.
contributo inviato da redazionepd il 17 luglio 2009
Ospite di Question Time questa settimana Marina Sereni, Vicepresidente dei deputati PD.

Con lei parleremo della situazione dei militari in Afghanistan e e delle tematiche legate alla presentazione del Dpef da parte del Governo.

La puntata andrà in onda venerdì 24 luglio alle ore 19.30, per inviare le domande nei commenti a questo post c'è tempo fino a mercoledì 15 luglio alle ore 12.00.

PS: grazie a tutte le persone che hanno rivolto una domanda a Maurizio Migliavacca. Le sue risposte le potete leggere nell'articolo in primo piano.

Altrimenti potete guardare qui la puntata di Question Time

TAG:  PDNETWORK  QUESTION TIME  DPEF  AFGHANISTAN 

diffondi 

commenti a questo articolo 7
commento di max bianco inviato il 6 agosto 2009
La guerra in Afganistan è una porcata conseguente alle porcate americane. Sono loro ad aver addestrato, finanziato e armato i talebani insieme ai pakistani. Sono loro ad aver finanziato Al Quada e favorito l'estremismo islamico tramite l'Arabia Saudita. Quindi sono cavoli loro di fare una guerra per far fuori le loro Creature. Nè Al Quada, nè i Talibani hanno fatto mai niente contro l'ITalia se non sparare in zone di combattimento. Gli Americani dovrebbero essere in grado con i Pakistani di risolvere il problema da essi creato.
Noi e l'Europa non c'entriamo niente. Possiamo dare appoggi di Intelligence ma niente di più. Quindi è giusto andarsene e lasciare i cazzi a chi se li merita.
La partecipazione alla guerra in Afganistan viola la costituzione.
Nessuno (nemmeno Prodi) CI ha mai detto perchè sarebbe una guerra giusta e conveniente per l'italia. Nessuno ci ha spiegato chiaramente perchè degli italiani devono morire per fare un favore agli americani e ai pakistani.
commento di versoest inviato il 23 luglio 2009
Cara Marina Sereni, per restare in tema, credo che la situazione in Afghanistan richieda uno sforzo di coerenza prima ancora che considerazioni di merito. Con l'entrata in scena di Obama, salutato con gioia da tutti noi ammirati dalle sue scelte, si è posta come decisiva, per la sua politica estera, la soluzione dell'aggrovigliato conflitto in quel Paese. Si trattasse di una guerra tradizionale lo strapotere militare degli Stati Uniti l'avrebbe già risolta senza nemmeno l'aiuto internazionale. Purtroppo si tratta di ben altro: Karzai rimane al potere perchè la sua cittadella fortificata è, per ora, impenetrabile ai suoi nemici. La realtà di un Paese diviso tra tribù storicamente ostili e guerrire l'ha indotto a ambigue alleanze basate su intrighi prima ancora che su equilibri. La tenuta del suo potere si regge, oltre che sui militari alleati, su questo fragilissimo equilibrio che, il nuovo corso americano, incrina mettendo in discussione i signori della guerra alleati con Karzai. Il proselitismo fanatico dei Talebani è ancora fortissimo alimentato da chi ha l'interesse a destabilizzare tutta l'Area per allontanare da se la minaccia. In attesa delle elezioni rimane prioritario il contenimento dell'offensiva Talebana che ha lo scopo di sconvolgere quel pur spettrale simulacro di democrazia. Questa è un'opzione militare, purtroppo, necessaria per intraprendere, in seguito, quella strategia di dialogo e pacificazione voluta da Obama. Coerenza, dicevo, significa aiutare Obama nel suo programma che abbiamo accolto con entusiasmo non facendogli mancare l'aiuto che gli è indispensabile.
commento di alby500 inviato il 22 luglio 2009
Visto che non riesco a copiare e incollare la copia originale,trascrivo fedelmente quanto vi è scritto.


La sottoscritta Vanda Grassi,in qualità di Presidente della Commissione Provinciale di Garanzia del PD di Avellino,vista la presentazione da parte del Coordinatore del circolo di Paternopoli della richiesta di iscrizioneal PD del Signor Grillo Giuseppe per l'anno 2008/2009,vista la delibera della Commissione Nazionaledi Garanzia debitamente motivata il cui parere è di per sè vincolante per tutte le commissioni di Garanzia a diversi livelli,acquisito il parere preventivo da parte della Commissione Provinciale di Garanzia del PD di Avellino,respinge la richiesta di cui sopra,impegnando il Coordinatore del circolo di Paternopoli Andrea Forgione all'immediata restituzione della quota di tesseramento versata dall'interessato.
Avellino 21 luglio 2009
La Presidente della Commissione di Garanzia
Vanda Grassi


Ecco fatto anche Grillo è sistemato,meglio toglierseli di torno questi attori rompiballe e piantagrane... vogliono sempre cacciare il naso dappertutto,scovare scandali,dire le cose come stanno... sono pericolosissimi,minano la stabilità e l'armonia che regna nel partito. Ora vedete di far fuori anche Marino,questo vuole stravolgere tutto,poi è un chirurgo... i chirurghi sono molto pericolosi,cacciate anche lui così fate le vostre cosine da soli senza che nessuno vi sputtani.
22 luglio ore 20,35
commento di danielaconte inviato il 22 luglio 2009
Mi sono iscritta su questo sito perchè ho sentito l'esigenza, personale, reale di cittadina e elettrice di indignarmi al fatto che è stata negata a grillo la possibilità di iscriversi....!!!!
ho letto con attenzione il vostro statuto (dovreste ringraziare grillo credo che sia solo grazie a lui che molti hanno letto lo statuto del PD!!!) e non ho trovato nessuna delle motivazioni utilizzate per giustificare il vostro rifiuto!!!
è davvero una vergogna...!
e pensare che io ho anche votato PD a volte!!!!Credevo che il PD fosse più lontano di altri partiti da logiche di potere e di palazzo, invece mi sbagliavo profondamente!!!!
Voglio solo dirvi una cosa:
RIFIUTANDO L'ISCRIZIONE DI GRILLO AVETE PERSO MOLTI POTENZIALI VOTI AL PD, E MOLTI POTENZIALI VOTI ALLE PRIMARIE....EVIDENTEMENTE AI DIRIGENTI DEL PD NON INTERESSA ATTIRARE NUOVI VOTI E NUOVE PROPOSTE MA SOLTANTO MANTENERE LA LORO POLTRONA.....
UN VERO PECCATO!
NON CI BASTA AVERE BERLUSCONI IN ITALIA NON ABBIAMO NEANCHE UN'OPPOSIZIONE!!!!
commento di alby500 inviato il 21 luglio 2009
Eh già... hanno accettato tutti quelli che gli leccano il posteriore,gli amici,le amichette...grillo no! Sono da capire sapete,lui non canta in coro dice quello che pensa e ai mafiosi che reggono il PD non piace.
commento di Doppio AC inviato il 20 luglio 2009

Vogliamo sapere cosa vuol fare e come!!!!!!
Non avete permesso a Giuseppe Grillo di candidarsi perche lui è l'unico con un programma preciso e serio ,e sicuramente vi avrebbe mandati tutti a casa,"stravincendo" le elezioni a segretario.
Che questa fantomatica commissione che accetta ex esponenti di altri partiti
(es.lega nord),non accetta lui dichiarando che e a capo di un "movimento ostile"(ma quando).Non è mai stato ostile verso gli ideali della sinistra anzi,a "fatto più cose lui" (coerentissime con i nostri ideali)!è sicuramente stato ostile verso voi nostri rappresentanti,che non avete combinato NIENTE,e questo è un fatto!Che pensate alla vostra carriera e non certo al benessere del popolo italiano!Ve la siete fatta addosso!Vergognatevi!Anche adesso state ORGANIZZANDO la spartizione di incarichi per aver appoggio alle vostre candidature;LO SAPPIMO TUTTI,VI VEDIAMO,VI ASCOLTIAMO ,VI CONOSCIAMO,questo deve cambiare,deve finire!L'unico interessato a farlo era Grillo e lo avete messo fuori!Fateci il favore ANDATE A LAVORARE come facciamo noi,e lasciateci rappresentare da chi vuol fare politica seriamente!
commento di clint333 inviato il 19 luglio 2009
Buongiorno onorevole Marina Sereni,

una domanda a proposito del PDEF - Le analisi di macroeconomia hanno una notevole utilità, ma non sono un pò troppo "campate per aria" per fornire indicazioni su come e dove intervenire ? In tali analisi non compaiono i "costi aggiuntivi", le creste che gli amministratori locali e centrali operano sulle attività. E non appare nemmeno una stima dei danni che il paese subisce per l'inadeguatezza dei risultati di molti investimenti pubblici.
E non compaiono neanche gli "sprechi" di retribuzioni e rimborsi di qualche decina di migliaia di fortunati pagati dallo stato.

Una domanda sull'Afghanistan - I costi della guerra in Afghanistan dove sono considerati nel PDEF ? E' sensato incrementare i nostri sforzi anzi che ridurli cercando altre soluzioni ? Un paese che ha istituzionalizzato il lavoro precario e che nonostante questo prevede un aumento della disoccupazione come fa ad agire sul palcoscenico mondiale come se fosse una grande potenza ? Non è per caso il risultato di una ingenua operazione di marketing finanziata con il sacrificio di milioni di disgraziati ?

La ringrazio per la disponibilità, e la invito a prendere in seria considerazione la candidatura di Marino ( parla un americano perfetto ! ) che, non essendo imbrigliato in correnti e/o gruppetti, ha l'handicap di non conoscere l'ambiente, ma ha il vantaggio di partire da "tabula rasa", senza nessun condizionamento, avendo così la possibilità di valorizzare tutte le risorse che il PD ha in maniera molto più libera di chiunque altro. Un leader "normale" per una politica "normale", fatta da persone "normali" che amano il lavoro che fanno. Un partito così non avrebbe avversari :)
E siccome sono convinto delle capacità e dell'etica sia di Franceschini sia di Bersani, Marino ci garantirebbe di valorizzarli nel migliore dei modi, insieme a tutti gli altri.
commento di Riot inviato il 18 luglio 2009
Non ce la fanno più a prenderci in giro. Migliavacca è stato a dir poco PATETICO quando ha detto di segnalare le persone che hanno leso l'immagine del Pd. Se vuole ne segnalo alcune
- Bassolino, Iervolino, Del Turco: con la loro ottima amministrazione locale. Molto trasparente
- D'Alema, Latorre, Fassino: con le telefonate sulla scalata alle banche. Latorre anche con i pizzini
- Carra per avere testimoniato il falso.
E adesso che fai Migliavacca? Li espelli o no? PATETICO

commento di alby500 inviato il 18 luglio 2009
Oltre ai punti segnalati da Salvatore D'Urso(per i finti smemorati ricordo che il centro sinistra su 15 anni ne ha governati 7,se voleva la questione conflitto di interessi,reti TV e giornali la risolveva,invece "baffino" e c. si sono comportati come complici di Silvio)se vi capita parlate anche di "abbiamo una banca"... "facci sognare" poi di quei 2 birichini di Bassolino e Jervolino,spiegate un pò di misteri della loro gestione. Gli elettori queste cose non le dimenticano e al momento opportuno puniscono.Altro che blindare il partito ad un comico/giullare come Grillo,occupatevi delle cose importanti.... ahh dimenticavo,per voi è importante mantenere il cadreghino da qualche parte.
commento di Salvatore D'Urso inviato il 18 luglio 2009
Ringrazio il conduttore per aver posto la mia domanda nel question time di Maurizio Migliavacca.

Ringrazio Maurizio Migliavacca per aver risposto alla domanda.

Però ora mi tocca trarre le conclusioni di quanto è stato detto.

Migliavacca ha detto che se vengono segnalate persone che si sono comportate in malo modo così da comportare un danno per l’immagine del partito e aver tradito la fiducia degli elettori prenderà seri provvedimenti che poi potranno anche comportare l’allontanamento degli stessi dal PD.

Beh allora comincio col segnalare l'onorevole Latorre per il pizzino all'onorevole Bocchino. E poi segnalo il sig. Violante e l'onorevole D'Alema per aver favorito il sig. Silvio Berlusconi, attuale premier per la terza volta, assicurandogli la tenuta delle sue 3 reti e favorendo la crescita economica delle sue 3 reti, così come dichiarato dallo stesso Violante alla camera dove il Presidente del Consiglio a quel tempo era il sig. Massimo D'Alema inventore della famigerata bicamerale.

Quindi invito il sig. Maurizio Migliavacca a provvedere così come da lui promesso durante questa puntata del question time.

Aggiungo e concludo dicendo che tali parole non si svuotino di significato e quindi che le mie segnalazioni restino disattese in quanto ne varrà della serietà dello stesso Maurizio Migliavacca dove con tale video e a seguito di questa mia risposta se non dovesse accader nulla ciò diverrà prova per l'intera rete che il PD continua a prendere in giro i suoi elettori con l'aggravante di comportarsi per nulla meglio dei suoi avversari politici. Mi scuso ma credo che tale precisazione sia dovuta.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork