.
contributo inviato da LuciferoTE il 20 luglio 2009

Mancano due giorni alla data fatidica, decisa dal Partito (Delusione), come termine ultimo per iscriversi e poter votare le mozioni dei candidati a segretario PD.
“La differenza la fai TU” è lo slogan che invita a prendere la tessera. Sottotitolo: “Per poter esercitare i diritti di voto ai fini congressuali è necessario ritirare la tessera presso il proprio circolo territoriale o d'ambiente, o in caso di difficoltà presso il relativo Coordinamento Provinciale, entro e non oltre il 21 luglio 2009.”
Ora io vorrei sapere qual è il “caso di difficoltà”. A tutti quelli che si sono presentati al proprio Circolo territoriale e che si sono sentiti dire che le tessere non c’erano? Che ce n’erano poche e che non sarebbero bastate neanche per i dirigenti?
Mi spiego meglio: la segreteria regionale del PD ABRUZZO ha consegnato ai circoli 15.000 tessere a fine giugno. Al 3 luglio solo 3.300 tessere risultavano certificate (cioè erano stati riconsegnati alla segreteria regionale i tagliandi con i dati dei tesserati), ma i circoli continuavano “inspiegabilmente” a richiedere al regionale ulteriori 12.000 tessere.
Il punto è che la faccenda non è inspiegabile, ma al contrario  si spiega benissimo: quelli che la stessa segreteria regionale ha definito i “Signori delle Tessere” (leggi Ginoble &Co.)(come BASSOLINO & C. in Campania...e altri esempi sono AHIME' in ogni regione....), si sono appropriati di tanti bei pacchettini di card, in modo da poter tesserare i loro amici fidati, cioè quelli che al Congresso voteranno su loro indicazione. E intanto i Circoli si sono ritrovati senza quei bei cartoncini bianchi rossi e verdi che simbolicamente inneggiano alla patria e che daranno agli iscritti il diritto di votare Bersani, o Franceschini, o Marino.
Intanto la polemica impazza su facebook. Ex dirigenti che ammettono con un candore celestiale di sapere che “le tessere non le danno a tutti”, ma che “vale la pena di insistere”. Insistere? E come? Implorando in ginocchio il segretario di circolo? Contattando personalmente un signore delle tessere (tanto non è difficile immaginare chi siano)?
 Insistere? E perché? Per fare da parco buoi che assiste ancora una volta alle manovre dei soliti noti senza poter incidere per nulla?
Caro il mio Partito Delusione, cominci veramente male….

 

 

 

 

I DIRIGENTI NAZIONALI SONO A CONOSCENZA DI QUESTA SITUAZIONE??

CHINANO IL CAPO ALLA LOTTIZZAZIONE DI QUESTO PARTITO??


 

TAG:  LOTTIZZAZIONE  TESSERE  TESSERAMENTO  PRIMARIE  FASSINO  BERSANO  MARINO  FRANCESCHINI  RUTELLI  D'ALEMA  ISCRIZIONE  PARTITO  PD  CIRCOLI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di orianomini inviato il 22 luglio 2009
Io non credo molto al partito dei tesserati, ho sempre sostenuto il partito in tutte le sedi anche volantinando, aderendo con contributi economici ogni anno e in tutte le occasioni elettorali, pensato che fosse questo il principale compito di un militante per sostenere una fede politica. Non ho mai ritirato tessera del partito dal PCI, DS e oggi dopo a questo congresso volevo iscrivermi al PD se non altro per una evoluzione storica. Se si dimostrasse veritiero il sistema di alcuni Circoli che definisco un vero scandalo non ho perso niente e sono sicuro che inconsciamente non ho partecipato a certi riti di baronismo. Tuttavia escludo che la stragrande maggioranza dei gestori dei circoli non siano complici di certe scorrettezze, non è campanilismo, ma una cultura di partecipazioni. Spero che il partito in quelle regioni e/o circoli che hanno commesso questi scandali agisca di conseguenza. Nei circoli dove regnano culture compromettenti, non forniranno mai amministratori corretti e degni del PD. Tutto questo fa pensare che le primarie con la loro anomalia rendano garanzia democratica e partecipativa al sistema di elezione a qualsiasi livello di dirigenza.
commento di norete4 inviato il 22 luglio 2009
Cari ragazzi i Vostri discorsi sono molto utili ed interessanti!

Ma quello che ci vuole prima di tutto nel PD ora è una SVOLTA!

Una Faccia Nuova al di la del Programma (ovviamente utile ed importante) sarebbe dirompente... tanto più che Marino fa parte di quella società civile nobile e laboriosa sempre stata lontana dai politicanti di professione!!
NON PERDIAMO QUESTA OCCASIONE!!!!!!

WWW.scelgomarino.info
WWW.ignaziomarino.it
commento di cristinasemino inviato il 22 luglio 2009
Caro Anpo, ancora una volta devo darti ragione: se il tesseramento è stato un flop(ancora non lo so), mi chiedo perchè tutti diciamo di voler cambiare le cose, ma poi, al momento di fare qualcosa, stiamo a.....vedere! E' proprio su questo terreno che Berlusconi ha avuto (e continua ad avere, purtroppo) l'Italia in pugno.
commento di UZIK inviato il 22 luglio 2009
IL PROGETTO
Ci sono persone singoli o gruppi che decidono di applicare un loro "progetto" con metodo personalistico senza condividerlo con altri..appartenenti al loro stesso partito..di conseguenza chi secondo la logica del "loro" progetto non è affine o "complementare" lo espellono...
Ora notoriamente Beppe Grillo non è una persona a cui poter dire ..."se vuoi partecipare devi essere ossequioso al progetto".. di conseguenza...
Sei curioso di sapere quale è il vero progetto della dirigenza del PD ?,..
..ma è la spartizione dell'Italia con il PDL ...mentre gli "altri"??..naturalmente TUTTI FUORI ...Craxi..insegna FERMATE VELTRONI !

Ciao Claudio
commento di colapesce inviato il 21 luglio 2009
L'antidoto ai signori delle tessere è un alto numero di tesserati consapevoli. Solo così i loro pacchetti rappresentano percentuali non significative.
Non c'è via di mezzo: o niente tessere o moltissime tessere.
commento di Anpo inviato il 21 luglio 2009
Boh, io posso dare i dati che leggo sui giornali. Immagino che domani ad iscrizioni chiuse ci sarà un comunciato ufficiale.
comunque se le iscrizioni sono state un flop mi dispiace perchè mi aspettvo di più dall'effetto novità rappresentato da Marino e dal lavoro fatto da Franceschini.
E mi dispiace perchè qeusto rafforzerà chi, come Bersani vorrebbe un partito più degli sicritti e meno degli elettori.
commento di colapesce inviato il 21 luglio 2009
Sono 600.000. Da verificare.

Ma ti pare che qualcuno risponde?




commento di Anpo inviato il 21 luglio 2009
No, guarda, sono 600mila non 300mila.
commento di cilloider inviato il 21 luglio 2009
Anpo scusami....ma io aspetterei comunque domani o i prossimi giorni
300.000 iscritti mi pare un dato quasi irreale!

E le contestazioni ci saranno ..........ohh se ci saranno!
Chiedo al segretario ad-interim spiegazioni in merito alla negazione posta
a Marino

"Ci sono difficoltà e irregolarità diffuse. Teniamo aperto il tesseramento fino al 31 luglio". Ma il partito ha risposto di nuovo di no.


(scusate ma faccio fatica a scrivere oggi.)
commento di cilloider inviato il 21 luglio 2009
Anpo scusami....ma io aspetterei comunque domani o i prossimi giorni
300.000 iscritti mi pare un dato quasi irreale!

E le contestazioni ci saranno ..........ohh se ci saranno!
Chiedo al segretario ad-interim spiegazioni in merito alla negazione posta da Marino

"Ci sono difficoltà e irregolarità diffuse. Teniamo aperto il tesseramento fino al 31 luglio". Ma il partito ha risposto di nuovo di no.
commento di Anpo inviato il 21 luglio 2009
Come che dati ho? Quelli dei giornali. http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/politica/pd-inchiesta-tessere/iscritti-al-palo/iscritti-al-palo.html
commento di cilloider inviato il 21 luglio 2009
xAnpo

"Il Pd attualmente ha molti meno iscritti di DS e Margherita messi insieme."

che dati hai?
commento di Anpo inviato il 21 luglio 2009
Se hanno gonfiato gli iscritti (aspettiamo lumi in merito dalla magistratura) mi corre l'obbligo di dire che non sono nemmeno capaci di fare quallo. Il Pd attualmente ha molti meno iscritti di DS e Margherita messi insieme.
commento di cilloider inviato il 21 luglio 2009
Desidero dati ufficiali sul numero di tessere rilasciato questa settimana!
Desidero un controllo incrociato con le ricevute di pagamento (se ci sono più tessere che ricevute , dove , quando, il perchè non ha importanza).
Desidero che ogni tesoriere di circolo sottoscriva di aver registrato solo ed esclusivamente persone a lui fisicamente presentatasi.

