.
contributo inviato da Alexbr il 18 luglio 2009

Le recenti vicende (Grillo) mi hanno incuriosito. Dal blog di Debora Serracchiani sono stato portato qui, ho scoperto i forum, poi il network. Non so ancora se la mia presenza è gradita, attendo qualche conferma. Nel frattempo esploro il sito. Ho visto il modulo online di tesseramento. Ho appreso - com'è logico - che l'adesione implica l'accettazione del Codice Etico e del Manifesto dei Valori. Il motore di ricerca non mi ha aiutato a scovare questi documenti, finalmente li ho pescati e stampati, li ho letto una prima volta, li leggerò ancora, per trovare la risposta a quattro domande:

1. personalmente accetterei il contenuto dei documenti?

2. la mia adesione sarebbe accetttata?

3. Grillo accetterebbe il contenuto dei documenti?

4. quali sono i punti di evidente disaccordo fra Grillo e i due documenti che giustificano il rifiuto al suo tesseramento?

 

Per farla breve, e riservandomi di rileggere con molta maggiore adesione, le risposte sono:

1. si

2. si, suppongo

3. si

4. boh?

Ma quello che mi ha profondissimamente meravigliato è uno degli ultimi capoversi del Manifesto dei Valori. Ne riporto integralmente il contenuto.

"Al tempo stesso, il Partito Democratico è consapevole che siamo arrivati al limite di una crescita
meramente quantitativa. Non è più sostenibile il saccheggio delle risorse naturali operato da un modello
di sviluppo basato sui consumi crescenti e sugli sprechi di energia e materie prime. Una svolta nei modi
di vivere e di consumare delle società contemporanee è perciò necessaria. Il tempo si è fatto breve ed è
già sotto i nostri occhi lo sconvolgimento di tutti gli equilibri ecologici, dal clima alle risorse energetiche,
dall’acqua potabile alle fonti di alimentazione. Sono impegni di ordine politico, come di ordine culturale.
Le questioni ambientali impongono misure urgenti e cambiamenti profondi al modo di vivere, ma
esigono prima di tutto la consapevolezza che l’attuale modello di sviluppo si è pericolosamente
avvicinato a una soglia, oltre la quale verrebbe messa in questione la stessa esistenza dell’umanità."

Si pone un problema. Io sono assolutamente pronto a sottoscrivere questo contenuto. Assolutamente. Lunica proposta sarebbe di metterlo molto ma molto più in alto, nel documento, e non quasi alla fine. E' un agromento - basta leggerlo! - "piuttosto importante". Mm mi domando: quanti, fra gli attuali tesserati, lo condividono? E come mai non c'è candidato PD che io non abbia sentito invocare, in assoluto contrasto con quanto scritto qui nero su bianco, la crescita economica "senza se e senza ma" come soluzione, e non come problema?

PS: siccome non ho trovato una chiara risposta alla mia domanda n. 4, se qualcuno mi aiuta....

TAG:  CODICE ETICO  MANIFESTO DEI VALORI  CRESCITA  DECRESCITA  LIMITI DELLO SVILUPPO  GRILLO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
16 luglio 2009
attivita' nel PDnetwork