.
contributo inviato da saccarino il 13 luglio 2009

Che Beppe Grillo sia di sinistra lo dimostra il fatto che nel 2006 fece una campagna per sostenere Romano Prodi creando pure le " richieste dei cittadini" su temi come energia, lavoro, infrastutture ecc... dalla vittoria delle lezioni alla messa in pratica del programma abbiamo avuto (io giovane di centro sinistra compreso) una cocente delusione rovinando ancor di più il paese e regalandolo al Sig. Silvio Berlusconi.

Questa candidatura è una nuova speranze per ragazzi come me che sono di centro sinistra ma che ora come ora non vedono nessun partito a rappresentarci quindi io lo sosterrò e lo voterò qual'ora i senatori e ruba stipendi vogliano degnarsi di accettare la sua candidatura nel partito che per l'appunto si chiama "DEMOCRATICO"

Democratico = conforme ai principi pratici e teorici della democrazia

In democrazia tutti sono candidabili apparte che il cittadino faccia parte del popolo e Beppe Grillo fa parte del Popolo.

Viva Beppe Grillo per un Nuova Italia e un Nuovo Rinascimento.

TAG:  BEPPE GRILLO  CONGRESSO PD  GRILLO CANDIDATO  CANDIDATURE SEGRETARIO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di LuciferoTE inviato il 14 luglio 2009
GRILLO COMUNQUE SI DEVE POTER CANDIDARE, SE POI SIA ADEGUATO O MENO LO DECIDERA' LA BASE, NON I CANCRI CHE DA 15 ANNI FANNO I REGGENTI DEL PARTITO.




COME DENUNCIATO DA alby500 E' IN ATTO UNA CENSURA DEGLI ARTICOLI A FAVORE DI GRILLO MENTRE VENGONO MESSI IN EVIDENZA ARTICOLI PREPARATI AD HOC DA CHISSA' QUALE FUNZIONARIO DI PARTITO CHE SCREdITANO LA POSSIBILITA' DELLA CANDIDATURA DI GRILLO....



Non facciamoci fregare, segnaliamo su informazionedalbasso, sul sito di daniele martinelli e su voglioscendere TUTTI I CASI DI CENSURE E MANOMISSIONI...

questo Partito 'e D-E-M-O-C-R-A-T-I-C-O e non è di certo vostro!
commento di alby500 inviato il 14 luglio 2009
Salve carissimi censori di stampo sovietico del blog,ritorno sull'argomento mancate pubblicazioni o articoli sgraditi censurati,scegliete il termine che vi piace di più.Questo succede abitualmente ed è stato denunciato più volte da molti blogger.L'ultima censura riguarda un mio scritto inviato domenica 12 e misteriosamente scomparso,parlavo della persona arrestata accusata degli stupri avvenuti a Roma. Senza entrare nel merito degli ultimi fatti,mi chiedevo con che criterio vengano scelti i dirigenti PD,questa persona risultava pregiudicata già 13 anni fa per reati a sfondo sessuale. E' vergognoso che il segretario si scagli contro Marino (che ha pienamente ragione) e dica "così si offendono tutti gli iscritti".... balle! Gli iscritti hanno in tasca la tessera e votano (forse) ed è finita lì. I responsabili,i dirigenti/coordinatori no,loro dovrebbero essere figure di moralità inattaccabile. I dirigenti del partito che ora lo blindano a chi non canta in coro con loro,vedi Grillo,hanno una vaga idea di cosa sia la moralità... si sono dimenticati in fretta degli episodi "vai e facci sognare"... "abbiamo una banca" e tra poco forse emergerà qualcosa anche dalle inchieste di Bari.Quindi figurarsi se si formalizzano quando scelgono un coordinatore. Spedisco questo mio scritto dappertutto così che tutti sappiano.
Martedi 14 luglio 2009 ore 10,00
commento di cristinasemino inviato il 14 luglio 2009
Anche io, che non ho più 35 anni purtroppo, avevo e cerco di avere ancora fiducia nel PD prossimo venturo.
Ma sul caso Grillo mi pare stiamo tutti esagerando i toni: Grillo è quello che da quando è stato fondato il PD, usa le piazze per arringarle contro di esso. Grillo è simpatico e tratta argomenti di grande interesse sociale, spesso del tutto condivisibili; trovo però inadeguati i suoi comportamenti, che, per quanto per molti siano considerati irrilevanti, invece per me lo sono: non mi piace chi urla, chi insulta, chi usa sistemi che comunque non appaiono il massimo della democrazia, ma della demagogia.
La classe dirigente del PD ha molte colpe e deve gradualmente essere sostituita, ma con chi? Con uno come Grillo? E sarebbe più credibile uno che dice delle cose, ma non ha mai dimostrato poi di poterle mettere in pratica, uno che è tanto amante dell'Italia e vive in Svizzera????
Non è una questione di paura, ma di coerenza...un paese guidato da Grillo, scusate, non mi sembra più credibile di uno guidato da Berlusconi!
Quanto alle tessere....neppure il magnificato Di Pietro accetta nell'IDV chi non è iscritto! Perchè dovrebbe farlo il PD?? Come si può prendere lezioni continue da chi ha portato in parlamento Di Gregorio (o come si chiama?)?
Sono madre di due "ragazzi" di 30 anni e capisco benissimo la vostra ansia di cambiamento, che, nonostante l'età, è anche (forse ancora di più!) la mia, ma stiamo attenti a non autodistruggerci inutilmente!
Se vuole, Grillo si iscriva al Pd di competenza (Genova), esprima nelle sedi corrette le sue opinioni, si consulti con coloro che il PD lo hanno fatto nascere (noi!), ci dica in modo razionale (e non esaltato) cosa intende fare e poi...si vedrà!
commento di Pakkia inviato il 13 luglio 2009
Grande Saccarino,
anche io come tè sono di sinistra, ma non sono mai riuscito a votare il PD(menoelle) purtroppo. Dico purtroppo perchè quando è nato il PD ho nutrito grandi speranze ed ero felicissimo .....ma poi ho visto sempre le solite facce, i soliti trafficoni, la solita voglia di poltrone, i soliti vecchi....nuovo nome ma vecchie mummie....ma allora che cambiamo a fare nome ogni pochi anni !? Non sarebbe meglio allora cambiare le persone e mantenere lo stesso nome ?! La verità è che Grillo piace non perchè è più intelligente o più onesto o perfetto, ma perchè dice cose sacrosante, dà ( ma questo i giornali e le TV non lo dicono) alternative reali e pratiche , alternative che già esistono in altri paesi più civili sui problemi grandi e piccoli di un paese.
Sono di Modena ( esattamente Carpi ), il PD continua a perdere terreno da anni.Ho 35 anni e tanti amici, che da ragazzini, come mè, facevano servizio alla Festa dell'Unità, ai circoli ARCI, alle attività del partito, e che da anni non vatono DS e poi PD, si sono allontanati dalla politica, schifati dal mercanteggiare, dal trafficare, ecc... e si sono invece avvicinati al movimento, idee o dir si voglia che Grillo porta avanti.
Se il PD chiude le porte in faccia a Grillo commette un ulteriore passo verso il suicidio, continuerà a tagliare fuori una marea di ragazzi/uomini onesti, energie nuove e non sporcate dall'inciucio. Gente che invece di stare nelle segreterie del partito a chiaccherare e preoccuparsi della poltrona, è andata a lavorare, a costruirsi un futuro con le proprie mani, e ha visto il marcio, i problemi del nostro paese, come operai, impiegati, imprenditori, professionisti, ecc.. e che non chiede altro di poter mettere le cose a posto.
Scusate lo sfogo, ma la speranza del PD era stata veramente immensa per mè e tanti altri, e quindi anche la delusione. Io sicuramente nonostante sia di sinistra e vorrei tanto votare PD, non lo farò mai finche ci sarà la solita nomenklatura..
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 luglio 2009
attivita' nel PDnetwork