Credo sia in mio diritto chiedere questi dati.
commento di cilloider inviato il 21 luglio 2009
Il fenomeno delle tessere gonfiate riguarda l'Italia tutta......(?!)
Basta chiedere ai propri circoli...! (di città e non di paese).

Desidero chiarezza in merito da parte del segretario ad-interim!
commento di colapesce inviato il 21 luglio 2009
Questa non è una semplice notizia da commentare. E' una denuncia molto seria alla quale gli attuali responsabili del PD devono dare una risposta. E' un loro dovere, un preciso obbligo!
Intanto chiedo alla redazione di attivarsi in tal senso. E di rispondere, per cortesia, per confermare di aver letto il messaggio.
commento di dollaro07 inviato il 21 luglio 2009


VINCERA' CHI HA PIU TESSERE. VINCERA'L' APPARATI E LA NOMENKLATURA

D'ALEMA-BERSANI E VELTRONI - FASSINO - RUTELLI SONO IN GUERRA.

QUELO CHE STA ACCADENDO HA DEL VERGOGNOSO.

ORMAI E' MOLTO PEGGIO DELLA DC CHE TESERAVA I NOMI DALL'ELENCO

TELEFONICO.

UNO SCEMPIO , UNA VERGOGNA CHE TUTTI SANNO MA NESSUNO FERMA.

ORMAI IL DIBATTITO, LA DISCUSSIONE, LA DEMOCRAZIA, SONO PAROLE AL VENTO.

QUEL CHE RESTA DELLA FINTA SINISTRA COSTRETTA A FARE TESSERE PER IL

CONGRESSO.

IL SIG. MARINO RESTERA' SCHIACCIATO DALLA NOMENKLATURA.

GIA LI VEDO FELICI: ABBIAMO VINTO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



commento di santosubito inviato il 21 luglio 2009
JAC_90 sottoscrivo i tuoi conati di vomito... IO NON SO + COSA FARE... E' GIORNI CHE DENUNCIO QUI LO SCHIFO DEI TELEGIORNALI MA QUI (e temo anche presso l'inutile accozzaglia dirigenziale del PD) NENNUNO CI SENTE... TUTTI QUASI FATALISTICAMENTE PROTESI NEL "E CHE CI POSSIAMO FARE"...

MA CAZZO COME COSA POSSIAMO FARE!!!!!!!!! DOBBIAMO FARE IL PARTIRTO D'OPPOSIZIONEEEEEEEE... E' L'ITALIA A CHIEDERLO...C'è UNA DITTATURA DELL'INFORMAZIONE TELEVISIVA VERGOPGNOSA E NON SI ORGANIZZANO SIGNIFICATIVE FORME DI PROTESTA... MA LO CAPITE CHE LA SITUAZIONE E' GRAVISSIMA... ALTRO CHE PARLARE DI RPOSSIME ELEZIONI... QUELLE SE CI SARANNO VEDRANNO IL PD ANNIENTATO, ALTRO CHE BALLE...

SOS SOS SOS C'è QUALCHE NEURONE ATTENZIONATO???
commento di scossone inviato il 21 luglio 2009
IL PD COME AL SOLITO HA COSE PIU' IMPORTANTI DA PENSARE....... I CONGRESSI, LA LEADESHIP, COME SEMPRE, NON PENSA AD ALTRO CHE A QUESTO!!!!

HO FATTO UN BUON INVESTIMENTO........ NON HO FATTO LA TESSERA DEL PD, E NON HO BUTTATO VIA DEI SOLDI INUTILMENTE!!!
commento di Mudne75 inviato il 21 luglio 2009
Io ritengo che kapuvacante debba essere escluso dal forum perchè non in grado di intendere e volere.
commento di norete4 inviato il 21 luglio 2009
È arrivato un altro momento decisivo, per chi, come noi, crede ancora possibile produrre un cambio di direzione nel nostro amato paese.

Ci avviciniamo a grandi passi al prossimo Congresso di Ottobre, in cui il Partito Democratico dovrá impostare il proprio futuro, comunicare il proprio disegno di domani, illustrare la strada da percorrere per tornare a far vincere i nostri ideali.
Ancora una volta quello che tutti noi possiamo fare è PARTECIPARE!
Partecipare affinchè le idee di rinnovamento e discontinuitá col passato attecchiscano e possano portare il progetto del Partito Democratico ad avere davanti un futuro davvero AMBIZIOSO.

Ora o (probabilmente) mai piú.

Per questo e molti altri motivi, ho scelto IGNAZIO MARINO alla guida della Segreteria Nazionale.
Marino è il candidato ideale, per storia personale e piattaforma politica, di chi fa dei temi del merito, del rinnovamento e della laicitá, la propria bandiera.
Non ci sono correnti eterogenee dietro Marino, ma solo la forza e il coraggio delle idee di un gruppo di persone da tempo impegnato a cercare di dare una prospettiva moderna a questa entitá politica.
Non cè alcuna storia di partito dietro il candidato Marino, ma solo una linea ininterrotta di successi professionali e poi politici, a garantire impegno, rispetto delle regole e visione a lungo termine.
Non ci sono compromessi al ribasso nelle proposte di questo candidato, ma solo la forza di chi ritiene che il PD debba essere non il fine, ma lo strumento per cambiare il paese.

Ignazio Marino puó fare di questo PD un partito inclusivo, coraggioso, contemporaneo e vincente!

Partecipa anche tu e coinvolgi le persone accanto a te, innanzitutto facendoli iscrivere al Partito Democratico entro il 21 luglio (termine ultimo per partecipare alla Convenzione Nazionale) e, soprattutto, aiutando nella campagna a sostegno della sua candidatura.

Io ho aderito a www.scelgomarino.info, e ti invito a raggiungermi tra
commento di Mudne75 inviato il 21 luglio 2009
Ma è uno scherzo vero?

Ditemi che è uno scherzo...per cortesia ditemelo...

Ma ci stanno prendento tutti così clamorosamente per il culo?

Ma la credibilità non serve più in politica?

Primarie?....ma quali minchia di primarie?...

Escludono chi gli pare dalle primarie, inoltre fanno votare solo chi gli pare....ma chi credete di avere a che fare con dei pirlotti creduloni? E' questo che pensate noi siamo?



commento di kapuvacante inviato il 21 luglio 2009
io credo che lucifero andrebbe bandito dal forum, ma questo è un mio parere dovuto al fatto che è un elemento di costante disturbo. detto questo io sono andato a chiedere la tessera e l'ho ottenuta tranquillamente. ora i casi sono due:
1-io sono politicizzato e pagato dalla dirigenza ed ho ottenuto la raccomandazione per averla e portare il mio voto al solito deliquente di turno
2-ci sono casistiche di organizzazioni delittuose all'interno del pd che vanno combattute ed eliminate ma che non permettono di generalizzare su scala nazionale la situazione (d'altra parte hai parlato di 2 regioni in cui sappiamo esserci dei problemi seri interni al pd)

voi scegliete la risposta, io che so qual è quella giusta vi invito solo ad unirvi perchè la vostra voce da dentro conta di più e da fuori conta poco. per eliminare l'acqua sporca da un buon bicchiere si versa sempre più acqua pulita fino a che lo sporco non arriva in superficie e viene cacciato. ecco, io credo che il pd sia un buon bicchiere!
commento di scossone inviato il 21 luglio 2009
SONO FIERO ED ORGOGLIOSO DI NON AVER FATTO LA TESSERA DEL PD.
SE GRILLO SI FOSSE CANDIDATO ALLA LEARDERSHIP DEL PARTITO L'AVREI FATTA!!!
commento di LuciferoTE inviato il 21 luglio 2009
Sì - filosofeggia il professor Eugenio Mazzarella, deputato lettiano, nel senso di Enrico Letta - c'è il confuso assemblaggio di destini personali di un ceto politico alla ricerca di una scialuppa di salvataggio". Ma secondo lui è persino meglio così che la realtà di un partito "non scalabile fino al compiersi tardivo del ciclo biologico, come quello di Berlusconi". Ma è difficile leggere come un segno di salute il dato di un partito come il Pd apparentemente contendibile con un'Opa tutto sommato poco costosa sulle tessere. Anche se a Berlusconi la Lega Nord costò meno in termini monetari.

Marco Follini, ex segretario dell'Udc e oggi senatore campano del Pd, ha vissuto nella Dc la sindrome del partito delle correnti e delle tessere e oggi, smaliziato, fa la morale: "Sa qual è la vera sindrome? La somma del tesseramento stile democristiano, più il vecchio apparato comunista, più la propensione meridionale".
Propensione a che, lui non lo dice, ma è abbastanza evidente che si riferisca al "familismo amorale", come lo battezzò il sociologo americano Edward C. Banfield. Soccorre, semmai, per spiegare gli effetti della sindrome, lo statuto del Pd, un documento che sembra scritto da un autore pazzo medievale. O da Stranamore, come sostiene l'ex presidente del Senato Franco Marini. "Un dottor Stranamore non solo pazzo, ma per di più di pessimo umore", aggiunge Follini, che rivendica il ripensamento urgente e totale di un sistema che si è rivelato un mostro, cercando invano di mettere insieme l'happening delle elezioni primarie con le esigenze bulimiche dell'apparato dell'ex Pci.

Persino a Firenze le primarie che incoronarono Matteo Renzi, nuovo sindaco-ragazzo, si narra che furono gonfiate dalle truppe berlusconiane di Denis Verdini. E, per di più, gratis. "Ah, Fanfani!": pure questo va registrato nel "confuso assemblaggio" del Pd della vigilia congressuale. Debora Serracchiani? Il buon giovanotto Giuseppe Civati? Diceva il saggio Fanfani, come sadicamen
commento di LuciferoTE inviato il 21 luglio 2009
si narra che di quelle tessere sia effettivo titolare il consigliere regionale Tonino Amato, bassoliniano, se nel frattempo la topografia rapidamente mutevole non ne ha cambiato la location. Tanto più che alle primarie del 2007, in piena crisi dei rifiuti, fu qui che si cercò un'oasi favorevolmente fresca per la candidatura di Bassolino all'assemblea fondante del Pd, ma a sorpresa prevalse l'ignota signora Fortuna Caccavale, operatrice sociale, che poi non ci mise molto a farsi cooptare dal pupillo bassoliniano Andrea Cozzolino, assessore regionale e neoparlamentare europeo.

Cambio scena rispetto alla calura olezzante di Fuorigrotta. Salerno l'altro ieri: quaranta forzuti impediscono, tra schiaffi e scontri corpo a corpo, che si tenga il congresso dei Giovani democratici. Il segretario regionale Michele Grimaldi dice che sono "camorristi fascisti", sia pur tesserati Pd. Off the record, come si dice, sarebbero invece i "bravi" del sindaco di Salerno democratico Vincenzo De Luca, storico nemico di Bassolino.

Sarà vero? Ridacchia amaro, al racconto dei dettagli di battaglia metropolitana salernitana, il consigliere comunale di Torre Annunziata Pier Paolo Telese che se la vide con le "presenze inquinanti" e i "loschi figuri" tesserati della sua città: "Contammo persino dei latitanti in quella massiccia affluenza degenerata". Fu azzerato il tesseramento e nominato commissario Aldo Cennamo, che si è appena dimesso perché dice che il partito continua ad essere inquinato da "guerre per bande", come non esita a definirle anche Telese. Storiacce di provincia profonda?

Macché, giura Telese, che propende per la segreteria nazionale del partito a Bersani, ma non cambierebbe una virgola di quel che dice Ignazio Marino: "Torre Annunziata come tutta la Campania è la fotografia del sistema feudale che vige a Napoli e probabilmente a Roma: vassalli, valvassori, valvassini. Geografia identica di un partito amorfo e pieno di lupi voraci".
"Sì - filosofeggia
commento di LuciferoTE inviato il 21 luglio 2009
Napoli, da Fuorigrotta al Vomero
viaggio tra i baroni delle tessere
di ALBERTO STATERA

NAPOLI - Sei milioni di euro. Occorrono non più di sei milioni, a 15 euro a tessera, per fare un'Opa totalitaria sul Pd. Neanche quel che costa rilevare una microazienda in difficoltà, forse meno di quello che Berlusconi spende ogni anno per Villa Certosa. I baroni delle tessere napoletani, cui piace la quantità, si sono così scatenati alla vigilia del congresso non tanto per la scalata al partito, ma per conservare in loco la genia intramontabile dei castosauri partenopei, la "cacicchità" degli amministratori locali evocata da Massimo D'Alema quando citò come esempio non proprio commendevole i capi delle comunità tribali nell'America centro-meridionale ai tempi dell'occupazione spagnola.

Per godere di visibilità congressuale contano le percentuali, per cui a Milano se si vuole contare basta spendere poco e avere ottomila tesserati (120 mila euro), invece degli 80 mila, quattro volte quelli di Roma e cinque quelli della Liguria, che la principesca megalomania partenopea impone, conquistando più di un quinto del totale nazionale delle tessere. Ma, si sa, qui le cose si fanno in grande.

Prendiamo un caso piccolo, ma - come dire? - di scuola. Circolo piddì di Fuorigrotta, via Cariteo 59, stesso stabile del municipio di zona, intonaci dei balconi che cascano, marciapiedi coperti di eiezioni canine, inquinamento a mille nell'ingorgo perenne, in un quartiere di melting pot assoluto, disoccupati, operai, impiegati, professori, professionisti. Al primo piano, sotto un ritratto di Lenin, vigila di pomeriggio il segretario Giorgio, che ha al suo attivo un record: l'incremento del 366 per cento delle tessere, lievitate da poche centinaia a 2.177. Il quartiere, ultima roccaforte di sinistra, partecipa più degli altri. Ma si narra che di quelle tessere sia effettivo titolare il consigliere regionale Tonino Amato, bassoliniano, se nel frattempo la topografia rapida
commento di LuciferoTE inviato il 21 luglio 2009
Scusate se ho dovuto fare tutto questo, ma DENUNCIO UN USO STRUMENTALE CHE VIENE FATTO (non so da chi e per ordine di chi...ma lo immagino...) DEGLI ARTICOLI CHE SCRIVONO GLI UTENTI....AD ESEMPIO VENGONO MESSI IN EVIDENZA ARTICOLI CHE VANNO A FAVORE DEGLI INTERESSI DEL "MOMENTO" COME UN ARTICOLO DEMENTE E VIGLIACCO SULLE CONDANNE DI GRILLO ....STILE "LIBERO" DI FELTRI....
...E INVECE VENGONO SAPIENTEMENTE "DISINNESCATI" ARTICOLI SCOMODI COME QUESTO!!!


PER CHI VOLESSE APPROFONDIRE LA VERGOGNOSA VICENDA DELLE TESSERE DEI KAPÒ CONSIGLIIO DI VEDERE LA RUBRICA SETTIMANALE DI MARCO TRAVAGLIO INTITOLATA "passaparola" DOVE SI RIPERCORRE L'USO DELLE TESSERE FIN DALL'ERA DELLA FONDAZIONE DEL PD, QUANDO A FRONTE DELLE 590mila tessere dei DS, ne vennero fatte 400mila della MARGHERITA FRA TRUFFE, IMBROGLI E MESCHINITA' (in molte zone il numero degli iscritti alla margherita superava quello dei votanti....tanto per capirci!

BENE, lo stesso uso DA PRIMA REPUBBLICA E DA D.C. DELLE TESSERE, LO STANNO FACENDO TUTT'ORA I CAPETTI E I PICCOLI POTENTATI LOCALI del PD....
...basti vedere il boom delle tessere in CAMPANIA...bhe tutti AFICIONADOS DELL'ULTIMO MINUTO GRAZIE ALLE POLITICHE CONDIVISE E LUNGIMIRANTI DI BASSOLINO?!?!?!???!??!!!!!!!


Dicevano e promettevano che il PD non arebbe avuto correnti...ora è invece tutta una lotta interna per accaparrasi tessere e fare valere il prorpio peso nel momento delle SPARTIZIONI

HANNO TENTATO DI DISINNESCARE QUESTA DENUNCIA, MA NOI NON GLIELO PERMETTEREMO

LEGGI E COMMENTA!
IL PD Ê NOSTRO, NON DI CERTO DI QUESTA CLASSE DIRIGENTE COLLUSA E COMPLICE DEI MASSONI E DEGLI STRAGISTI!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork