.
contributo inviato da LuciferoTE il 14 luglio 2009

I dirigenti del PD hanno già espresso le loro opinioni sull'eventuale candidatura di Beppe Grillo alle primarie, tutti concordi tranne qualche voce fuori dal coro come quella di Ignazio Marino.

Ma noi, la BASE, come la pensiamo in proposito?

Sarebbe giusto chiudere la porta alla candidatura attaccandosi a cavilli statutari che secondo me non stanno nè in cielo nè in terra?

Indipendentemente dall'appoggio e dalla stima di cui gode/non gode fra gli elettori del PD CREDETE CHE SIA VERAMENTE GIUSTO ESCLUDERLO DALLA CORSA ALLA SEGRETERIA PER LA SEMPLICE VOLONTA' DELLE DIRIGENZE, DELLE SOLITE FACCE INCROSTATE ALLE POLTRONE insieme a mogli, amanti e portaborse?

 

COSA NE PENSIAMO NOI DI TUTTO CIO'?

IL PARTITO SIAMO NOI, NESSUNO NE HA LA PROPRIETA' E L'ESCLUSIVA, QUESTA CLASSE DIRIGENTE NESSUNO L'HA VOTATA attraverso il meccanismo delle preferenze....IL PARTITO NON E' DI FASSINO E DELLA MOGLIE, DELLA MELANDRI, DI FRANCESCHINI , DI RUTELLI E DI NESSUN ALTRO...IL PARTITO E' NOSTRO!!!!!!

 

Propongo un sondaggio per la base, per vedere se NOI (NOI, non le nomenclature che vivonono da anni di PANE E POLITICA) siamo d'accordo o meno ad una eventuale candidatura di Grillo.

ATTIVIAMOCI PER PREDISPORLO

 

Inoltre vorrei dire una ultima cosa, che ne pensate delle tematiche che Grillo propone sul suo Blog, le condividiamo TUTTE e APPIENO?

 

per innescare un proficuo dibattito su argomenti di portata generale e dai quali dipenderà la qualità della vita NOSTRA e dei NOSTRI FIGLI iniziamo a confrontarci su:

acqua pubblica

energia nucleare

conflitto di interesse

informazione libera e azzaramento delle concessioni

parlamento pulito(max 2 legislature e via i condannati)

wifi municipalizzato  libero e gratuito

sviluppo sostenibile

 

 

TAG:  BEPPE GRILLO  PRIMARIE  FRANCESCHINI  BERSANI  MARINO  SEGRETERIA  V-DAY  ELEZIONI  VELTRONI  PRODI  ELEZIONI  CAMBIAMENTO  NOMENCLATURE  BASE  CIRCOLI  TESSERAMENTO  DIRIGENTI  TESSERA  FASSINO  RUTELLI  PARTITO DEMOCRATICO  ISCRITTI  ELETTORI  SEGRETERIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Anpo inviato il 18 luglio 2009
Se Grillo racconta la verità ha il dovere di farlo con tutti.
Se chi ha iù di due legislature deve andare a casa allora lo deve fare anche il suo amico Di Pietro.
Se è contro i politici che cambiano partito non deve poi far finta di niente se Sonia Alfano (persona comunque lodevele) molla la Sicilia e la sua lista per candidarsi con l'IDV in Europa.
Se si scalmana tanto per gli inquisiti o per i condannati o per i vecchi (nel senso di età) a che titolo si candida lui come pregiudicato e sessantenne?
Non era meglio candidare un'altra persona, magari la stessa Sonia Alfano, che combatte le sue battaglie?

Non voglio insultare Grillo o chi lo vorrebbe segretario nè giustificare il Pd che non lo vuole far iscrivere ma credo si debba pretendere da lui le stesse cose che lui pretende dai candidati.
commento di farepercambiare inviato il 18 luglio 2009
AL VOTO !
Un partito democratico si confronta, dibatte e alla fine decide ed agisce. E la decisione si prende col VOTO.
GUAI A CHI TOGLIE LA POSSIBILITA' DI UNA SCELTA !!
Lasciate partecipare Grillo, lasciate che si confronti, dibatta e lasciate A TUTTI GLI ISCRITTI il DIRITTO di votare.

Il partito ha fatto una CENSURA FASCISTA, e per questo pagherà salato a tutte le prossime elezioni, a partire da me.
commento di greyowl inviato il 18 luglio 2009
Ha ragione Marini le primarie sono un terno al lotto...
Mettiamoci lui oppure qualche altra mummia alla guida del PD, anzi io proporrei Fede così saremmo in linea con il pensiero del Premiere !!!!
Marini... Prrrrrr.... Ma Vaffanculo !!!
Siamo noi iscritti che dobbiamo decidere chi Kazzo sarà il nostro Premiere, nè la base, nè voi che state in maniera statica da anni in parlamento a percepire stipendi da favola. A casa... Tutti a casa !!!!
Penso che possa bastare quanto avete rubato agli italiani senza fare un beato kazzo...
commento di Mudne75 inviato il 18 luglio 2009
Le primarie fatte così non servono a nulla, sono una buffonata.

Via la Nomenclatura del PCUS dal PD.

Facciamo la rivoluzione nel partito!

Buttiamo fuori gli ostracisti dal partito.

commento di Daniz inviato il 18 luglio 2009
bl@ckboy ma ti hanno assunto per dire pagliacciate??
Grillo è un comico solo perchè racconta le buffonate che fanno quelli del PD , perchè racconta solo ed esclusivamente la verità..
E queste cose purtroppo fanno ridere, come fassino che fa entrare sua moglie nel partito e si fanno 13 legislature..
Sono cose che ci si ride sopra ma fanno proprio piangere.. quindi pagliaccio ci sei tu più che Grillo che vuoi convincere la gente, qui su internet c'è gente sveglia magari puoi raccontare qualche buffonata in tv che nessuno ti risponde
commento di Daniz inviato il 18 luglio 2009
bl@ckboy ma ti hanno assunto per dire pagliacciate??
Grillo è un comico solo perchè racconta le buffonate che fanno quelli del PD , perchè racconta solo ed esclusivamente la verità..
E queste cose purtroppo fanno ridere, come fassino che fa entrare sua moglie nel partito e si fanno 13 legislature..
Sono cose che ci si ride sopra ma fanno proprio piangere.. quindi pagliaccio ci sei tu più che Grillo che vuoi convincere la gente, qui su internet c'è gente sveglia magari puoi raccontare qualche buffonata in tv che nessuno ti risponde
commento di greyowl inviato il 18 luglio 2009
Alla base la paura fa 90...
Sanno perfettamente che se Grillo si candidasse alle primarie le vincerebbe alla grandissima.
E sanno anche che avrebbe notevoli chance di vincere le elezioni e conseguentemente la Presidenza del Consiglio.
Non esagero !!!
So perfettamente quello che sto dicendo, così come sono sicuro che loro non vogliono stare alla guida di questo paese, altrimenti avrebbero fatto il possibile negli anni passati per stroncare subito il nano anzichè il PCI. L'importante per loro è esserci e prendere il lauto stipendio tutto il resto è inutile. Iniziò Occhetto a fare i danni colossali, continuò D'Alema, e quindi Veltroni. Non considero Prodi perchè non era un esponente del PCI, e tutti gli infausti successori di Enrico hanno portato allo sfascio del grande PCI.
Non dovevano svoltare con quello che rimaneva della DC, ma decisamente a sinistra ed opporsi al nano malefico.
Enrico si sta ancora rivoltando nella tomba, ed in questi giorni è ancora più inquieto del solito:
sono anni che vede il suo PCI martoriato da questi inutili nullafacenti, pallemoscie, apparentati con quel che resta della DC, ed altri elementi strani.
commento di NicolasWoods inviato il 18 luglio 2009
Avevo riposto fiducia in Bersani, Franceschini, Letta...

... evidentemente mi sbagliavo!

Loro (Bersani, D'Alema, etc.) sono il partito e noi... gli utili idioti che gli garantiscono la sopravvivenza... sigh!

Ottima l'osservazione di D'Urso.

