.
contributo inviato da gdlombardia il 18 luglio 2009

Noi Giovani Democratici della Lombardia esprimiamo grande delusione per le modalità di svolgimento della sessione dedicata ai giovani all’interno degli “Stati generali Expo 2015”organizzati dalla Regione Lombardia al teatro “Del Verme” di Milano.

Constatiamo che buona parte degli interventi sono stati fatti da persone che col mondo giovanile hanno poco a chefare e che la quasi totalità dei ragazzi che hanno avuto la possibilità di parlare sono chiaramente collegati a realtà vicine al presidente Formigoni. E’ emblematico il fatto che i tre rappresentanti degli studenti chiamati ad esporre il proprio intervento, siano stati eletti nelle liste di “ObiettivoStudenti”, organizzazione legata al movimento di “Comunione e Liberazione”.

Ci chiediamo quindi se il tanto auspicato coinvolgimento delle realtà giovanili del territorio lombardo, per il presidente Formigoni e per il sindaco Moratti, voglia dire avere come interlocutori solo le associazioni e i gruppi riconducibili alle forze politiche da cui sono sostenuti.

Ribadiamo inoltre con forza che tanti giovani lombardi hanno contributi ed idee per valorizzare l’Expo e che ad oggi non sono riusciti a presentarli perché manca un iter chiaro e trasparente, che anche in occasione di questa due giorni di Stati Generali è venuto meno.

Prendiamo infine sul serio le parole del presidente Formigoni relativamente alla creazione di una “Consulta dei giovani” e ci auspichiamo che sia rappresentativa di tutto il mondo giovanile e non solo di pochi.

Noi siamo pronti a fare la nostra parte. 

TAG:  MILANO  MORATTI  GIOVANI  DEMOCRATICI  LOMBARDIA  GIOVANILE  MONDO  GENERALI  REGIONE  FORMIGONI  CONSULTA  STATI  EXPO  2015  EXPO GIOVANI 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
7 ottobre 2008
attivita' nel PDnetwork