla sua intensa attività sessuale. E ha fatto capire che l'Italia ci rimetterà se Berlusconi sarà costretto a ridurre le sue prestazioni sessuali e a trovarsi in una Villa Certosa triste e grigia, ridotta a convento popolato solo da suore.
Con buona pace delle pie casalinghe in attesa della Messa, di "Avvenire" e dei nostri cardinali (ma vedrete che si convertiranno presto anche loro...).
Del resto, non siamo forse il popolo (e relativa Chiesa) che perdonò tutto a Mussolini, anzi lo ammirò anche per la sua intensa attività extraconiugale? E ci vollero 20 anni per capire che non aveva governato bene l'Italia, avendo usato più la parti basse del corpo invece della testa.
commento di Cassandra testarda inviato il 26 luglio 2009
Io l'appello di cui sopra l'ho firmato, perchè ovviamente lo condivido, ma anche perchè , se ho ben capito, è proposto da parlamentari di diverse "correnti", o sostenitori di diversi candidati alla segreteria. E, signori miei, di iniziative "unitarie" su temi importanti, direi che ce n'è proprio bisogno, in mezzo come siamo a questo vergognoso bailamme che vede i nostri leader e relativi supporter sbranarsi a mezzo stampa tutti i giorni.
Se non si danno una calmata tutti e non si ricordano che il "nemico" da battere è Berlusconi e non il rivale di fazione, di voti se ne perderanno altri a palate.
Quanto alla necessità di ricordare l'art. 54 della Costituzione (contravvenuto dal nostro premier per fatti pubblici e privati), sottoscrivo in pieno, anche perchè è già in atto da tempo da parte della stampa berlusconiana un revisionismo a 360 gradi sul rapporto tra politica e moralità.
Che Berlusconi "non è un santo" l'avevano capito anche i sassi, ma i suoi innamorati, supporter e ruffiani assortiti, non lo volevano ammettere neanche sotto tortura, finora. Adesso che lo ha ammesso lui, la santità è diventata un vizio da cui guardarsi quando si governa; e essere peccatori è diventato un merito. I "giornalisti" (si fa per dire, giusto perchè sono iscritti all'Ordine..) che scrivono sui suoi giornali sono già all'opera (leggere Giordano, Facci, Maglie, Feltri, Ferrara e altri per credere) per avvallare questa nuova linea politica; accantonato il family day e i "valori della morale cristiana.", bando ai "moralisti bacchettoni", rivalutato "il Principe" di Machiavelli e i luminosi esempi degli imperatori romani e dei signorotti medievali corrotti, dei papi con mogli, figli e concubine varie, Cavour che mandava la contessa di Castiglione nel letto di Napoleone III e via pescando tra i peccatori della storia e della cronaca. Ferrara scomoda persino Benedetto Croce per estrapolare una sua frase che dovrebbe legittimare l'immoralità della politica.
Ciliegina sulla
commento di colapesce inviato il 25 luglio 2009
"Qualcuno avrebbe preferito che il partito urlasse e sbraitasse; io preferisco questa opposizione."

Non si tratta di desiderare che il partito urli e sbraiti. Il fatto è che quando si è minoranza in parlamento l'opposizione ha bisogno del sostegno dell'opinione pubblica per approdare a qualche risultato.
E la voce del partito deve arrivare all'opinione pubblica. Non si tratta quindi di urlare e sbraitare ma di alzare la voce quel tanto che basta per farsi sentire anche in mezzo al rumore di fondo delle televisioni di regime.
E di mettere in atto iniziative che si muovano anche al di fuori della ristretta cerchia dei cultori della politica quali anche noi che frequentiamo il PDNetwork siamo.
commento di seamusbl inviato il 25 luglio 2009
"In questo momento tutti coloro che vogliono bene al nostro paese, in qualsiasi formazione militino, devono trovare il coraggio di non girarsi dall'altra parte."


Sti sei in compagnia del grullo Cofferati si qualificano per quello che sono, stupidotti pseudomoralisti.
commento di alby500 inviato il 25 luglio 2009
ALTRE SCUSE... L'AVEVO COMPLETATO,CORRETTO E RISPEDITO,EVIDENTEMENTE ERA TROPPO LUNGO ED E'STATO TAGLIATO...MI SONO STANCATO E BASTA COSI'.
commento di alby500 inviato il 25 luglio 2009
SCUSATE IL COMMENTO E' STATO INSERITO INCOMPLETO E INESATTO,LO RIPETO.
-------------------------------------------------------------------------------
Allora fatemi capire,se si criticano gli attuali dirigenti del PD si passa per denigratori e rompicoglioni,se vengono applauditi e difesi (e ci vuole un bel coraggio)probabilmente ci si becca del povero miope rincoglionito.Ma vi siete dimenticati che in 15 anni il centrosinistra ( col trattino o senza non me ne frega niente)ne ha governati 7? In questi 7 anni questi signori hanno fatto una marea di favori a Berlusconi aiutandolo a diventare quello che è ora.
Tanto per dirne una: Rete 4 da 15 anni trasmette senza concessione e occupando abusivamente le frequenze che spettavano di diritto a Europa7,nel 1994 una sentenza della Corte Costituzionale imponeva a Mediaset di cedere una rete o mandarla sul satellite.... i "sinistri" che governavano sono intervenuti con una proroga di 5 mesi salva Rete4 in attesa della riforma complessiva che non è mai arrivata.Poi il nostro eroe "baffino" diventa presidente della bicamerale con i voti di Forza Italia e passano così 2 anni di vergognosi inciuci.Tra cadute di governo (D'Alema al posto di Prodi )nascita dell'AGCOM che non decide niente,altre proroghe e rinvii si arriva al 31 gennaio 2008, alla della Corte di Lussemburgo: le norme italiane che consentono a Rete4 di trasmettere al posto di Europa7 sono “contrarie al diritto comunitario”, dunque illegali: la Maccanico, il salva-Rete4, la Gasparri, ma anche il nuovo ddl Gentiloni.Tutte infatti concedono un infinito “regime transitorio” a Rete4, che va spenta subito, dando a Europa7 ciò che è di Europa7. Le norme comunitarie “ostano a una normativa nazionale che impedisca a un operatore titolare di una concessione di trasmettere in mancanza di frequenze assegnate sulla base di criteri obiettivi, trasparenti, non discriminatori e proporzionati”.La sentenza è immediatamente esecutiva e il governo Prodi –pur dimissionario- dovr
commento di alby500 inviato il 25 luglio 2009
Allora fatemi capire,se si criticano gli attuali dirigenti del PD si passa per denigratori e rompicoglioni,se vengono applauditi e difesi (e ci vuole un bel coraggio)probabilmente ci si becca del povero miope rincoglionito.Ma vi siete dimenticati che in 15 anni il centrosinistra ( col trattino o senza non me ne frega niente)ne ha governati 7? In questi 7 anni questi signori hanno fatto una marea di favori a Berlusconi aiutandolo a diventare quello che è ora.
Tanto per dirne una: Rete 4 da 15 anni trasmette senza concessione e occupando abusivamente le frequenze che spettavano di diritto a Europa7,nel 1994 una sentenza della Corte Costituzionale imponeva a Mediaset di cedere una rete o mandarla sul satellite.... i "sinistri" che governavano sono intervenuti con una proroga di 5 mesi salva Rete4 in attesa della riforma complessiva che non è mai arrivata.Poi il nostro eroe "baffino" diventa presidente della bicamerale con i voti di Forza Italia e passano così 2 anni di vergognosi inciuci.Tra cadute di governo,ricorsi,rinviiNel 98 è tornato al governo silvio e
commento di clint333 inviato il 25 luglio 2009
Io credo che i discorsi non servano a niente.
Berlusconi è un problema enorme per l'Italia. Il Pd deve incominciare dall'inizio (non dalla fine :). La cosa giusta da fare, e subito, è chiedere le dimissioni di D'Alema, perché ha evidentemente sbagliato le sue valutazioni (tutte registrate in TV e quindi recuperabili) su Berlusconi e sui danni (speriamo non irreparabili) che ha procurato e continua a procurare al paese.
Qui si va ben al di là della "morale" ! Berlusconi ha commesso gaffe irreparabili molto prima degli scandali da piccolo-satiro degli ultimi mesi, e sta umiliando il parlamento nonostante possieda una larga maggioranza ! Governa come un dittatore, inutile raccontarsi frottole.
Il PD deve mandare dei segnali forti e incominciare a lottare davvero contro questa deriva pericolosissima. CHIEDERE LE DIMISSIONI DI D'ALEMA è il primo passo per incominciare a diventare credibili. "Tutto il resto è noia" e sa solo di aria fritta. Le altre necessarie dimissioni si faranno dopo ottobre, con calma, ma senza sconti per nessuno.
PS: sentire il nipotino di LETTA che spara giudizi su chi è degno di stare nel/col PD e chi no è GROTTESCO (ma che se ne torni da ZIO!) ! Molto più grave delle veline e delle orge di Berlusconi, che ha tutto il diritto di fare i suoi porci comodi fin quando la massa di coglioni che vivono in questo paese glielo permettono, ma che comunque opera nel SUO "partito", SUO proprio, inteso come PROPRIETA' ! Gli Italiani che votano Berlusconi sono in parte degli invasati, ma in parte sono delle persone a cui le porcherie fatte dai politici pre-Berlusconiani avevano fatto venire il vomito. La morale è semplice: se un politico danneggia la gente va eliminato, altrimenti gli elettori eliminano tutto il partito (DC)! E il PD ha già superato da tempo il livello di guardia, sia a Roma, sia sul territorio (Del Turco, Bassolino e migliaia di altri amministratori !).
Occorre incominciare a tagliare i rami "marci", perché di "secchi" non ce
commento di Alexbr inviato il 25 luglio 2009
C'è chi non si indigna più... ha raggiunto la pace dei sensi; e sono molti, troppi. Ma indignarsi per qualche critica alla dirigenza PD... dare del fascista e dell'infiltrato a chi "disturba" e "non lascia in pace"... antiberlu, mi sembrano proprio energie sprecate. Riserviamo questa energia per problemi più gravi, per carità.


commento di Anpo inviato il 24 luglio 2009
ahahahahah tutto mi sare aspettato tranne che di passare per un seguace di Berlusconi, visto che mi è capitato, più di una vlta, di far accusato di essere della redazione del forum.
Evidentemente antiberlu le persone che come te si affacciano nel forum solo ogni tanto parlano senza sapere nulla.
Tanto è vero che riempi i commenti con insulti degni, appunto, di Berlusocni e della sua ciurmaglia. Informati meglio così almeno eviti di scrivere commenti pieni di nulla.
commento di antiberlu inviato il 24 luglio 2009
anpo, caro fascista,caro denigratore del PD,caro infiltrato e servo di Berlusconi,quando la smetti di rompere i coglioni e lasci stare in pace i dirigenti del Pd e la smetti di seminare zizzanie?
commento di Anpo inviato il 24 luglio 2009
Come ho già detto dobbiamo essere noi i primi a dimostrare che non ci meritiamo l'inguardabile diregenza che abbiamo avuto fino ad ora.
commento di fabio.cerritelli inviato il 24 luglio 2009
Anpo, a me sembra che i cervelli della base PD ormai si svegliano solo per Beppe Grillo....
Non c'è un post in cui non si finisca a parlare della sua mancata candidatura!
commento di Anpo inviato il 24 luglio 2009
Io ho firmato. Ma vedo che i post in emrito sono tutti sconsolatamente poveri di commenti.
Mi preoccupa pensare fino a che punto Berlusconi e i suoi ci hanno atrofizzato la mente
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
18 giugno 2008
attivita' nel PDnetwork