Grillo è un cittadino che ha a cuore il bene dell'Italia e degli Italiani. Direi che è un ottimo requisito (lo possiedono i membri della Nomenklatura di partito?). Ovviamente, dovrà accettare il confronto e l'opinione della maggioranza. Solo se rifiuterà il confronto e le decisioni della maggioranza potrà essere messo fuori.
commento di allumi inviato il 18 luglio 2009
Io ritengo più che giusto che il Sig. Grillo si candidi alla segreteria del
PD, la risposta dei dirigenti del PD mi ha invece sorpreso, non me l'aspettavo
perchè ingenuamente credevo veramente che il partito fosse aperto che non avesse pregiudizi nei confronti di chicchessia.Il commento di Bersani è quello che mi ha deluso più di tutti,lo stimavo, e se Grillo non si fosse candidato lo avrei votato.Questa vicenda mi ha fatto conoscere meglio coloro che dirigono
il partito che ho sempre votato, o meglio intimamente immaginavo che erano così
ma ho sempre cercato di negarlo a me stesso però ormai l'evidenza non si può più negare.Si nota quindi un evidente divario tra il sentire della classe dirigente e la (impropriamente definita) base;i commenti di questo blog ne sono la testimonianza, i quali non rappresenteranno tutta l'Italia, ma buona parte sì.Purtroppo però sono convinto che faranno di tutto per ostacolare il percorso democratico del partito cercando di minimizzare ciò che stiamo dicendo
o, ne sono certo, stanno già cercando gli scheletri nell'armadio di Grillo.Penso comunque che Grillo sia ben preparato.
commento di Alexbr inviato il 18 luglio 2009
Vorrei attirare la vostra attenzione su uno dei post in evidenza: Benvenuta Alessandra Guerra. Nel frattempo che si discute di Grillo, Alessandra Guerra, ex presidente leghista del Friuli Venezia Giulia, ha preso tranquillamente la tessera PD ricevendo un caloroso benvenuto. E guardate bene: non ho nulla, ma proprio nulla, in contrario, al benvenuto e all'apertura. Ma... non ci trovate una piccolissima contraddizione con il caso Grillo?

http://partitodemocratico.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=post&pid=2299322
commento di xavier65 inviato il 18 luglio 2009
La situazione è veramente grave. Rifiutare una iscrizione ad un libero cittadino è antidemocratico, va contro i principi insiti nello stesso nome del partito. E' grave perchè si regala una sponda alle critiche, è grave perchè ci si dimostra vecchi burocrati, è grave perchè si dimostra di avere paura del nuovo o del diverso, è grave perchè si dimostra che il PD non è una realtà unica ma tante anime che vanno da quelle veramente democratiche e progressiste a quelle burocratiche e assolutamente VECCHIE.
Il problema non è Grillo in se il problema è quello che lui rappresenta e di cui un apparato burocratizzato ha paura. Il Grillo è una ruspa con modi assolutamente discutibili però ha una forza enorme in un movimento nato dalla gente e dal web. La verità è che si sarebbe dovuto plaudire alla sua battuta e dire ok vieni, discutiamo, parliamo, vediamo cosa la gente vuole. Ricordatevi che vi è una grande fetta di elettorato che non vota per scoramento, per disaffezione alla politica e sopratutto ai politici, alle stesse facce dei politici, e sicuramente Franceschini e Bersani non sono facce nuove anzi.
Nel rifiutare la candidatura di Grillo si fa l'errore storico di rifiutare una tale quantità di voti che sicuramente farà la differenza. La gente oggi è divisa fra i "Berluscones" e gli incazzati che vogliono urlare, gridare, dire quello che non va ad alta voce e Grillo o Di Pietro rappresentano proprio questo sentimento. Dire di no a Grillo significa anche regalare voti, e tanti, a Di Pietro e inoltre continuare a fare la figura dell'opposizione che non fa nulla, che non produce, che non si incazza quando ci sono tantissimi motivi per incazzarsi, oltre a fare la figura degli ANTIDEMOCRATICI.
commento di Salvatore D'Urso inviato il 18 luglio 2009
Ringrazio il conduttore per aver posto la mia domanda nel question time di Maurizio Migliavacca.

Ringrazio Maurizio Migliavacca per aver risposto alla domanda.

Però ora mi tocca trarre le conclusioni di quanto è stato detto.

Migliavacca ha detto che se vengono segnalate persone che si sono comportate in malo modo così da comportare un danno per l’immagine del partito e aver tradito la fiducia degli elettori prenderà seri provvedimenti che poi potranno anche comportare l’allontanamento degli stessi dal PD.

Beh allora comincio col segnalare l'onorevole Latorre per il pizzino all'onorevole Bocchino. E poi segnalo il sig. Violante e l'onorevole D'Alema per aver favorito il sig. Silvio Berlusconi, attuale premier per la terza volta, assicurandogli la tenuta delle sue 3 reti e favorendo la crescita economica delle sue 3 reti, così come dichiarato dallo stesso Violante alla camera dove il Presidente del Consiglio a quel tempo era il sig. Massimo D'Alema inventore della famigerata bicamerale.

Quindi invito il sig. Maurizio Migliavacca a provvedere così come da lui promesso durante questa puntata del question time.

Aggiungo e concludo dicendo che tali parole non si svuotino di significato e quindi che le mie segnalazioni restino disattese in quanto ne varrà della serietà dello stesso Maurizio Migliavacca dove con tale video e a seguito di questa mia risposta se non dovesse accader nulla ciò diverrà prova per l'intera rete che il PD continua a prendere in giro i suoi elettori con l'aggravante di comportarsi per nulla meglio dei suoi avversari politici. Mi scuso ma credo che tale precisazione sia dovuta.
commento di bl@ckboy inviato il 18 luglio 2009
@: CREDETE CHE SIA VERAMENTE GIUSTO ESCLUDERLO DALLA CORSA ALLA SEGRETERIA PER LA SEMPLICE VOLONTA' DELLE DIRIGENZE, DELLE SOLITE FACCE INCROSTATE ALLE POLTRONE insieme a mogli, amanti e portaborse?

---

Dice Lucifero.

Ebbene sì, é giusto invitare Grillo a fare le sue pagliacciate altrove, insieme ai suoi leccaculo.
commento di bl@ckboy inviato il 18 luglio 2009
@: commento di LuciferoTE inviato il 17 luglio 2009
Blackboy SUICIDITA, TORNA A FARE IL PORTABORSE E LASCIA CHE LA GENTE FACCIA LIBERAMENTE LE PROPRIE CONSIDERAZIONI SULLA CANDIDATURA DI GRILLO senza che tu gli stressi le palle.

---

Cioé é legittimato a esprimersi solo chi concorda col Conducator.

Naturalmente in nome della democrazia.

:-) :-) :-)
commento di Anpo inviato il 17 luglio 2009
Visto che oggi Grillo ha annunciato che contravvenendo alle decisioni della Commissione di garanzia Andrea Forgione prsidente del circolo Pd "Martin Luther King" lo ha tesserato non ci resta che aspettare fiduciosi la sua campagna elettorale sperando che non si limiti ai monologhi ma ricerchi il confronto con gli elettori e con gli altri candidati.
commento di NicolasWoods inviato il 17 luglio 2009
Il PD non è il partito di tutti. Perché Grillo sarebbe ostile? Perché la pensa diversamente?

Il PD deve tesserare tutti e poi tutti (Grillo compreso) si devono attenere alle regole "democratiche" del partito.

L'ennesima vergognosa figura della Nomenklatura di partito.

Da Franceschini e Bersani non me l'aspettavo.
commento di cilloider inviato il 17 luglio 2009
"Sono profondamente addolorato, perchè mentre chi vota a destra oggi sà perfettamente cosa vuole, somigliare quanto più possibile al suo leader, a sinistra non riusciamo ancora a capire che non c'è bisogno di leader, ma di idee forti su cui formare una opposizione, continuiamo ad aspettare un messia copiando schemi che sono propri della destra."


Il bello di questa frase è che mette in evidenza un parodosso abbastanza tipico del pensiero sinistrode (non solo italiano) di questi ultimi anni.

Un messiah per quanto ricercato NON potrà mai esistere perchè anche lo se venisse lo Spirito Santo, o Marx piuttosto che Gandhi o Luther king o Obama non avranno mai un appoggio maggioritario, avranno sempre e comunque da combattere con qualche ebete che possiede certamente un consenso equipotente.

Quindi da sinistra non ci potrà mai essere nessun messiah!

Berlinguer....??? altri anni, altre problematiche di sinistra, altro popolo di sinistra...ora Berlinguer sarebbe un outsider per queste primarie!
commento di ita090370 inviato il 17 luglio 2009
al di là delle caratteristiche del personaggio Grillo, che possono piacere o no, quello che è significativo è il programma che viene proposto a dare un valore aggiunto a un programma politico francamente inesistente, quindi dentro Grillo e avanti gli altri candidati.

Un po' di combattività mediatica in più ben venga per combattere il berlusconismo che il buonismo di Veltroni si è limitato a resuscitare.

commento di setaevelluto inviato il 17 luglio 2009
GRILLO GRILLO GRILLO!!!!! ed ora che ha la tessera, vai con il prossimo cavillo!

OKKUPIAMO IL PD-ELLE forza GRILLI
commento di luciano54 inviato il 17 luglio 2009
Si fa un gran parlare nel PD, delle "varie anime che devono confrontarsi"e trovare una sintesi comune che finora ha portato solo caos e perdita di consensi.Ora al di là della provocazione di Grillo,che non vedo certo nei panni di segretario di un partito,ritengo che per il PD sarebbe stato più fattivo un confronto con Grillo,che qualche idea buona c'è l'ha che non con la Binetti.E' vero che molto spesso ha denigrato il partito, ma solo perchè vedeva la sua inconsistenza nelle idee e nei fatti,diciamo che lo criticava...per troppo amore e per troppa delusione!Vorrei domandare agli elettori ed ex (moltissimi) elettori del PD:non è lo stesso stato d'animo che vivete voi? Non vi piacerebbe avere nel partito uno che porta idee come Grillo invece che una Binetti con tutto il suo seguito, che tante volte hanno remato contro a delle leggi progressiste proposte dal CS? Con Rutelli,Carra,Dorina Bianchi,Binetti ecc.ecc.si può dialogare anche se hanno fatto fallire dei progetti progressisti-liberali e laici,con Grillo NO!E' Grillo che che ha remato contro il PD o sono altri?Eppure questi altri meritano la tessera e possono partecipare anche alle primarie volendo!Credo proprio che il PD non abbia la capacità di gestire il nuovo e di portare avanti una politica coraggiosa e quel 15% che ha perso per strada non lo recupererà mai più!
commento di colapesce inviato il 17 luglio 2009
"Sono profondamente addolorato, perchè mentre chi vota a destra oggi sà perfettamente cosa vuole, somigliare quanto più possibile al suo leader, a sinistra non riusciamo ancora a capire che non c'è bisogno di leader, ma di idee forti su cui formare una opposizione, continuiamo ad aspettare un messia copiando schemi che sono propri della destra."

Perfetto Lemar. E' proprio questa la nostra malattia. Abbiamo contribuito a creare un sistema e un clima politico che la destra aspettava da 50 anni. E ancora insistiamo.
I padri Costituenti avevano cercato di creare un sistema politico che tenesse lontani quegli umori della destra profonda e illiberale che avevano prodotto il fascismo. I nostri apprendisti stregoni della seconda repubblica hanno fatto di tutto per riconsegnare il paese alla destra più illiberale del continente.
commento di lemar inviato il 17 luglio 2009
L'idea originaria del Partito Democratico era legata alla possibilità di raccogliere sotto un unico ombrello, tutti quelli che si riconoscevano in una idea di società partecipata, che facesse gli interessi della collettività, e non una società calata dall'alto da pochi eletti, fatta x gli interessi di pochi, vedi PDL o lega, ma questa faccenda di Grillo poteva essere l'ultima occasione per metabolizzare quanto di buono c'è in quel che dice grillo da anni, addolcendo i toni "spettacolari" che adotta, del resto D'Alema docet con Bossi e la Lega di qualche hanno fà.
E' stata persa ed anche in malo modo, a dimostrazione del fatto che da questo attuale partito non nè verrà fuori nulla di buono x molti anni ancora.
Sono profondamente addolorato, perchè mentre chi vota a destra oggi sà perfettamente cosa vuole, somigliare quanto più possibile al suo leader, a sinistra non riusciamo ancora a capire che non c'è bisogno di leader, ma di idee forti su cui formare una opposizione, continuiamo ad aspettare un messia copiando schemi che sono propri della destra.
Grillo si pone problemi nuovi e propone nuovi modi di affrontarli, magari non sono quelli giusti, ma i problemi restano. Di Pietro pone accenti pesanti su un recupero di Etica Laica basata sul merito e capacità delle persone, ma guarda caso è anche lui tenuto fuori da questo partito, certo uomini assolutamente perfetti non nè ho mai visti, ma in questo momento penso siano importanti le idee da cui ripartire per rifondare questa nazione ormai distrutta e quelle ci sono, ma sono tenute ben fuori da quì......che pena....
commento di colapesce inviato il 17 luglio 2009
Allora perché non iniziamo a confrontarci sulle tematiche indicate da Lucifero?
Iniziamo dal conflitto d'interessi?
Io la penso così.
Dobbiamo avere una legge seria sul conflitto d'interessi, su tutti i conflitti d'interesse.
Bisogna prima di tutto rammaricarsi che nei 50 anni precedenti la seconda cosiddetta repubblica una legge sui conflitti d'interesse non sia stata fatta; prima che il problema si manifestasse in maniera così clamorosa. Forse non immaginavano che si potessearrivare al punto in cui siamo arrivati.
Allora perché dopo non è stata fatta?
Intanto è difficile fare una legge sul conflitto d'interessi quando il conflitto d'interessi è già in atto e riguarda il capo della parte politica opposta. E' ovvio che si viene accusati di voler colpire l'opposizione, di vole fare un golpe.
Più difficile quando il capo dell'opposizione in conflitto d'interessi possiede televisioni, giornali, settimanali popolari a grande tiratura con il quali può lanciare una campagna politico-vittimista (come ha sempre fatto).
Ancora più difficile quando gli elettori sono anche il pubblico del capo dell'opposizione leggermente condizionati da decine di anni di spettacoli Mediaset.

Questa è la prima parte. Interrompo per non vedere tagliato l'intervento.

commento di colapesce inviato il 17 luglio 2009
Prevengo l'obiezione che qualcuno non mancherà di farmi. E' vero: è difficile vedere proposte di sinistra per il mondo del lavoro anche nel PD senza Grillo. Per questo invece di perdere tempo con Grillo vorrei che il tempo lo utilizzassimo per elaborare una proposta per il mondo del lavoro sempre più precario e sempre più sfruttato. (Complici anche i lavoratori incantati dalla TV di papi e dalle stronzate della Lega).
commento di colapesce inviato il 17 luglio 2009
Così conosceremo finalmente le sue proposte di sinistra per il mondo del lavoro.
commento di Cristiano Tani inviato il 17 luglio 2009
Appoggio la possibilità di candidare Beppe Grillo alla segreteria del PD.
Vedremo poi chi vincerà. Leggere oggi il paragone fatto da Bersani su Grillo e naziskin è la dimostrazione della miseria politica raggiunta.
Il problema è che Grillo può vincere queste primarie e Bersani lo sa. Un naziskin non vincerebbe mai.
grillo può spaccare il sistema incancrenito di questa politica nullafacente o sdraiata sulle volontà del Sommo Luminescente Silvius, il Signore Gormito del Popolo delle Libertà.
Siamo stanchi di questa casta. Tra l'altro mi fanno pena anche per il solo fatto che negli ultimi anni hanno cancellato nella loro dialettica la parola SINISTRA.
Se ne vergognano però poi vengono a cercare i voti in questo bacino per sistemare se stessi a corte con le loro consorti e amanti....mentre fuori la gente perde il lavoro.
Ben venga, dunque, qualsiasi iniziativa di sostegno alla candidatura di Grillo.
commento di Mauri0564 inviato il 17 luglio 2009
Appoggio pienamente questa iniziativa.
Parliamo di quello che vogliamo fare e poi di chi lo dovrà rappresentare.
Non dobbiamo valutare Grillo per quello che è in quanto personaggio, ma in base a quello che dice; le sue idee sono compatibili con noi?
Valutiamo questo ed iniziamo dalla proposta di parlamentari selezionati dalla base, incensurati, senza procedimenti in corso e che durino solo due legislature.
commento di UZIK inviato il 17 luglio 2009
Ma MAGAR allora ancora non hai capito chi ci ospita,non solo questo sito non serve ad un c... ma anche il PD....scusa ..scusa naturalmente mi riferisco alla "dirigenza" (sich)
commento di CodiceBinario inviato il 17 luglio 2009
E' più che giusto.
Un partito 'forte' non avrebbe nulla da temere da Grillo.
Rob
commento di Magar inviato il 17 luglio 2009
Per inciso, noto che su questo sito si può tranquillamente dire "suicidati" o "fate schifo al cazzo" ai propri interlocutori. Moderazione zero.
OK, la prossima volta mi adeguerò anch'io, e inizierò a decorare i miei interventi, che so, con simpatici richiami alla vita sessuale dei congiunti dei miei interlocutori...
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork